Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




Luca Bartalini

Custode del Forum
  • Content count

    3,712
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Luca Bartalini

  1. Ciao Felice. A cosa ti riferisci esattamente sull'immagine? Potresti allegarne una centrale nella quale si vede bene il parenchima cerebrale?
  2. Durante il congresso verrà svolto un quiz interattivo mirato agli artefatti in RM. Il partecipante che totalizzerà il punteggio più alto, riceverà in regalo una copia omaggio del libro "ARTEFATTI E SOLUZIONI TECNICHE NELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI RM", in lingua italiana o inglese a scelta del vincitore.
  3. Eh si, quelle sono. Puoi azzardare a fare una DP coronale ma la T1 reagisce sicuramente meglio. In ogni caso, una FW assiale a bassa risoluzione come indicato nel mex precedente puoi azzardare a farla. Magari una STIR cornale e una FW assiale: aiuta il radiologo nel caso di Hill-Sachs e/o lesioni del cercine glenoideo.
  4. Ciao a tutti. Con grande soddisfazione, condivido con voi le recensioni ricevute dai primi 3 revisori della versione inglese del libro. Inoltre, ho caricato un breve ( Video Contenuti Libro.mp4 ) di presentazione e degli obiettivi del testo. E' copyright free, chiunque si senta libero di scaricarlo e condividerlo sui propri canali social.
  5. Qualcuno mi ha evocato? hahaha, scherzo. Ha detto tutto il buon Alberto, aggiungo solo che le sequenze GE di cui parli Ligeiro sono sicuramente le FW (Dixon) le quali, in quel modello e con quel tipo di ricostruttore, hanno dei tempi di post processing imbarazzanti talvolta. Per far durare di meno la ricostruzione e liberare quindi prima la macchina per potere acquisire una terza sequenza, ti consiglio di stare ad un valore pari o inferiore ai 256 per la matrice di acquisizione (sia phase che freq) e di controllare che la voce "Recon Matrix" dentro il pannello "matrix" sia su "auto". Questa è una buona leva, ce ne sarebbero altre ma è impossibile applicarle senza considerare la soggettività della macchina in questione.
  6. Il Congresso è stato accreditato con 7 ECM per Tecnici di Radiologia Medica.
  7. Venerdì 24 Maggio 2019 si svolgerà il primo workshop organizzato dall'associazione AITIRM, presso il Meyer Health Campus di Firenze. La giornata sarà focalizzata sul mondo degli artefatti in RM non potendo mancare, oltre alle soluzioni per risolverli, anche una abbondante discussione sui principi RM da cui gli artefatti stessi trovano origine. Nel pdf allegato potete trovare tutte le informazioni utili. Ci vediamo a Firenze! Workshop AITIRM_24 maggio2019_Firenze.pdf
  8. No Alberto, quei parametri li può vedere solo il service. Bravo! Il 24 al congresso ci si diverte dai, porta anche i pomodori per il relatore.. maturi eh!!
  9. Ciao, ma la tesi dovrebbe essere presentata quando?
  10. Per ricevere aggiornamenti sul corso, cliccare su "mi interessa o Partecipa" al seguente evento Facebook. https://www.facebook.com/events/561586581003465/
  11. Nella prossima vita… forse
  12. Il corso si propone di favorire la puntuale conoscenza del percorso giuridico e politico che ha portato alla crescita e al riconoscimento delle professioni sanitarie ricomprese nella Federazione Nazionale Ordini TSRM PSTRP. Obiettivo principale del corso è quindi consentire l'acquisizione della consapevolezza della responsabilità professionale nello svolgimento della professione e dell'importanza dell'essere iscritto all'Ordine, al fine di garantire l’affidabilità professionale degli interventi attuati dai professionisti in ambito sanitario ed agire con una maggior tutela dei cittadini che riceveranno sicurezza, affidabilità e rigore nelle cure. Scheda informativa: E adessso ORDINE.pdf Iscrizione on-line: http://www.mapyformazione.it/TSRM-PSTRP/
  13. Nota importante: Come ben specificato nel pdf informativo allegato, L’ATTIVITA’ FORMATIVA E’ RIVOLTA AI SOCI AITIRM. Per i colleghi che vogliano partecipare ma non sono iscritti all'associazione, visitare il sito ufficiale di AITIRM nella sezione "iscrizioni". https://www.aitirm.org/iscrizioni
  14. Ciao Rosanna. L'invio del format ed il bonifico devono essere fatti contestualmente ma, prima di procedere, è buona norma chiedere conferma alla Riccione Congressi in merito alla disponibilità dei posti. Essendo uscito l'annuncio pochi giorni fa sicuramente sono disponibili ma più in avanti potrebbero saturarsi velocemente.
  15. Lo scopo primario del sito è condividere informazioni generali sulle metodiche di imaging medico e scambiare pareri ed esperienze individuali sulle tecniche diagnostiche per il miglioramento e l'ottimizzazione nell'esecuzione delle stesse. NON possiamo dare valutazioni individuali di tipo medico, clinico o dosimetrico. Per queste informazioni invitiamo a rivolgervi sempre al medico curante o fisico medico.
  16. Ciao. Molto semplicemente: L'artefatto si verifica quando, lungo la direzione di codifica di fase, è presente del tessuto al di fuori del FOV. Per eliminarlo ci sono vari metodi ma, visto che hai parlato di oversampling, attivandolo o incrementandolo "allontani" l'artefatto fino ad eliminarlo dal tuo campo di vista. Nelle immagini 2D è facile, nelle 3D è più complesso perché è presente una seconda codifica di fase lungo la direzione del volume. Anche in questo caso, in modo identico, abilitando l'oversampling 3D lo elimini. Poi si può parlare per 2 giorni di ribaltamento e modi di eliminarlo ma questo è il succo.
  17. Allora aspetta, non facciamo confusione. Il Size dell'oversampling al 100% significa che è disabilitato. Se è impostato a 200 lascialo pure, anche perché non è modificabile se non cambiando la modalità di antialiasing; diventa troppo complicato, impossibile fare una application specialist su un forum Il size del rect-FOV significa che stai rettangolarizzando in modo sempre più marcato quanto minore è il valore. Sulle reference purtroppo non vedi la differenza, te la devi immaginare (vecchia release)
  18. Il size al 100% significa DISABILITATO! La BW la gestisce automaticamente la macchina in buona parte delle sequenze, il margine di azione non è molto, occhio a muoverla troppo
  19. Ciao Denise. Personalmente non posso esserti di aiuto, non conosco in modo ottimale la metodica, tantomeno la macchina specifica. Immagino che tu ti sia già confrontata con casa madre per risolvere il problema, corretto?
  20. Ciao Diego. All'interno di questo articolo gratuito dovresti trovare collegamenti utili per iniziare una ricerca efficace. Facci sapere. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3438860/
  21. Ah ok! Il "Size" è il famoso "oversampling", anti-ribaltamento per capirsi. Nella Hitachi lo puoi attivare in 3 modi diversi, in combinazione con altre leve: per chi si approccia alla macchina è molto difficile da capire. Il "Level" è la banda di campionamento (BW)
  22. Per chi ha acquistato il libro nella versione italiana o lo acquisterà, è importante sapere che è possibile acquisire fino a 15 crediti ECM tramite la procedura di iscrizione/compilazione sul portale Co.Ge.A.P.S. Per la procedura da seguire si rimanda al canale Facebook, facendo click direttamente sull'immagine sottostante.
  23. 1) Esatto. Ti consiglio di lasciare sempre 0,5 di non acquisito (5-5,5) 2) Nelle sequenze standard su colonna/articolare ti sconsiglio di usarlo. Si potrebbe ma è necessario stravolgere la sequenza da capo a piedi: impossibile in questa sede. 3) "Size" dove lo hai letto?
  24. Il problema era la temperatura…? Ma di quanto era variata per curiosità? Per il discorso parametri è molto più complicato perchè l'impostazione corretta dipende da altri fattori, hardware e ambientali. Le stesse impostazioni non vanno bene per tutte le RM, nonostante siano dello stesso modello; è un mondo infinito, te lo garantisco. Per quanto riguarda il valore del SNR, se non erro, su quella versione non esiste. E' tutto a immaginazione :-) il valore "interval" occhio che non indica il gap, bensì la distanza fra il centro di due slice contigue! Es. 4mm spessore, 4 mm interval, fette contgue SENZA GAP!
  25. Ok. Il fattore di qualità è un valore che indica in modo RELATIVO come varia il SNR. I due FOV indicano semplicemente il campo di vista nelle due direzioni di codifica. Per il discorso "gestione parametri" diventa più complesso e dipende da una moltitudine di fattori, non solo legati ai parametri in sé. In ogni modo non è assolutamente vero che aumentare il tempo equivale ad aumentare la qualità. Dipende da quale punto di vista guardi l'immagine (SNR-Ris. spaziale/contrasto ecc) Se vuoi meglio valutare come varia la qualità, ti consiglio di partire da una sequenza con i due FOV uguali e modificarli assieme, nella stessa entità.

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links