Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

Tommy27

Utenti Attivi
  • Numero contenuti

    1500
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

406 Excellent

5 Seguaci

Su Tommy27

  • Rank
    Senior Member
  • Compleanno 05/11/1976

Contact Methods

  • Linkedin
    https://www.researchgate.net/profile/Tommaso_Bartalena

Profile Information

  • Tipo di Utente
    Professionista Radiologia

Visite recenti

640 visite nel profilo
  1. succede anche a me
  2. sinceramente ritengo preferibile la visione "in appoggio sinistro" sia perchè li ho sempre visti fare così che effettivamente per il fatto, come dici giustamente tu, che "riflette" anche il verso di appoggio reale del pz. allo schermo
  3. a mio avviso non c'è un modo "sbagliato" ed uno "giusto", c'è però da dire che se dove si lavora si è abituati a vedere i toraci girati in un modo allora bisogna seguire quella convenzione e fare in modo che la "presentazione" delle immagini segua uno stesso standard. io sono 15 anni che lavoro e li ho sempre visti girati nel "verso n.2" per cui il cervello e l'occhio sono ormai abituati a vederli in quel modo per cui in effetti troverei irritante trovarmi a refertare un torace girato in un verso ed uno in un altro, specie se mi trovassi a fare sessioni di radiologia toracica di 40-50 esami in un pomeriggio come effettivamente mi capitava quando ero in ospedale
  4. penso che si tratti di una convenzione. io nei posti dove ho lavorato le ho sempre visto "presentare" le LL del torace nel modo n° 2, ovvero con il petto e la pancia che "guardano" alla destra del refertatore. mentre restando in ambito radiologico, se si tratta di LL del rachide le ho sempre viste presentare nell'altro verso, ovvero con petto e pancia che "guardano" alla sinistra di chi referta. se guardo però sul mini-atlante Moeller-Reif della Thieme , noto che nelle immagini anche le LL del torace sono girate rivolte a sinistra. probabilmente è una questione di gusti ed abitudini.
  5. l'ortostasi può fare modificare una spondilolistesi ma non l'altezza di una vertebra... sono 2 cose diverse. anche in un crollo recente la vertebra deformata rimane sostanzialmente uguale sia che la guardi in clinostasi che in ortostasi... ricordati che è sempre tessuto osseo e che non fa la "fisarmonica" a seconda del decubito.
  6. sì, ho sbaglio a scrivere... le TrueFISP sono quelle a destra e sono acquisite in sagittale
  7. le volumetriche TrueFISP sono quelle che vedi sul lato sn. degli screenshot. acquisite in SAG e riformattate in AX e COR
  8. eccoti immagini e relativi tempi. mando la schermata ufficiale della RM perchè quando dico certe tempistiche la gente non mi crede.
  9. io di solito faccio: T2 TrueFISP T2 WE isotropica 0.8mm T1 TSE SAG e COR STIR SAG TSE DP FatSat COR TSE DP AX (e talora anche FatSat AX se ho dubbio sui legamenti) il tempo totale di acquisizione è sui 7-8 minuti. la volumetrica dura un paio di minuti ed è ottima per le cartilagini articolari, i tendini, i versamenti ecc. ecc. utilizziamo la bobina Head & Neck e vengono benissimo per cui non abbiamo mai avuto l'esigenza di dover prendere una bobina dedicata. magari dopo ti posto qualche immagine.
  10. sì, ho capito cosa intendi. che quel tendine fosse patologico si capiva anche nelle altre sequenze (a quell'altezza della caviglia in una persona normale il tendine è spesso la metà ed ha profilo concavo anteriore) ma indubbiamente la MEDIC T2* ti tira fuori meglio la disomogeneità interna del tendine ed anche una minuscola lacerazione. prima mi ero dimenticato di dire che oltre alle DP FatSat, nel nostro protocollo noi ci mettiamo sempre anche una T2 TrueFISP WE isotropica a 0.8 mm che da risultati molto simili alle MEDIC ma con il vantaggio dello strato ultrasottile che permette ancor di più di vedere dettagli fini.
  11. ma scusa... prova a ragionare un attimo.. secondo te una vertebra cambia di dimensioni se la studi in ortostasi o in clinostasi? la morfometria serve appunto per misurare le altezze delle vertebre...
  12. secondo me ti conviene fare una segnalazione scritta alla direzione della clinica ed al responsabile della radiologia in modo che risulti agli atti che tu hai notato la criticità ed hai chiesto che venga risolta (tramite training alla manuntezione o altre cose che da quanto ho capito nessuno ti ha spiegato). altrimenti se non dici niente e qualcuno fa una lamentela stai sicuro che alla fine la direzione farebbe ricadere la colpa su di te che non facevi nè manutenzione nè controlli di qualità... è possibile che anche loro siano a conoscenza del problema ma facciano finta di non saperlo.
  13. bisogna vedere se lavora su un alto o basso campo. generalmente per la patologia tendinea secondo me sono ottime le TSE DP con e senza FatSat.
  14. ma quando fai immagini su pazienti cosa salta fuori?

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links