Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




Luca Bartalini

Custode del Forum
  • Numero contenuti

    3626
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

774 Excellent

Su Luca Bartalini

  • Rank
    Senior Member
  • Compleanno 23/05/1984

Contact Methods

  • Linkedin
    http://lnkd.in/FdWMeQ
  • Facebook
    https://www.facebook.com/luca.bartalini.5?ref=tn_tnmn

Profile Information

  • Tipo di Utente
    Professionista Radiologia

Visite recenti

2908 visite nel profilo
  1. Io conosco questo: https://www.ajronline.org/doi/10.2214/ajr.184.6.01841744 Senza contare gli spot sui siti delle varie case produttrici tipo questo: http://www3.gehealthcare.in/en/products/categories/magnetic-resonance-imaging/musculoskeletal-imaging/2d-3d-merge#tabs/tabE2385AEB806541C3B156A4DECED036ED
  2. Semplicemente perché non esistono sistemi di campionamento ADC che riescano a lavorare nell'ordine dei MHz. Almeno che non ci siano state evoluzioni negli ultimi 2 anni...
  3. Ciao Martina. Come ti è stato scritto dai colleghi, Kpacs è un programma in grado di creare DICOM partendo da qualunque file immagine (non intendo .iso ma jpg per esempio). I principali tag DICOM li puoi editare tu e probabilmente si riesce anche a strutturare un albero DICOM completo con DICOMDIR (sinceramente non l'ho mai fatto). Se non ero Kpacs ti scriverà nell'immagine automaticamente "Secondary Capture" in modo che non possa essere confuso con un DICOM originale. Ovviamente fai molta attenzione perché far girare DICOM costruiti a mano è estremamente pericoloso. Anche se riprendi i tag originali non è detto che tu li metta correttamente e comunque non riuscirai a ricrearlo in modo originale. Non distribuirli assolutamente al paziente o altro in quanto possono venir fuori grossi problemi!!
  4. Ciao Paolo. Bentrovato. Concordo con Vito nel fatto che siano due buone macchine ma molto dipende per Hitachi dal modello (Airis II - Airis Vento - Airis Mate) e per Esaote dal pacchetto software (Performa - eXP) La S-scan può fare di base tutte le articolazioni (anca Monolaterale) e colonna cervico-lombo-sacrale. Può essere comprata la licenza per il dorsale e con il top di gamma estesa può fare anche l'encefalo. La Hotachi in funzione del modello e della dotazione può essere anche total body, compreso addome addirittura. Le variabili da considerare sono molte quindi valutate in base alle necessità del vostro centro Facci sapere
  5. E-scan in tempi contenuti scordatela. E' una macchina che secondo me ad oggi non è più accettabile. Per fare immagini "buone" serve troppo tempo e comunque non sono più al passo con i tempi.
  6. IL motivo dell'assenza di segnale è ovviamente il posizionamento della bobina come scritto nella diapo. Sbagliano quasi tutti. Visto come devi mettere la bobina l'unica possibilità è mettere il paziente in decubito per il cervicale ma non so quali risultati tu possa ottenere. Quasi impossibile che il paziente stia fermo, supponendo di riuscire a posizionarlo...Sulle basso campo, già in condizioni ottimali con bobina dedicata e protocolli ottimizzati, siamo in condizioni critiche, specialmente per la corda midollare. Se un paziente non entra nella bobina è meglio che la faccia in un apparecchio ad alto campo oppure fatti dotare della bobina cervicale multicanale XL
  7. Sagittale: read Assiale: slice
  8. L'articolo può fare scalpore per il risultato ma il contenuto è principalmente sfruttato per capire quali sono i meccanismi di apprendimento di un cervello primitivo per applicarlo ai meccanismi di Learning informatico. Il piccione segnerà il futuro del radiologo :-D (Battutaccia Tommy non me ne volere) Nessuno ha la veggenza qua dentro, si possono fare solo supposizioni in base all'andamento delle cose. Personalmente credo che la figura del radiologo sia quella più a rischio in questo processo. Questo non significa che sparirà ma che magari si riadatterà all'evoluzione delle cose. Lo stesso vale per il TSRM. Dal mio punto di vista nel campo della RM per esempio fra 10 anni non credo sia più necessario un operatore esperto di tecniche di acquisizione in quanto tutto si baserà su una unica acquisizione con estrazione di tutte le informazioni da un unico spazio K riempito in modo complesso con tecniche compressed sensing e finger print. Rimarrà la parte di posizionamento forse e post-processing, il resto sarà tutto auto-adattivo. Magari sono un visionario fulminato.... ci sta
  9. Il programma di cui parli credo che sia "Watson for radiology" e delle tecnologie deep learning Personalmente credo che la strada sia quella, su tutti i campi del mondo sanitario in particolare. Ovviamente non parlo di altri settori dove l'automazione ormai è assodata Alcuni profili professionali che oggi conosciamo cambieranno da qui a 10 anni, per non dire che scompariranno forse... vedremo
  10. L'IET che utilizzi (sotto i 15 msec) è già molto basso, non ti conviene scendere. Mi pare che il limite sia 10. Il TE è indirettamente legato a ETL e IET nelle fast, non lo puoi modificare direttamente
  11. Per vedere se ci sono differenze bisogna che tu ripeta la sequenza T1 a 5 e 3 con TR RIDOTTO, sullo stesso paziente con magari una alterazione visibile. Su pazienti diversi serve a poco. Poi ovviamente se hai tempo di fare fast T1 5-3 e SE pura è il top
  12. Ciao. Una risposta netta e sicura al 100% credo non te la possa dare nessuno ma è indubbio che sulle basso campo le SE pure in T1 reagiscono molto meglio delle fast, specialmente se quest'ultime hanno un treno di echo elevato. Personalmente lavoro, o meglio, ho lavorato molto e solo su basso campo e ho sempre preferito le SE pure in T1, specialmente in casi delicati come quello elencato ed in presenza di MDC. Molti centri fanno MDC con basso campo. Vedendo i parametri ed ipotizzando che tu stia parlando di una Hitachi Aperto potresti provare a portare ETL da 5 a 3. Questo ti dovrebbe permettere di abbassare nettamente il TR avendo un contrasto T1 sensibilmente migliore. Ovviamente il tempo di acquisizione salirà. Prova e facci sapere che sono curioso...
  13. ROOOOX. No, ho già impegni per il master, non ce la faccio purtroppo
  14. Esagerato!!! :-D Come logica hai detto bene, più alta è la risoluzione e più puoi osare ma dipende dal tipo di bobina e soprattutto dal tipo di sequenza. La stessa variazione di SpeedUp su due classi di sequenza diverse con stessi parametri di risoluzione spaziale possono portare a risultati molto diversi. Si potrebbe stare una giornata intera a discutere su questo parametro. Prova a giocarci e fatti la tua idea. Parti con piccole variazioni mi raccomando poi, quando hai preso confidenza, puoi osare

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links