Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

MattPast

Utenti Attivi
  • Content count

    6
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutral

About MattPast

  • Rank
    Newbie

Profile Information

  • Tipo di Utente
    Professionista Radiologia
  1. @AndFornTemo di non aver capito, non ho chiesto una consulenza ma uno scambio opinioni. Non posso ancora definirmi collega, ritenendomi in formazione, ma paziente mi sembra esagerato lol. Devi scusarmi ma non ho capito il perché di un tal declassamento Non vorrei neppur esser preso per troll, la mia era una domanda credo seria e un dubbio che volevo fugare su un caso realmente occorso, soprattutto perché se vuoi posso elencare tutte le sequenze che ho studiato in questi anni per i vari distretti (tra cui encefalo) e quandlto vedo nella pratica è ben diverso dalla teoria da qui i dubbi... Probabilmente la mia iper puntigliosità e il mio costante pensiero di sbagliare giocano a mio sfavore nel voler apprendere da altri, mi spiace aver fatto la figura dello stolto per questo, migliorerò.
  2. @AndForn Vorrei tornare sull'argomento del mio ultimo messaggio qui sopra sotto EDIT (cioè la seconda paziente che non c'entra nulla con il primo di apertura del post) avendo fatto qualche giorno di esperienza diretta in più credo di aver capito meglio, tuttavia vorrei sentire un parere altrui perché quel caso mi lascia ancora dubbiosissimo. Sostanzialmente la domanda iniziale era sorta sul protocollo Survey, Flair longTr coronale, Flair longTr assiale, T2W TSE assiale, T1W SE assiale, T2W FFE assiale, T2W TSE sagittale, DWI_og (assiale), dDWI_og sense (assiale), sDWI_og sense (assiale), Reg - DWI_og SENSE (assiale) che come dicevamo è utile a indagare un (ricontrollo) trauma cranico ed effettivamente noto essere un protocollo abbastanza fisso per traumi cranici nel mio ospedale. Usato molte volte se non sempre. Tuttavia mi resta una dannata domanda su quell'evento (vedere EDIT messaggio sopra), sono andato a riguardare la scheda e la paziente era stata inviata come anamnesi a mio avviso ben poco chiara: dismetrie e tremori sulla ricetta. Il tecnico cui ero affiancato ho guardato e ha svolto proprio il protocollo di cui sopra che in effetti vedo sempre usato nei traumi. Tuttavia la paziente non sapevamo se fosse un trauma (nessuno ha chiesto nulla e si è solo letta la ricetta). La mia domanda è quindi: secondo te/voi (di maggior esperienza) un tale protocollo può andar bene con una richiesta dismetrie e tremori , cioè insomma mi sembra un protocollo usato un po' per tutto "di base diciamo" per l'encefalo a prescindere che sia trauam cranico o meno o sbaglio? Il fatto che mi han fatto una testa enorme per tre anni sull'importanza dell'anamnesi, poi vedo che il protocollo è "lanciato" così senza timore e senza indagare oltre e questo mi lascia un attimo perplesso. Molte grazie a voi tutti.
  3. Molto bene e in effetti sono abbastanza frequinti analisi di vecchi traumi avrò modo di vederne altri e confronterò e romperò di più le scatole. Come ti dicevo sono davvero novizio "sul campo" e in effetti è il primo trauma vecchio che mi ritrovo a vedere di fatto. Ad ogni buon conto se quello che ho scritto è il protocollo messo a punto penso non differiranno molto altri casi successivi che verdrò. Ora come ora in effetti mi incuriosisce molto sapere perché non siano state introdotte quelle che suggerisci. Chissà... mille ipotesi possibili, però appunto se sono sufficienti quelle che abbiamo fatto bene così, mi rendo conto di esser ipercritico e iperattento. Grazie mille @AndForn ancora per le tue risposte sei stato molto gentile ad aiutarmi. Ti ringrazio molto. [EDITO MESSAGGIO] Vorrei aggiungere un breve PS dato che ho avuto la fortuna di poter parlare qui con te. vorrei gentilmente porti una seconda e ultima domanda. In realtà è un secondo caso di quella giornata in cui da stupido non ho posto domande (come ti dicevo) e ora me ne rammarico. Però avendo la possibilità di parlarne con te vorrei avere un parere differente. Caso scorrelato dal precedente. Si presenta un pazinete con una anamnesi a mio avviso ben poco chiara: dismetrie e tremori sulla ricetta. Non si pongono molte domande al paziente da quanto sento (come dicevo è un collega di poche parole :D) e a questo punto è anche qui stato fatto un protocollo che aihmé non feci in tempo a segnare/appuntare. Mi chiedevo in un caso dubbio del genere non avendo "rimbalzato" il paziente se uno svolgesse il protocollo che elencavo sopra ( Survey, Flair longTr coronale, Flair longTr assiale, T2W TSE assiale, T1W SE assiale, T2W FFE assiale, T2W TSE sagittale, DWI_og (assiale), dDWI_og sense (assiale), sDWI_og sense (assiale), Reg - DWI_og SENSE (assiale) ) che come dicevamo è più utile a indagare un (ricontrollo) trauma cranico potrei sbagliare o sarebbe comunque sensato come approccio? Siccome vedo essere un protocollo usato spesso nel mio ospedale vorrei capire se sia sensato per il quesito dismetrie e tremori che si era presentato e questo è il mio cruccio e vorrei far chiarezza con te. Cosa ne pensi? Prometto che non disturbo oltre
  4. Non vorrei esser stato poco chiaro anche qui.. Esattissimo infatti la domanda verteva sul caso specifico: diciamo che io mi ero sempre trovato con traumi cranici "freschi" mentre in questo caso era una indagine postadata, un ricontrollo alla ricerca di esiti cicatriziali su pz di 27 anni per indagare trauma infantile (avvenuto da bambino) e dubbi del neurologo su eventuali compromissioni frontali mai esplorate trovate nella visita. (Era un tipico trauma frontale: bambino che cade dall'alto con la fronte, ma 20 anni dopo) In realtà dalle sequenze riportate non era uscito nulla (forse anche quello ha fatto propendere per fermarsi lì), però appunto mi era vneuto il dubbio: ma basteranno queste sequenze per un trauma così vecchio che si vuoe indagare oggi? si vedranno eventuali esiti dopo così tanto tempo o meglio approfondire con altre sequenze? Dalla tua risposta però mi pare di capire che sono io ancora troppo inesperto e esagero appunto. Rispondendo al resto. Diciamo che ci sono due tecnici uno di molte parole, l'altro di molte meno. E quel giorno ero con quello che parla pochissimo e non ho osato (so di aver sbagliato perché poi sono rimasto col dubbio) però ora che mi hai detto che è normale sono più sereno. Più che altro come dievo spesso pecco perché fosse per me esagererei in eccesso... ma so che è sbagliato. Inoltre io vorrei capire, perché sebbene siano protocolli "prefabbricati" vorrei anche capire appieno ciò che faccio e farò. In realtà non una singola nel senso che abbiamo la sense head coil ma anche la sense neurovascolare Grazie!
  5. Ciao grazie per la celere risposta! Forse non sono stato molto chiaro e mi scuso provando a rimediare: la macchina su cui è stato fatto lo studio che ho scritto è una Philips ingenia 1.5T e sono come dicevo affiancato (non ho operato io) ma mi sono appuntato come sempre le richieste per cui il paziente è lì e i protocolli per ristudiarmeli bene con calma e fare le mie elucubrazioni comparazioni. Come dicevo il paziente era stato inviato a risonanza per quanto ho scritto nel primo messaggio, non mi era mai capitato nessuno con quella richiesta e per questo ho appuntato il protocollo, e non l'ho scritto ma è stato eseguito tutto senza mezzo di contrasto. La mia domanda era Cioè insomma volevo capire se è abbastanza standard e può essere sufficiente per lo studio per cui era stato inviato il pz, perché come dicevo certe volte io iperesagererei con le sequenze e vorrei capire se quanto fatto è abbastanza standard. Perché ripeto non l'ho eseguita io ma ho solo assistito passivamente diciamo. Grazie ancora, se pecco ancora di ciharezza chiedi pure
  6. Buongiorno a tutti, mi sono registrato al forum solo oggi sebbene nei miei anni di studio all'università ci fossi già capitato in passato. Finalmente posso interagire attivamente infatti oggi ho finalmente concluso il percorso universitario, sono in formazione e sono stato affiancato da pochi giorni a un collega e operiamo su una RM Philips ingenia 1.5T Sono qui per chiedere un parere e per imparare, non vorrei infatti la mia domanda apparisse supponente, al contrario essendo davvero newbie mi piacerebbe confrontarmi con qualcuno di maggiore esperienza di me e penso questo forum possa aiutarmi in questo. Venendo al dunque e alla domanda vera e propria: si presenta paziente circa 27 anni che riferisce di una caduta in età infantile e trauma cranico all'epoca e il neurologo chiede una indagine per vedere se vi fossero esiti cicatriziali cerebrali misconosciuti all'epoca, insomma un approfondimento post visita neurologica specialistica. Diciamo controllo dopo anni per tratti dubbi. Il protocollo impostato all'ospedale dove svolgo il mio "apprendistato" ( passatemi il termine per far sorridere) è stato il seguente. Mi sono appuntato le sequenze eseguite con i nomi sulla macchina: Survey, Flair longTr coronale, Flair longTr assiale, T2W TSE assiale, T1W SE assiale, T2W FFE assiale, T2W TSE sagittale, DWI_og (assiale), dDWI_og sense (assiale), sDWI_og sense (assiale), Reg - DWI_og SENSE (assiale) Il mio dubbio è questo: probabilmente pecco di iper precisione e farei praticamente sempre tutte le sequenze, ma ovviamente non si può procedere così altrimenti non si finisce più, mi piacerebbe quindi chiedere a voi se riguardo al quesito diagnostico riportato sopra tali sequenze siano sufficienti e utili per vedere residui di eventuale trauma occorso all'epoca o se anche voi avreste aggiunto qualche altra sequenza. Ripeto non voglio esser supponente e dire "non bastano", voglio solo capire se è un protocollo standard o meno secondo parere altrui. Grazie mille a tutti per l'aiuto. Un saluto e buon lavoro, Mattia.

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links