Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




MarcoTSRM

Utenti Attivi
  • Numero contenuti

    39
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

3 Neutral

6 Seguaci

Su MarcoTSRM

  • Rank
    Advanced Member

Profile Information

  • Tipo di Utente
    Professionista Generico

Visite recenti

255 visite nel profilo
  1. Allora guarda ieri non ho usato le FIRM perché andavo un po' di corsa e me la sono cavato con le LAVA, entrambe sono delle Gradient t1 pesate pensate per il post contrasto (l acronimo LAVA sta per liver e qualcos'altro che ora non ricordo bene ma controllero'...probabilmente Volume Acquisition,pensate proprio per il fegato)...per le FIRM so solo dirti che me le ha consigliate un collega perché mi ha detto che possono essere acquisite in modalità single shot ,slice per slice come per le radiali della colangio appunto, cosa che dovrebbe facilitare l acquisizione per chi non tiene l apnea, però mi chiedo a questo punto quale sia la vera utilità dato che così facendo avrei un enhancement di un tipo alla partenza e un altro all' ultima slice; probabilmente utili per particolari su poche slices in fase tardiva...per un acquisizione completa in tardiva se il paziente non tiene l apnea sempre meglio le Turbo spin echo saturate o le Gradient FSPGR, anche se con le tse c è il.rischio che il tr venga rimodulato e alzato in base alla frequenza respiratoria ed esca fuori una densità protonica, cosa che mi è successa e infatti devo capire bene come evitare questa cosa ;)... Appena ho un addome con mdc mando una di queste FIRM e pubblico qui
  2. Grazie Alan, sì l'esame alla fine è andato bene ma diciamo siamo riusciti a convincere la.paziente claustrofobica per fare una blanda sedazione, quindi me la.sono cavata con le triggerate per il pre e con le breath hold per il mdc perché sono riuscito a farle fare anche quelle, le immagini non credo a questo.punto abbia molto senso postarle a meno che non sei curioso di vedere una semplice RM addome e colangio per sospetta cirrosi biliare Comunque grazie a tutti, sicuramente se capiterà di farla in sedazione profonda proverò con i bolus;)
  3. Grazie Tommy27, avevo pensato infatti ad un test bolus per vedere se la cosa è fattibile. Per quello che riguarda le Radial VIBE di Siemens non le conosco, io lavoro su GE Signa 1,5 T HD, tra l'altro in forte necessità di upgrade e in più abbiamo il semplice trigger a laccio senza il navigator; domani farò il possibile anche perchè statisticamente non credo ci sarà bisogno di fare fasi particolari dopo mezzo di contrasto, la mia era più una curiosità professionale a questo punto Un altro collega mi ha consigliato le FIRM dopo mdc che da quel che ho capito sono sempre delle gradient echo t1 saturate che possono essere acquisite in modalità single shot slice dopo slice (durata tra 0,8 e 1,5 secondi da mandare quando il trigger non è in fase inspiratoria sempre che la curva non sia troppo veloce per l'acquisizione), non il massimo della vita credo; a questo punto se non c'è il problema del tempo di una acquisizione precoce credo che una classica t1 tse fat sat triggerata o una fspgr in fase andranno più che bene.
  4. Buongiorno a tutti, domani dovrei fare una RM addome sup. con mdc+ colangio RM in sedazione. Premetto che sara' la prima volta che farò un esame in sedazione su questo distretto, e premetto anche che non so quale sia il preciso quesito medico. Volevo solo chiedere secondo voi se sia fattibile un'eventuale acquisizione dinamica (nei limiti del refertabile ovviamente) con le sequenze LAVA che peraltro ho usato più volte e non mi sembra abbiano mai avuto grandi problemi con artefatti da respiro. Un collega mi ha parlato anche di una possibile apnea indotta da parte dell'anestesista al mio comando ma rimango un po' spaesato di fronte a quest'ultima cosa sinceramente . Con la colangio penso di cavarmela con le radiali in single shot ed eventualmente con la 3d se con la frequenza respiratoria abbassata non dura troppo. Tra l'altro volevo chiedervi appunto a che valore più o meno la frequenza del respiro può scendere con i vari gradi di sedazione partendo da una normale di 12-20.
  5. Eccomi qui, e confermo che il problema era proprio la posizione della banda di presaturazione. Colpa mia ,pago da bere a tutti Per quello che riguarda il phase-fov in AP, io di solito lo utilizzo solo sulle stir per guadagnare tempo, perchè comunque dopo contrasto ho sempre avuto il pensiero di mandare l'artefatto dell'aorta sui corpi vertebrali...devo dire che se il-la paziente è giovane e quindi il midollo rosso non è completamente convertito in quello giallo, vengono abbastanza discrete. Sulle t1 e t2 invece se il paziente non è corpulento, ho sempre risparmiato le barre senza avere mai grattacapi , e comunque parlo sempre di esami per lombalgie varie, se il quesito è più delicato mi faccio un pensiero in più per metterle. In ogni modo l'esame in questione non era un controllo metastasi, ma un controllo a distanza di un mese da un'operazione fatta per inserire dei distanziatori...guardate un po' la' dietro che sacca ascessuale.

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links