Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




Alan 89

Utenti Attivi
  • Numero contenuti

    430
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

154 Excellent

3 Seguaci

Su Alan 89

  • Rank
    Senior Member
  • Compleanno 25/09/1989

Profile Information

  • Tipo di Utente
    Professionista Generico

Visite recenti

1918 visite nel profilo
  1. Concordo con Luca; inoltre dall'aspetto del T2 mi pare tu stia lavorando con un'apparecchiatura SIEMENS, qualora fosse hai per caso attivo l'IPAT?
  2. Pub Med, tag Università degli studi di Brescia, la seconda Radiologia è il tempio del testa/collo con referenti a livello mondiale. buono studio.
  3. Buonasera. Innanzitutto non sono assolutamente domande banali in quanto dimostrano come la risonanza magnetica stia diventando metodica “iper specializzante” sia per gli esecutori che per gli utilizzatori. I software Horos e Osirix nei processi di fusione, per orientamenti di pacchetti d’acquisizione uguali (es. assiale-assiale), attuano calcoli di ricalibrazione per i quali la fusione avviene praticamente perfetta. Ho eseguito tali fusioni per distretti quali pelvi maschile, mammella, basicranio e imaging Pet-Tc senza riscontrare problemi ad eccezione di sequenze DWI e DCE in ambito Body head/Neck. il problema si pone esclusivamente su strutture in movimento od importanti cambi di posizione del paziente per esempio tra sequenze pre e post contrasto; qualora Lei necessiti di ricostruzioni e/o fusione di immagini sui 3 piani è consigliabile, come proposto da Alberto Bonfante, che faccia elaborare un protocollo specifico basato su sequenze 3D con voxel isotropico. Vedo come ostacolo le tempistiche di acquisizione e di conseguenza la permanenza del paziente nella stessa posizione, ma sono anche molto fiducioso che , con le nuove tecniche di imaging accelerato sia una cosa fattibile. Domanda mia: per valutazione fistola rinoliquorale non è sufficiente una scansione TC?
  4. Grazie per i commenti, in caso ci vadano, ben vengano le critiche. La sezione on-line é fatta anche per questo.
  5. Senza software è difficile, ma non impossibile. Dovresti tracciare delle Roi ed estrapolare le variazioni di segnale ad ogni eco. Senza software perdi tutta la parte iconografica e quindi «scenografica », puoi però applicare delle LUT per avere comunque un dato colorimetrico. Dovresti lavorare almeno il triplo rispetto ad un lavoro fatto con software. Vedi tu se il gioco vale la candela..
  6. Ciao, si alla base ci sono delle T2 Multiecho. Per aiutarti mi servirebbe sapere in che distretto anatomico vuoi applicare la tecnica. E magari anche L’apparecchiatura con la quale lavori.
  7. Fai direzione R>L , prova almeno..
  8. Certo, le mie erano proposte ulteriori, infatti ho consigliato lo shilmming da attuare manualmente. Riguardo alla fase davanti c’è dell aria e quindi zero problémi di distorsione, ma qualora persistesse proverei anche quello.
  9. Si, ma queste non mi sembrano magnifiche con quelle sparate che seguono la fase. Tentare è gratis; sull essenza non c’è possibilita di attivazione di fattore bipolare; quello aiuterebbe..
  10. Personalmente cambierei anche la Fase: R>L , abbasserei Tr a 5500 e Te a 90; poi, oltre la storia dello shim volume, centrati più che altro sul picco del grasso manualmente. Praticamente a sequenza aperta System>Adjustement>clicchi su confirm freq. adjustement togliendo e rimettendo la V nel box, poi una volta applicata la sequenza ti appare il grafico coi picchi e ti sistemi a modo.
  11. Ciao, magari togli il b400 e tieni come ultimo valore b1400, nella multiparametrica un valore di b alto é molto importante. Nella T2 assiale di centratura (tra l’altro con un bel segnale ) , si vede un bel tratto di retto con L aria; prescrivete il clisma evacuativo pre esame? Perché purtroppo le interfacce aria-tessuto inficiano veramente tanto. Quando lavoravo su Siemens Essenza le DWI erano calibrate malissimo, ogni minimo accorgimento apportava sempre un miglioramento.
  12. Angio tac aorta toraco-addominale
  13. La TIRM é la STIR TSE. Solo Siemens la chiama così. Per il localizer probabilmente non é partito x 2 motivi: 1- Cercavi di aprirlo con le immagini di polizze vecchio ribaltato aperte e ti dava L errore « Patient orientation changed ecc.. » 2-Il release della prodiva (nuovissima) per ogni cambio che fai (anche una semplice rinominata delle sequenze) pretende che confermi con enter, se no non salva nulla, é probabile quindi che il problema sia in relazione a questi 2 piccoli accorgimenti
  14. Lo specialist si paga salato.. Ottimizzazione e radiologo non vanno d accordo.. Alcuni vogliono immagini più definite e rumorose, altri più piatte ma con più segnale.. sai tu? Parla con i tuoi radiologi e applicati per prove ed errori. Buona fortuna.
  15. E' questo il problema. purtroppo su internet si leggono molte cose, sopratutto in ambito sanitario. Qui sul forum ci sono professionisti che hanno svolto un numero di esami a RM a 4 zeri e molto raramente si sono imbattuti in esami inficiati dalla presenza di trucco o cosmetici; giustamente come diceva AndForn quelli che disturbano sono glitterati e oltretutto in quantità medio-importanti. Stia serena.

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links