Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




Sign in to follow this  
Followers 0
  • entries
    26
  • comments
    64
  • views
    40,924

RM in Pronto Soccorso

Alex Tom

4,348 views

blog-0211609001412522410.jpg

Quanto può essere utile una metodica come la RM in un pronto soccorso traumatologico?

Ovviamente non è da intendersi come la possibilità di fare una risonanza a chiunque, anche perchè chi ha avuto modo di apprezzare il funzionamento di una Radiologia di PS ben sa che l'introduzione di una metodica di questo tipo allungherebbe solamente i tempi d'attesa per un trattamento e intaserebbe la normale routine di lavoro costringendo il personale già numericamente scarso a sobbarcarsi di una incombenza di difficile gestione in più.

Ma se per ipotesi, o per utopia, ogni singolo paziente venisse accuratamente visitato dal clinico ortopedico e successivamente valutato dal radiologo, al quale caso per caso venisse delegata la scelta della migliore metodica d'indagine con i giusti protocolli e senza troppa fretta........ cioè come succede per fortuna sempre ai giorni nostri...

Vi presento un caso in cui la RM in pronto soccorso ha fatto la differenza:

Il pz si presenta in PS per forte dolore causato da grave distorsione della caviglia sinistra senza trauma diretto.

La caviglia ed il piede non sono (ancora) particolarmente gonfi.

L'ortopedico dopo visita richiede RX piede/caviglia che viene refertata come negativa.

Vi metto qualche immagine della prima indagine in PS

blogentry-3658-0-18568600-1412519518_thublogentry-3658-0-77910600-1412519524_thublogentry-3658-0-34818000-1412519531_thublogentry-3658-0-05980500-1412519537_thu

Il radiologo non convinto data la sintomatologia fa ripetere alcune proiezioni :

blogentry-3658-0-66211100-1412520072_thublogentry-3658-0-50381600-1412520083_thu

Sembra ancora tutto negativo, il paziente viene indirizzato alla sala gessi dove verosimilmente verrà fasciato come si fa nei casi di distorsione.

L'ortopedico, che ancora non riesce a capacitarsi della discrepanza tra la clinica e l'imaging concorda per il giorno successivo con il radiologo una RM caviglia / piede per completamento diagnostico.

L'esame per praticità viene eseguito su macchina basso campo.

Ecco alcune immagini (terribili, si può fare di mooolto meglio) :

blogentry-3658-0-40701600-1412520851_thublogentry-3658-0-65162100-1412520857_thublogentry-3658-0-27272800-1412520865_thublogentry-3658-0-62708000-1412520884_thublogentry-3658-0-12260300-1412520892_thu

Ancora nulla di concreto, se non che si ha un dato in più, cioè l'edema della spongiosa ossea astragalica e un po' anche calcaneale visibile in prevalenza nelle sequenze con soppressione del grasso.

A questo punto è d'obbligo procedere con la TC, perchè dietro un edema osseo può verosimilmente nascondersi frattura, ed infatti :

blogentry-3658-0-07725900-1412521360_thublogentry-3658-0-38148100-1412521366_thublogentry-3658-0-26054500-1412521376_thu

e qui con un po' di orgoglio personale, le 3D:

blogentry-3658-0-95497100-1412521511_thublogentry-3658-0-42966900-1412521518_thublogentry-3658-0-49204300-1412521526_thublogentry-3658-0-34639100-1412521533_thublogentry-3658-0-33389600-1412521549_thu

Finalmente la diagnosi è pronta :

Distacco parcellare dell'apofisi calcaneare anteriore.

Questo è un caso a lieto fine, perchè grazie alla tenacia degli operatori si è giunti ad una diagnosi certa, ma è facilmente apprezzabile il rischio di errori qualora la visita del clinico non fosse accurata e se la diagnostica per immagini non disponesse di tutti gli strumenti per far diagnosi.

Discussione di riferimento:

http://fermononrespiri.com/topic/12489-tesi-microfratture-rx-tc/


1 person likes this


4 Comments


Ok. Ma se al posto di fare quella bellissima RM , si fosse fatto un esame rm ben fatto, forse, non serviva ne la rx ne la tc.

Il problema e' che gli esami costano troppo perche non c e organizzazione, e quindi non e' possibile includere la metodica veramente in un PS

Il giorno che si imparerà ad investire au macchine e persone, si potranno fare anche 100 esami configurati per l urgenza al giorno in un ps traumatologico........ Con quasi le stesse spese attuali

Share this comment


Link to comment

No, stranamente no, il calcagno era fratturato in due punti ma l'astragalo era sano.

Questo da un lato significa che fare una RM come quella alle volte equivale a non farla, e nella fattispecie è stato solo un caso a far scoprire il danno.

Io credo che la migliore strada da percorrere sia quella della formazione, in senso lato, perchè con quella macchina lì sicuramente si poteva/doveva fare meglio, ma alle volte la fretta, il paziente che magari non collabora, la scarsa preparazione di chi fa le RM, fanno il resto.

Perchè una RM di pronto soccorso può anche essere una spesa sostenibile per la piccola traumatologia, a patto che però sia fatta con poche sequenze ed indicative di un (1) preciso quesito clinico, altrimenti diventa un inutile dispendio di tempo poco finalizzato alla diagnosi del momento.

La chiamerei "RM focused"

1 person likes this

Share this comment


Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links