Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

The search index is currently processing. Activity stream results may not be complete.

Tutte le attività

This stream auto-updates   

  1. Oggi
  2. Il risultato dipende anche un po' dalla densità dell osso che ha il paziente. Nei giovani vengono sempre meglio
  3. Commercialmente in ambito GE Advantage Workstation, o consolle secondarie di ricostruzione
  4. scusate l'ignoranza... che cosa sarebbe la AW ?
  5. @runtastic https://t.co/lbsa8dyejn

  6. Indubbiamente gli AW offrono opportunità di altro livello rispetto alla consolle TC
  7. Si ad es l´ortopedico aveva bisogno di ricostruzioni 3D per un esame del 2015 e gli unici dati a disposizione che avevo erano quelli con il Bone. C´ho messo quasi mezz´ora pero´ non sono venute male la seconda l´ho fatta sulla AW, con l´opzione smooth 3D si ottengono risulati migliori
  8. Poi in realtà se ti metti a giocare un po' su range di visualizzazione, soglia, colore di HU, e magari cutter per eliminare zone artefattanti, alla fine con un set di dati Bone l'immagine è potenzialmente migliore per l'osso anche in VR. Ma il gioco non vale la candela
  9. esattamente quello che dicevo nel messaggio precedente. hai postato 2 immagini che valgono più di 1000 parole.
  10. Yesterday
  11. queste sono 3D da un kernel Bone queste da un kernel Standard
  12. Posto il protocollo che ho sulla GE Discovery 750 HD 64 slice kV = 120 HD mA Range = 50 -260 NI = 18 Auto mA + Smart mA Rotazione = 0.5 sec Pitch = 0.531 Detettore = 20 mm SFOV = Small Body R1 = HD ULTRA FULL ASIR SLICE 30 % Ricostruiamo poi a 0.6 Il filtro ULTRA a qualche radiologo non piace, vi posto un esempio sotto. La prima e´ con ULTRA e strato 0.625 la seconda con Bone Plus e 1 mm di spessore
  13. ti ringrazio per la risposta Irene
  14. Credevo fosse chiaro, stiamo parlando da un po' della stessa cosa quindi questa è l'ultima risposta dopodiché il topic verrà chiuso. Sei costretto/a a ruotare il paziente. Se non lo puoi ruotare non devi fare l'esame, non è deontologicamente accettabile oltreché qualitativamente sufficiente.
  15. Eutanasia rifiutata a #Eluana Englaro Maroni: pagheremo il risarcimento. Grazie Beppino per l'insegnamento. Carnia rulez.

  16. Ruotare in decubito laterale intendi? Io consideravo un pz che potesse proprio stare solo supino senza muoversi.
  17. No, esiste però un codice deontologico che ti obbliga a fare solo ciò che puoi fare. Nel tuo caso non puoi fare altro che ruotare il paziente, quindi se lo puoi fare lo fai in alternativa lo mandi in un altro centro, o sarebbe meglio in un pronto soccorso.
  18. Allora per ora non me ne sono mai capitati di "gravi". Sono capitati solo pz con sospette fratture all'anca o al femore che però riuscivano comunque bene o male a camminare e con i quali siamo sempre riusciti a fare le classiche proiezione di anca (ap e semiassiale frogleg) o femore senza problemi (perchè appunto la frattura o non c'era o era qualcosa di davvero lieve). Volevo appunto avere un vostro parere se mai dovesse capitarmi un pz più grave e assolutamente non collaborante (che può stare solo supino) se esistesse qualche proiezione alternativa per avere una vista laterale (escludendo appunto l'Arcelin e la LL translaterale dette prima che non posso fare) o se in questi casi fosse appunto meglio mandare il pz in PS o in altre strutture più attrezzate che non abbiano solo il telecomandato (anche perchè i titolari del nostro centro sono convinti che possiamo fare qualsiasi tipo di esame.... )... Io sono d'accordo con Tommy e manderei il pz in un altro centro, a te Alessandro viene in mente qualche proiezione alternativa?
  19. Ma voi fate traumatizzati gravi su un telecomandato?
  20. se per quello specifico paziente truamatizzato non hai la macchina per fare un esame come si deve per limitazioni della tua macchina (quindi non per colpa tua) allora quell'esame non lo devi fare e devi inviare il pz. ad un centro dove hanno attrezzatura adeguata. è semplice deontologia professionale.
  21. Allora la macchina che utilizzo è un telecomandato quindi come movimenti del braccio del tubo sono possibili solamenti i movimenti su e giù (in senso caudo-cranio e cranio-caudale se il pz è supino) ma non movimenti in senso medio-laterale e latero-mediale. Quindi sia l'assiale vera (Arcelin) con cassetta a lato del pz sia la proiezione LL translaterale proposta prima da @Tommy27 non sono possibili perchè entrambe prevedono che il tubo possa posizionarsi a lato del paziente è "sparare" a livello del fianco di ques'utilmo. Altre proiezioni per avere una "vista" laterale di anca e femore sinceramente al momento non me ne vengono in mente se il pz è supino. Chiaro che se poi il pz un minimo è in grado di collaborare si possono comunque cercare di fare come detto le classiche proiezioni dell'anca e del femore (frogleg e LL) o qualcosa che vagamente ci somigli (esempio spostando un po' il pz sul fianco in decubito laterale usando magari supporti o altro); ma il caso che intendevo io è proprio il pz traumatizzato grave che può stare solo ed esclusivamente in posizione supina (senza possibilità di muovere il fianco per spostarsi anche solo un po' in un decubito laterale)...
  22. Buongiorno a tutti. Lavoro da qualche mese con una MOC Hologic Explorer. Nella MOC vertebrale (lombare) la macchina esegue l'analisi da L1 a L4. Mi è capitato di vedere alcune volte pazienti con una vertebra lombare in più (in cui le ultime coste si vedono, contando dal basso, non su quella che dovrebbe essere D12 ma su quella che dovrebbe essere D11). Quando si esegue quindi l'analisi delle vertebre, è più corretto secondo voi fare una cosa del genere: Dove in pratica viene considerata L1 la vertebra subito sotto a quella con le ultime coste o una cosa così: Dove viene invece considerata L4 la vertebra subito sopra a L5? Che poi sarebbe da capire se la paziente ha effettivamente una vertebra lombare in più o una costa in meno... P.S scusate per i disegnini ma mi sono dovuto arrangiare con Paint (la griglia gialla dovrebbe rappresentare l'analisi che viene fatta dalla macchina e le vertebre tenute in considerazione).
  23. No direi che con le sole proiezioni antero posteriori un esame non è mai correttamente eseguito. Dubito che non sia possibile eseguire proprio nessun altra proiezione. In alternativa si quella di rivolgersi ad un altro centro è un'opzione plausibile.
  24. Si era stato detto in un altro post @Tommy27parlando dell'anca (l'avevo letto lì) ma anche per il femore è uguale in effetti... comunque era per arrivare passo passo a questo punto: in uno dei posti dove lavoro come macchinario c'è solo un telecomandato in cui Arcelin e la LL translaterale proposta prima non si possono fare perchè il tubo ha movimenti limitati. Capitasse un pz grave (che non riesce a fare nessun tipo di movimento se non stare supino) potrei eseguire quindi solo la proiezione AP (sia di anca che di femore) e nessuna proiezione con "vista laterale". Se tu avessi solo questo macchinario diresti al pz di andare in PS (spiegando che il centro non ha attrezzatura adeguata per eseguire l'esame correttamente) o eseguiresti solo le proiezioni AP?
  25. queste cose le abbiamo già dette e ridette mille volte. che bisogno c'è di continuare a richiedere sempre le stesse domande per le quali peraltro hai già ricevuto più volte una risposta?
  26. Ottimo ti ringrazio @Tommy27 Questo per quanto riguarda i pz traumatizzati molto gravi, diciamo praticamente da pronto soccorso. Nei pazienti invece da ambulatorio che arrivano sulle proprie gambe e che sono più o meno collaboranti si può tentare di fare comunque le proiezioni classiche (del femore e dell'anca) che si fanno con un pz "normale" e collaborante. Ovvero si può tentare di eseguire sia la LL vera e propria del femore (sia prossimale che distale) nel caso di sospetta frattura diafisaria, sia la semiassiale (frogleg) nel caso di sospetto frattura testa-collo femorale; ovviamente facendo fare i movimenti al pz senza forzare nulla. Perchè appunto nei pz ambulatoriali che riescono a camminare o si tratta di un qualcosa di poca entità (dove i vari movimenti da eseguire nelle proiezioni non causano particolari problemi) o appunto molto spesso di "falsi allarmi" (ovvero molto spesso la frattura alla fine non c'è)... giusto? Mi è capitato finora solo un rx anca per sospetta frattura e in quel caso il collega è riuscito a fare senza particolari problemi le proiezioni standard dell'anca (AP e la frogleg) che eseguiamo di solito
  1. Load more activity

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links