Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

The search index is currently processing. Activity stream results may not be complete.

All Activity

This stream auto-updates   

  1. Today
  2. Yesterday
  3. Personalmente ho usato questa posizionata un po' più in lato
  4. Last week
  5. Mi dite come fare un assiale di anca a un paziente con anca rotta ? Presumiamo sia anca destra il tubo lo ruotate a destra o a sinistra a 45gradi ?
  6. L'utilizzo dei bassi kilovolt è tendenzialmente da provare perché ogni macchina e ogni modello ha una resa a sé e soprattutto ogni tubo può comportarsi diversamente. Io non farei prove senza la fisica sanitaria. Mentre per quanto riguarda un'idea generale di protocolli mi baserei sui pediatric LDR.
  7. Proverò a informarmi per il discorso specialist e verificherò il discorso dei bassi kv, sicuramente è possibile utilizzare 100 kv, non ho mai visto in nessun caso utilizzare kvoltaggi più bassi. Come mera indicazione generale, per una tc pediatrica, è SEMPRE il caso di ridurre i kv, o ci possono essere casi in cui è preferibile limitarsi a modificare solo altri parametri, lasciando invece i kv a normali 120 ?
  8. Ciao. Io ti consiglierei di chiamare lo Specialist, non fosse altro per il fatto che qualsiasi consiglio possiamo darti è “tarato” sulla macchina che usiamo noi. Altra cosa da verificare è se i bassi kV (in GE arriviamo ad 80) sono inseriti nelle calibrazioni, cosa che non tutti sono abituati ad impostare. Facci sapere.
  9. Salve a tutti. Mi capita MOLTO raramente, per fortuna, di eseguire TC su pazienti pediatrici; per questo la mia esperienza e la mia conoscenza di protocolli specifici di questo tipo è molto limitata. Lavoro, attualmente, con TC GE (Optima CT520). Nella macchina non sono impostati protocolli pediatrici di alcun tipo, a parte SFOV pediatrici di tipo Head e Body. Sono reperibili, su qualche sito o qui su questo forum, indicativamente, dei protocolli specifici per la GE almeno per impostare i principali esami per un paziente pediatrico (ovviamente in base alle categorie di età/peso)? Ho trovato qualcosa online, ma erano indicati approssimativamente solo alcuni valori di KV e mA .
  10. Dimenticavo, al link c'è il gruppo di lavoro istituito dalla Federazione che si occupa dell'argomento di cui all'oggetto.
  11. Earlier
  12. Ciao Antonella, bene arrivata. In bocca al lupo per i tuoi studi.
  13. Ciao sono Antonella, una studentessa del corso di Laurea magistrale tecniche diagnostiche!
  14. Ciao. Per l'organizzazione devi sentire direttamente I responsabili. Di anno in anno le cose possono cambiare. Sul contenuto e la qualita' ci metto le mani sul fuoco
  15. L'ho acquistato e lo sto leggendo. A breve le mie impressioni
  16. buonasera, lavoro su una siemens 3 t da circa un anno, purtroppo la rotazione su tutte le diagnostiche non ci permette di essere frequentemente presenti in rm, e molte sequenze sono ancora da ottimizzare, ma di sicuro posso garantirti che la durata dei singoli esami è più lunga paragonandola alla durata degli esami su una philips da 1,5. in particolare a grandi linee le t1 sono più lunghe e più piatte, le t2 uno spettacolo così come le gradient, le stir risentono maggiormente di artefatti (in particolare sul midollo più è ampio il fov e maggiore sono di artefatti da flusso). lavoro in neuroradiologia, x cui gli esami che facciamo sono soprattutto encefalo e midollo.
  17. buonasera, ho letto a grandi linee la discussione perchè interessata al master. Mi piacerebbe molto frequentare il corso, ma devo fare i conti col fatto che lavoro a salerno. Per cui volevo approfittare di questo forum per avere info più aggiornate sul corso, ed in particolare sia sull'organizzazione del corso, sia su eventuali argomenti da studiare per il test di ammissione (mi sono laureata nel 2011, x cui dovrei riprendere un pò tutto). grazie mille
  18. la richiesta era inerente ad un solo ginocchio da fare sotto carico mono-podalico e bi-podalico siccome in caso di radiografie sotto carico la proiezione fondamentale è quella AP, come spiegato nel topic, veniva suggerito di fare la AP sia con carico mono- che con carico bi-podalico, mentre per la LL è sufficiente una singola proiezione (non importa se mono- o bi-podalica) tanto non è su quella che si fa valutano gli spazi articolari femoro-tibiali ovviamente per la LL è più semplice fare una monopodalica (l'altro ginocchio sta spostato avanti su un panchetto) perchè per farlo bipodalico ed evitare la sovrapposizione con l'altro ginocchio devi far stare il pz. "a cavallo del potter" cosa che in molti casi non è tecnicamente fattibile.
  19. Workshop dedicato alla RM della mammella a Candilo (TO) il 4/11/2019 Per info e iscrizioni: http://www.aitirm.org/News/Dettaglio-post/ArticleID/3191/II-WWORKSHOP-AITIRM
  20. Ciao Auro. La risposta è molto semplice. Dipende dal contratto (privato/statale) e se dipendente o libero professionista. In più, anche all'interno dello stesso contratto, non esiste una situazione uguale ad altra, perché dipende dal numero di TSRM e dal numero di diagnostiche da coprire. Di sicuro, per contratto, le ferie che ti spettano devono essere fatte entro la fine dell'anno, con eccezioni che riguardano l'organizzazione, ma dirti che ti verranno sempre date quando tu lo vorrai ... non credo
  21. La Medicina Nucleare, questa sconosciuta. Mi sa che non ce n'è molti che se ne occupino, ma riposto il topic in alto per vedere se qualcuno risponde
  22. No, purtroppo io non me ne intendo, né me ne occupo. E' un argomento che riguarda marginalmente la professione, se non per quegli argomenti che, probabilmente, attingono a sviluppi professionali di tipo verticale. Tempo addietro, incuriosito dall'argomento ho letto un libro a riguardo dal titolo :" Manuale di HTA" Americo Cicchetti e Marco Marchetti, Il Pensiero Scientifico Editore. Purtroppo non sono mai riuscito a scoprire chi fosse l'assassino Speriamo che altri possano aiutarti !
  23. Ciao a tutti! Sto scrivendo la tesi su HTA in radiodiagnostica. Qualcuno ha del materiale da fornirmi? Grazie
  24. A QUESTO LINK, potete trovare un estratto pdf del libro.
  25. Ciao, Cerco di risponderti prendendo spunto da una descrizione della radiomica tratta dal sito dello IEO: "Con tali tecniche, è possibile studiare l’eventuale correlazione fra i dati ottenuti dalle immagini e le caratteristiche molecolari e genomiche del tumore, con l’obiettivo finale di estrarre direttamente dalle immagini indicazioni sull’aggressività della malattia, sulle terapie più indicate e sulla risposta alle cure. Nel prossimo futuro, si auspica che i dati raccolti dagli esami di imaging radiologico siano convertiti in dati quantitativi e che questi dati siano sfruttati come supporto decisionale alla pratica clinica per migliorare l'accuratezza diagnostica e il potere prognostico." Trattandosi di intelligenza artificiale, laddove il potere decisionale del clinico sarà sempre più condizionato da algoritmi e meno da cervelli, l'Imaging sarà sempre fondamentale. Entrare in questo settore come TSRM è più che uno sviluppo, lo definirei senza enfasi un successo. Quindi vai pure avanti prima che ci ripensino. In bocca al lupo.
  1. Load more activity

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links