Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




AndTSRM

Utenti Attivi
  • Numero contenuti

    168
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

3 Neutral

Su AndTSRM

  • Rank
    Senior Member

Profile Information

  • Tipo di Utente
    Professionista Radiologia

Visite recenti

424 visite nel profilo
  1. 1.Ma quindi il "concetto" dell'1:1 è un qualcosa applicabile sollo alle stampe (e quindi solo alle pellicole e non ai cd)? 2. Se si, è anche per questo motivo che i dentisti solitamente preferiscono le pellicole per opt e telecranio (tralasciando un attimo il discorso della "praticità" nel visionare l'esame)?
  2. Capito. E per quanto riguarda il discorso della visualizzazione 1:1 è un qualcosa inerente solo alle pellicole o ottenibile anche con un immagine su cd vista a monitor? So che molti dentisti preferiscono le pellicole radiografiche al cd: è forse dovuto al fatto che l' 1:1 è una condizione ripropoducibile solo su pellicola stampata e non su cd?
  3. Due domande: 1.Seguendo quello che avete detto, qualsiasi tipo di indagine radiografica potrebbe quindi essere consegnata su cd (tralasciando le preferenze del medico richiedente per un attimo). Corretto? 2. Se consegnamo il cd con un immagine rx (con quindi dentro file con immagine originale) e questo viene visto su un pc con schermo "scarso di risoluzione" vedrò ovviamente l'immagine di scarsa qualità a monitor, ma se mettessi lo stesso cd su pc con monitor ad alta risoluz (es monitor di refertazione) vedrò l'immagine alla risoluzione originale del file (es. quando radiologo guarda precedenti dei pz fatti altrove in altri centri)?
  4. @Tommy27 scusa il disturbo. Stavo leggendo il post: con "AP standard della mano" intendi la classica proiezione PA (ovvero la proiezione dorso-volare) della mano (cioè quella standard che si esegue in una qualsiasi rx mano)?
  5. Stavo leggendo il topic. "SMN" è un errore di battitura @Tommy27 ? Intendevi SMV (submento-vertice)?
  6. Capito... sisi per il trauma grave (da PS per intenderci) non ci piove (in quei casi meglio passare diretti alla cross table di Arcelin e seguire le indicazioni dei libri evitando proiezioni come la frogleg)... Ma coi traumatizzati meno gravi (quelli che appunto capitano in ambulatorio e camminano sulle proprie gambe), che comunque la gamba riescono bene o male a muoverla, si può tentare di eseguire la frogleg (come detto ovviamente senza forzare nulla e lasciando fare i movimenti al pz) anche nei casi di sospetta frattura lieve (che appunto come dici spesso non c'è...) o controllo pregressa frattura... giusto? (ovviamente considerando come detto un pz che riesce a muovere abbastanza bene la gamba senza grossi problemi)
  7. Quindi il discorso dell'evitare a prescindere la frogleg in caso di trauma (concetto che spesso viene riportato sui libri) vale proprio per pz traumatizzati "gravi" in cui si passa direttamente a fare la crosstable di Arcelin senza forzare nulla per non rischiare... Coi pz traumatizzati meno gravi (diciamo "ambulatoriali") che comunque la gamba riescono bene o male a muoverla senza particolari problemi (anche se con sospetta frattura lieve o controllo pregressa frattura come quesito) si può tentare di eseguire la frogleg (ovviamente come detto senza forzare troppo il pz e lasciando che sia lui/lei a fare i movimenti...)... Giusto? (scusate intromissione )
  8. Si in effetti per la LL del piede con pz supino molti tecnici che ho visto tendono semplicemente a far appoggiare il piede in laterale lasciando il pz supino senza star lì a farlo girare sul fianco per ottenere una LL perfetta. Quello che intendi è che se voglio ottenere una LL che sia "valida" sia per l'rx piede che per l'rx caviglia (risparmiando così uno scatto al pz) sarebbe meglio posizionare il pz in decubito laterale con il piede (e la caviglia) perfettamente in laterale evitando così sovrapposizioni varie... giusto?
  9. Perfetto credo di esserci... quindi sembre considerando il pz prono nella figura sottostante: il pz in figura ha una flessione del ginocchio di circa 90°... se il pz dovesse gradualmente piegare le ginocchia verso la coscia (verso il sedere per intenderci) l'angolo di flessione tenderà ad aumentare sempre di più (da 90° passerà a 110, 110, 120, ecc)... giusto?
  10. Perfetto grazie immaginavo! Un chiarimento: consideriamo un momento la figura qui sotto con pz prono... 1. il pz in figura ha circa il ginocchio flesso a 90°; se da quella posizione il pz piegasse le ginocchia verso le cosce (ovvero verso il sedere) i gradi di flessione del ginocchio aumentano (passiamo da 90° a 100°, 110,°, ecc)... è corretto? 2. cioè l'angolo delle assiali di rotula (quando si parla di "assiale a 45", "30-60-90", ...) fa riferimento all'angolo aperto all'esterno formato tra l'asse della tibia (gamba) e il prolungamento dell'asse del femore... giusto?
  11. Grazie mille a entrambi per le risposte! Il tuo metodo Tommy è molto interessante però non credo sia applicabile con telecomandato... Comunque quello che volevo capire è: se viene richiesta una "rx assiale di rotula" generica uno può scegliere di farla con i gradi di flessione del ginocchio che preferisce (anche tenendo in considerazione l'attrezzatura che usa) o è indispensabile eseguirla a 45°? Ovvero con una richiesta generica di "rx assiale di rotula" senza i gradi specificati, uno potrebbe farla sia con il ginocchio flesso a 90° (vedi foto sotto) , sia a 45° come ha proposto Alan, sia a 60°, sia a 30°, ecc ecc (ovviamente dando per scontatato che nella proiezione ottenuta si vedano bene rotula e i rapporti femoro-rotulei)? Sono tutti metodi che potrebbero andare bene con una semplice richiesta di "rx assiale di rotula"?
  12. Grazie! Purchè sia ben fatta in che senso? Che soprappossizioni potrebbero esserci?

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links