Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




The search index is currently processing. Activity stream results may not be complete.

Tutte le attività

This stream auto-updates   

  1. Past hour
  2. Oggi
  3. Allora per quanto riguarda il discorso del togliere una concatenazione per regolare il TR in effetti anche a me è parso strano. Chiederò... Alla fine, se mi accorgo che il TR è troppo basso, penso che come hai detto la cosa più immediata sia andare ad agire direttamente su di esso aumentandolo senza star lì a toccare le concatenazioni più di tanto.... A meno che il razionale sia stato il fatto che non aveva senso avere così tante concatenazioni, dato che comunque il TR era già bassino per quel tipo di sequenza e le fette da fare non erano poi così tante da dover usare tutte quelle concatenazioni? Per quanto riguarda invece l'impostazione del turbo factor pensavo sinceramente si aggiustasse automaticamente... Ti spiego perchè: Dove sono ora usiamo una Siemens Avanto e vedo che i tecnici, quanto devono aumentare le slices rispetto alla sequenza del protocollo,agiscono in due modi... innanzitutto sia che aumenti di poco le slices (1-2 ad esempio) sia che le aumenti di tanto (da 15 slices passi a 25 per esempio), quando vari il numero di fette la macchina ti da un avviso dove ti dice che per aumentarle deve aumentare il TR di un tot. Se le slices aggiunte sono poche, i tecnici "accettano" questo aumento e non toccano altro, se invece TR aumenta tanto (soprattutto nelle T1 dove si rischia di sfasare pesatura) aggiungono una concatenazione e abbassano nuovamente il TR. Fin qui tutto mi torna perchè coincide con quanto detto qui. Non mi torna però una cosa nel primo "modus operandis": ovvero se le slices aggiunte sono poche, come detto i tecnici semplicemente danno l'OK al messaggio che dice che il TR deve aumentare se voglio aggiungere quelle fette e non toccano le concatenazioni. Ho visto però che che il parametro del turbo factor (che c'è se non erro tra le impostazioni) non lo toccano mai. Quindi ieri ho pensato "il turbo factor verrà quindi adeguato automaticamente a questo aumento automatico del TR che fa?"... perchè ragionandoci abbiamo detto che di base la macchina, se aumento le fette e non aumento le concatenazioni, aumenta il TR in automatico in modo da consentire un turbo factor maggiore (per evitare che il TA aumenti troppo e il SAR lieviti e "frigga" il pz); ma se il fattore turbo non viene aumentato che senso ha l'aumento del TR? e soprattutto, se effettivamente sbagliano i tecnici a non aumentarlo, come mai la macchina consente ugualmente di lanciare la sequenza senza l'accorgimento dell'aumento del turbo factor che velocizzerebbe la sequenza (riducendone il SAR)?
  4. Yesterday
  5. No il turbo factor lo imposti tu. Per questa cosa che ha fatto il collega devi chiedere a lui quale è il razionale per cui l'ha fatta. Il TR lo imposti come vuoi, non hai bisogno di togliere concatenazioni. Sulla mia macchina si inseriscono automaticamente in base al TR che utilizzi e al numero di slice da copriere, sulle altre non so.
  6. se non ricordo male , tempo fa mi dissero che in Francia per mantenere le convenzioni con il locale sistema sanitario, le cliniche radiologiche devono spesso rinnovare il parco macchine per dimostrare di avere attrezzature tecnologicamente all'altezza. penso sia per quello che c'è un grosso giro dell'usato radiologico da quel paese.
  7. Ultima settimana
  8. 1 KHz (kiloHertz) = 1000 Hz. o forse non intendevi chiedere altro ed io non ho capito la domanda?
  9. Grazie mi hai chiarito davvero molti concetti ! Una curiosità: finora abbiamo parlato di utilizzare le concatenazioni, andando ad aumentarle, nel caso in cui dovessi fare più fette e volessi evitare di aumentare il TR e tenerlo fisso. Ma può essere utile anche fare il procedimento inverso? se non ricordo male vidi infatti un tecnico che, in una sequenza T1 dove secondo lui il TR era troppo basso, è andato a togliere una concatenazione (ne ha tolta una rispetto alle, se non ricordo male, 3 già impostate di default) per poi andare ad aumentare il TR. E altra cosa: nel caso in cui debba aumentare le fette (e non voglia aumentare le concatenazioni impostate) abbiamo detto che la macchina, per compensare a questo aumento, mi fa aumentare automaticamente il TR per evitare che il tempo di acquisizione,e di conseguenza il SAR, aumentino troppo. Questo aumento del TR infatti permette di acquisire più righe del k-spazio rispetto a prima (perchè posso usare un turbo factor (o ETL) più lungo) e di conseguenza velocizzo l'esame e il SAR non lievita. La domanda è: ma così come la macchina, all'aumentare delle slices (senza aumentare concatenazioni) mi aumenta in automatico il TR per evitare che il SAR aumenti, mi andrà ad aumentare anche in automatico il turbo factor (appunto per permetermi di acquisire più righe k-spazio rispetto a prima, in modo da ridurre il TA e il SAR) o devo andare a modificarlo io? Cioè esiste una "variazione automatica" del fattore turbo (ETL) in base al TR impostato?
  10. Buongiorno a tutti, interessante quell'articolo Tommy ma in Siemens ho notato che i valori di banda sono espressi in Hertz su pixel e in GE in KhZ se non sbaglio. A cosa corrisponde il valore espresso in Siemens rispetto a GE?
  11. Sisi infatti quando parlavo del fatto che con l'aumento del TR potessi acquisire più righe mi riferivo appunto alla possibilità di poter usare un turbo factor più lungo e di conseguenza ottenere più righe, ma in effetti è più corretta e diretta la relazione che dici tu! Come hai detto tutti i parametri sono un po' tutti collegati! è un po' il bello della RM I valori che hai riportato sono inerenti al valore di turbo factor? Ovvero quando tipo in T1, come dici, posso arrivare fino a 4, significa che posso impostare un fattore turbo (o ETL) in modo da avere quindi 4 echi ogni TR?
  12. consiglio questo articolo apparso su Magnetom Flash e che è molto chiaro a proposito. io almeno ho capito molte cose dopo averlo letto. link: http://bit.ly/2OO0dnh
  13. Cioa Ciro. La BW è un parametro semi avanzato che ha effetti molto pesanti sull'immagine se gestito in modo inconsapevole. Rappresenta la "velocità" con la quale avviene il campionamento del segnale: maggiore è la BW più veloce è il campionamento. In alcune sequenze, in funzione di altri parametri, ti permette di ridurre il TR minimo e, conseguentemente, il tempo di scansione. L'incremento della BW riduce inoltre gli effetti del chemical shift e da suscettività magnetica; da considerare però la riduzione del SNR. In condizioni standard generalmente non è necessario agire su tale leva la quale, in ogni caso, viene autogestita dal tomografo al variare di altri parametri come TE, ETL, ES ecc. Nel caso invece si necessiti di ridurre Chemical shift e distorsioni da materiale ferromagnetico si può agire incrementandola sensibilmente. Ripeto però: attenzione al SNR. Un incremento del rumore può essere peggiore dell'artefatto stesso. Spero di essermi spiegato
  14. Tutti i parametri della risonanza magnetica sono correlati uno con l'altro. L'utilizzo di uno ti permette o non di utilizzare l'altro. Per questo motivo l'argomento è complesso e va studiato con cura e in modo sistematico.
  15. Si certo. In T1 puoi arrivare circa a 4, mentre in T2 puoi acquisire tutta la matrice se hai il TR sufficientemente lungo.
  16. Salve a tutti è da poco che sto lavorando in rm su una GE signa 1,5 T, volevo chiedere se agendo sul parametro di frequenza bandwidth posso migliorare la qualità dell'immagine, conviene agire su tale parametro, ho è preferibile non toccarlo poiché non otterrei grandi risultati in termini di tempo di acquisizione della sequenza e qualità immagine.
  17. Eccomi scusa no ti sei spiegata benissimo ma era un argomento molto ostico per me e volevo essere certo di aver capito bene Per quanto riguardo la correzione che hai fatto: si è vero le righe del k-spazio acquisite sono legate al fattore turbo che uso (più echi ho più righe acquisisco in un TR); ma la possibilità di utilizzare un fattore turbo "lungo" è determinata anche dal TR, no? Altrimenti non mi tornerebbe molto il discorso... Cioè se il TR si allunga avrò più tempo a disposizione e potrò utilizzare un fattore turbo più lungo e acquisire, di conseguenza, più righe del k spazio (non è una relazione lineare così stretta come tra righe k-spazio e fattore turbo ma c'è comunque una correlazione indiretta tra le righe acquisite e il TR).
  18. Ho scritto parecchio sul SAR. Se vuoi trovi tutto sul mio blog. Perchè mi continui a chiedere conferme di cose già dette? Non mi sono spiegata? Comunque è corretto meno che questa parte " Le righe di acquisizione del K spazio dipendono dal fattore turbo e non dal TR. Comunque visto che stai dando una occhiata al libro che ho citato, avrai visto che li è spiegato tutto in modo semplice e scorrevole. E' un ottimo roferimento per chi deve studiare. Ti consiglio di utilizzarlo dall'inizio alla fine. Ti si apriranno nuovi orizzonti.
  19. Grazie mille gli sto dando un'occhiata. Un'ultima cosa per concludere: Quindi l’accorgimento che usa la macchina, quando vuoi aumentare le fette, di aumentare il TR o di farti dividere la sequenza in concatenazioni (tenendo lo stesso TR), sono entrambe strategie atte a non far lievitare il SAR sostanzialmente? Nel primo caso infatti, aumentando il TR, la macchina mi permette di acquisire un numero maggiore di righe del k spazio in un solo TR e quindi di evitare che la sequenza, dovendo acquisire più fette, si allunghi eccessivamente e debba ripetere troppe volte i TR per sopperire all’esigenza di acquisire più fette (se non aumentassi il valore del TR infatti, riuscirei ad acquisire meno righe del k spazio in un TR e dovrei quindi ripetere i vari TR più volte, rispetto a quelli impostati nella sequenza di defaut, dando quindi più impulsi al pz con conseguente aumento del SAR); nel secondo caso invece, di fatto le ripetizioni dei vari TR aumentano rispetto a quelli di default, sempre per sopperire all’esigenza delle slices in più, ma il SAR viene dissipato grazie alla divisione in due concatenazioni della sequenza (ovvero viene smaltito nella pausa tra le concatenazioni). Tutto corretto? (quando dico "ripetizioni del TR" intendo proprio il ripetersi dell'intervallo di tempo TR caratteristico della sequenza, in cui acquisisco una riga del k spazio nelle SE, o più righe nel caso delle TSE)
  20. considera che si tratta di software per indicazioni molto specialistiche. difficile trovare qualcosa di ben fatto a basso costo. necessariamente bisogna affidarsi a software di grandi case che essendo abituate a trattare con ospedali e casi di cura hanno prezzi alti e non abbordabili per un uso amatoriale.
  21. grazie per le risposte Dunque ..lo scopo è poter ricostruire esami acquisiti in ospedale a casa propria , previa anonimizzazione, in tutta tranquillità, non per lucro (sicuro) e non per ricerca (questa chissà..magari se riesco ad avere numeri significativi, magari avendo conferma patologica); il fine è una via di mezzo fra la ricerca di un ambiente più friendly (domestico) ed il ludico, nel senso che mi diverto (tranquilli sono sano di mente) a rivedere tali esami in ambiente domestico prima di passare alla refertazione definitiva (c' è chi passa ore su consolle per videogames, non vedo perché non impiegare anche una minor quota di tempo per cercare di fare un lavoro fatto meglio in post processing). Penso sia un indagine insidiosa, non tanto e non solo nell'esecuzione, quanto nell'aspetto diagnostico; non per questo non interessante, anche se ad alcuni sembrerà certo meno cool di una cardio rm o cardio Tc. Questione di punti di vista Quanto ai software menzionati nei post precedenti , mi interessa essenzialmente la colon ct e relativa navigazione 3d, dissezione virtuale, mappa colon , viste mpr. 12.000 Euro per adw 4.7 GE sono da riferirsi a Ws usata, provenienza Francia (non so esattamente il perché, ma da lì arrivano tubi radiogeni, ws e apparecchiature tc conditioned/refurbished che è un piacere) ; cifra MOLTO fuori budget, considerandone le motivazioni i cui sopra le ws che ci sono in ospedale oramai uno se le può costruire da sè assemblandole o con l aiuto di qualche esperto. sui 2000 euro hai un ottimo PC per CAD e rendering 3d. Anche perché per i monitor non serve chissà quale risoluzione aliena, trattandosi di tc. Mi basterebbe un software cad colon/colonscopia virtuale , ma in giro non trovo nulla. Ideale sarebbe girasse su windows, anche se vanno per la maggiore quelli su linux/ubuntu (completa ignoranza di tali OS da parte mia). Molti sviluppatori minori poi sono chiaramente falliti, anche se figurano nelle prime pagine dei risultati di google. I software in questione hanno oramai quasi un decennio, e non penso nemmeno siano tanto aggiornati/ottimizzati. ho provato ad utilizzare 3d slicer con plugin endoscopy..ma è veramente difficile..non friendly decisamente..... il principio è quello della trust line/central line che si utilizza nelle colon ct, cpr dei vasi e analisi dotto alveolare nei dentascan unico software free trovato in giro ed utilizzato anche per pubblicazioni su riviste rsna, ancora nel 2012 (!!) grazie ancora a tutti. ps : se avete suggerimenti saranno ben accetti
  22. Ciao Ele12, bentrovata. Almeno dicci qual è la metodica che ti piace maggiormente
  23. Ciao Felice. Aspettiamo qualcuno che lavora su GE ma dai meta data DICOM non riesci a tirare fuori qualcosa di utile?
  24. Ciao "maxibon". Bel nome ! :-) Qual è il piano nativo di acquisizione? La sequenza è usata come angiografica o, come credo, per il parenchima cerebrale? Le Thrive sono le VIBE di Philips
  25. Salve a tutti, scrivo poco su questo forum ma lo seguo da moltissimo tempo. Qualcuno di voi che lavora con GE sa come scaricare i parametri fisici del paziente (pulse e respiro), ci servono per delle correzioni di dati per fMRI. Grazie in anticipo
  26. come si evince da quell'articolo la parte del leone la fanno le T2 con DWI come sequenza di contorno e T1 per le componenti ossee dello scavo pelvico. l'utilità del gadolinio in letteratura è dibattuta; secondo questi autori può aiutare nei casi di tumori di stadio avanzato. ma nella stragrande maggioranza dei casi la diagnosi si fa essenzialmente sul T2.
  27. ciao ! Sono una studentessa TSRM al terzo anno, ho trovato questo spazio dedicato alla radiologia nella mia ricerca online di qualche argomento per la mia tesi, sarà il novembre prossimo; ci stanno già spingendo ad iniziarla e trovare idee di cui sono a corto, o meglio, non so su quale idea soffermarmi! Quindi eccomi qui, per chiarirmi le idee ! Grazie per l'attenzione e Buona giornata a tutti
  28. https://www.ajronline.org/doi/full/10.2214/AJR.14.14201 Se posso contribuire, la parte tecnica è molto chiara
  1. Load more activity

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links