Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




The search index is currently processing. Activity stream results may not be complete.

All Activity

This stream auto-updates   

  1. Today
  2. Yesterday
  3. Soprattutto in ambito pediatrico la vedo dura spiegare al genitore che la protezione non serve al bambino ma devo farla indossare a lui nel caso restasse in sala a tenere fermo il pz. Questo succede perché nel caso del genitore l’esposizione non è giustificata.
  4. Last week
  5. Ciao Davide, mi chiamo Daniela, volevo chiederti se operi ancora nel settore veterinario. Grazie mille ☺️ 

  6. Difficile da applicare.. e difficile convincere un paziente che lo si farebbe per il suo bene.. inoltre io odio l'aec.. quando l'ho usato, per un breve periodo, tutti gli esami erano sovraesposti...
  7. Grazie! Sì l'ho letto, e ritengo che non sia facilmente applicabile anche perchè molti colleghi e anche molti medici anche Radiologi) non ne sono a conoscenza. Per fortuna a me capita poche volte (lavoro in PS) che richiedano le schermature.
  8. Ciao a tutti! Probabilmente avete letto del recente documento redatto da AIFM, SIRM e FASTER circa il non utilizzo delle radioprotezioni piombate durante esami di RX e TC su pazienti pediatrici e donne in stato interessante. Quanto secondo voi può essere facilmente applicabile una pratica totalmente diversa da quella eseguita finora, alla luce di evidenze scientifiche dimostrano appunto il contrario? Quanto soprattutto possa esser complicato far comprendere alle pazienti o ai caregivers dei pazienti pediatrici che le evidenze scientifiche vanno in una direzione contraria rispetto alle loro aspettative sulla radioprotezione in senso stretto? Ho inserito il documento in oggetto in allegato per chi non ne avesse preso visione Utilizzo dei DPI in Radiologia Pediatrica 2020.pdf
  9. Dipende dai concorsi/avvisi. A Pavia gli iscritti per il concorso erano 250 e i presentati allo scritto sono stati 107, quindi rispetto a qualche anno fa sono decisamente meno. Se vai sul gruppo fb TRSM giovani ogni giorno ci sono offerte di lavoro. L'occupazione ora è al 90/95%.
  10. Ho dovuto rileggerlo due volte per capirlo, però ci sta
  11. Avviso estar per tempi determinati: 410 domande di tsrm credo che trovare lavoro con questi numeri non sia facile.,, concorso infermieri Toscana sud est dopo un anno graduatoria esaurita Le differenze sono notevoli!
  12. Viva il lupo!! Grazie
  13. Figurati, in bocca al lupo!
  14. Grazie Emmanuele! Sei stato super esaustivo! Hai capito perfettamente quali erano i miei dubbi e con la tua risposta ora mi é tutto chiaro finalmente. Ti sono infinitamente grata, grazie mille!!!
  15. Partiamo con ordine: tra privato e pubblico determinato per sostituzione di maternità preferirei la seconda (hai molti più diritti assicurati). A maggior ragione se vieni assunta pescando da una graduatoria di concorso (quindi a tempo indeterminato): se sei già assunta a tempo determinato in quella stessa azienda utilizzando quella graduatoria ci può essere una maggiore possibilità che “forzino la mano” pianificando le assunzioni, cercando di farti assumere (quando sarà il tuo turno) in quella stessa sede (è conveniente assumere a tempo indeterminato un professionista già formato nella stessa unità operativa in cui sta prestando servizio a tempo determinato). Se ti sei collocata in una graduatoria a tempo indeterminato e vieni contattata per assunzione a tempo DETERMINATO puoi anche permetterti di rifiutare, perché non decadi dalla graduatoria per le assunzioni a tempo indeterminato. Decadi se rifiuti la chiamata a tempo indeterminato. È ovvio che, se sei assunta a tempo determinato e arrivano alla tua posizione per assunzioni a tempo indeterminato, verrai chiamata per l’assunzione a tempo indeterminato: in tal caso ti dovresti dimettere da quell’incarico a tempo determinato per farti assumere a tempo indeterminato. Se tu venissi assunta a tempo determinato e nel frattempo ti dimetti dall’incarico per motivi personali (esempio, un’altra azienda ti assume a tempo indeterminato) non decadi dalla graduatoria per eventuali assunzioni a tempo indeterminato. Spero di aver chiarito i tuoi dubbi!
  16. Ciao, se sei senza esperienza direi che accettare il contratto a tempo indeterminato sia la cosa migliore. A dire il vero è sempre la cosa migliore.
  17. avrei una domanda urgente. sono in graduatoria per un concorso a tempo indeterminato e sono stata contattata per un contratto a tempo determinato per sostituzione di maternità. cosa mi consigliate? ( considerando che al momento sono disoccupata ma avrei in ballo una proposta da un privato). nell'eventualità che la graduatoria scorra nel periodo in cui sono in servizio per sostituzione presso la stessa azienda, sarei comunque contattata per l'incarico a tempo indeterminato o mi saltano passando ai successivi? e se per qualsiasi motivo dovessi abbandonare l'incarico in corso di sostituzione potrei decadere dalla graduatoria?
  18. Salve, scusate se posto in questa sezione, ma mi sembra la più adatta. Nella clinica dove lavoro da 5 anni mi hanno proposto di diventare coordinatore. Ho accettato e mi è stato detto che ufficializzeranno tra una settimana. La clinica dove lavoro conta 12 colleghi ed il lavoro non manca mai, anzi, è davvero molto. Io dovrò occuparmi dell'approvvigionamento dei consumabili, del rapporto con i fornitori, organizzazione manutenzioni (2 rm, 2 TC, PET-TC, Gamma camera, tavolo trocoscopico, stativo, opt, cone beam e mammografo), della comunicazione con la direzione, turni, ferie e altri aspetti e contemporaneamente dovrò svolgere le attività di diagnostica come fatto fin ora. Ora sono inquadrato come categoria D(immagino 0 perché da contratto lo scatto da 0 a 1 avviene dopo appena 15 anni di servizio nella stessa struttura) con contratto AIOP a 36 ore settimanali. Secondo voi, nella speranza di passare ufficialmente a Ds, devo chiedere anche di passare al contratto a 40 ore? Oppure è meglio che tutte le ore in più vadano in straordinario/recupero ferie? P.s. la proposta è stata abbastanza inaspettata e per ora non posso seguire il master per il coordinamento perché già impegnato a seguire un master in risonanza, ma ovviamente studierò per apprendere, spero, tutte le competenze del caso. Grazie a tutti
  19. Si, AIOP, per un D come me lo stipendio lordo è 1997€, netto circa 1450€
  20. Earlier
  21. Qualcuno saprebbe spiegarmi l'impiego delle sequenze CINE-SSFP in risonanza magnetica? Ho l'esame domani e non trovo dettagli su internet grazie
  22. Forse però le cose stanno migliorando ultimamente, la carenza dei TSRM comincia a farsi sentire, soprattutto nei piccoli privati. Chissà che non si riesca ad alzare le tariffe. Facci sapere
  23. Ciao qui ci sono molti tecnici di radiologia, le competenze in ecografia sono generalmente molto limitate. Io non posso aiutarti
  24. Ciao. Argomento di ampio respiro con pareri spesso discordi. Le tariffe proposte delle nostre istituzioni in alcune condizioni non sono applicabili. Purtroppo non c'è risposta precisa a questa domanda, troppo variabile a causa di molteplici fattori in gioco: - periodo storico (è quello che incide di piu, a seconda della disponibilità generale di tecnici) - territorio ( nord vs sud, isole, piccole isole, piattaforme petrolifere ecc....) - incarico da assumere (alta tencologia o lovoro molto semplice) - competenze che hai - disponibilità economica del datore - giro d'affare del datore - quanto saresti impegnato in quel centro (una cosa è se fai 5 ore a settimana una cosa è se ne fai 40) - sinergia tra le tue capacità e quelle del centro In sostanza potrebbe essere molto variabile. Ma come mai lo chiedi? Devi proporre tu una tariffa? devi discuterla? Di solito conviene sapere di solito quanto pagano gli altri colleghi e valutare in base a quello se e come trattare. E' ovvio che tutti vorrebbero guadagnare il piu possibile, ma i tempi d'oro penso siano finiti da molto tempo........ Non penso si trovino informazioni in merito sul sito dell'agenzia delle entrate purtroppo.
  25. Sapete per caso un Tecnico di radiologia con partita iva quanto potrebbe chiedere come tariffa a ora?
  26. Concordo con Andrea, se ti serve qualcosa di valido da consultare, ti consiglio questo sito: https://www.ctisus.com/responsive/protocols
  27. Ciao. Io non mi occupo nello specifico di tc, il problema è soprattutto che più sono schematici e meno sono esplicativi, e spesso sono proprio i dettagli che fanno la differenza.
  28. Salve, mi chiamo Maurizio e sono uno studente TSRM. Vorrei sapere se qualcuno avesse tutti, o comunque i più usati, i protocolli TC(encefalo, addome ecc..)in forma schematica, così da facilitare lo studio. Vi ringrazio anticipatamente.
  29. Avete esperienze nello studio del retroperitoneo con sonda convex? Studio dei linfonodi profondi
  1. Load more activity

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links