Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

Matteo Studente-tsrm

Utenti Attivi
  • Numero contenuti

    8
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su Matteo Studente-tsrm

  • Rank
    Newbie

Profile Information

  • Tipo di Utente
    Professionista Radiologia

Visite recenti

155 visite nel profilo
  1. Buon pomeriggio, vorrei capire come mai utilizzando un'acquisizione, sequenziale o volumetrica che sia, con una collimazione di 64 x 0,6 mm, posso ottenere in fase di ricostruzione slice di qualsiasi spessore, a patto che siano uguali o maggiori a 0,6 mm. Il dubbio è che le slice possono anche non essere a multipli di 0,6 mm, nonostante i canali das acquisiscano a 0,6 mm. Quindi se le slice sono da 0,6 mm o 1,2 mm o 1,8 mm, allora nessun problema, ma visto che posso avere slice da 1,5 mm o 2,5 mm o 5 mm, non me ne capacito. All'inizio pensavo che con un'acquisizione volumetrica, avendo un volume potessi "affettarlo" a piacimento in fase di ricostruzione, scegliendo qualsiasi spessore di strato. Quando però ho notato che anche in un'acquisizione sequenziale potevo fare lo stesso, allora non ci ho più capito nulla...

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links