Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




MickyB

Utenti Attivi
  • Numero contenuti

    72
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su MickyB

  • Rank
    Advanced Member

Profile Information

  • Tipo di Utente
    Professionista Radiologia
  1. Vi chiedo scusa è che lavorando sempre senza radiologo ho sempre una valanga di dubbi spero possiate capire
  2. Perfetto ti ringrazio era quello che immaginavo il dubbio era nato appunto leggendo la frase qui sotto poichè, inizialmente, avevo capito che la LL, se fatta sotto carico, potesse dare più info sulla rotula rispetto alla LL con pz supino; ma ora abbiamo appurato che fondamentalmente non cambia niente Quindi se ho capito bene (tirando le fila del discorso e raccattando info qua e là) l'esecuzione della LL sotto carico può essere eseguita sia con il ginocchio flesso (ovvero circa la stessa flessione della LL con pz supino) sia con il ginocchio dritto senza flessione (femore e tibia sullo stesso asse); ovvero si potrà quindi scegliere di posizionare la gamba non in esame, rispetto a quella in esame, o indietro oppure in avanti appoggiata su uno sgabellino. Si tratta di "modalità di esecuzione" della proiezione ugualmente valide e che vanno semplicemente a preferenze dell'operatore e di chi referta. Per il fatto che poi venga eseguita comunque sotto carico, come hai detto, è appunto un discorso di comodità per non star lì a cambiare la posizione del pz che si trova già in piedi dopo aver eseguito l'AP in carico ma fondamentalmente nella LL, anche se l'esame è un "rx ginocchio sotto carico", non è così importante che nella proiezione l'articolazione sia sotto carico e stressata dal peso del corpo (al contrario dell'AP dove invece è importante che l'articolazione sia stressata per valutarne le rime articolari) perchè appunto anche se si esegue l'esame sotto carico non cambia niente, rispetto alla proiezione LL da supino, nè per quanto riguarda le rime articolari nè per quanto riguarda l'assetto della rotula. Ti torna?
  3. Ok.. Pensavo che la LL in carico potesse dare "qualcosa in più" rispetto a una LL con pz supino per quanto riguarda la posizione/assetto della rotula ma a quanto pare neanche quello. 1. Quindi mi verrebbe da dire che, mentre l'AP del ginocchio in carico da molte più informazioni rispetto a un'AP con pz supino (appunto per quanto riguarda il restringimento delle rime articolari che nell'AP sotto carico sono più "stressate"), la LL con pz in carico non aggiunge assolutamente niente rispetto a una LL supina: nè per quanto riguarda le rime articolari, che appunto non si vedono bene, nè per quanto riguarda la valutazione dell'assetto/posizione della rotula (che, come hai detto, si può valutare bene sia nella LL con pz supino che nella LL in stazione eretta (in carico), sia con ginocchio flesso che dritto). Giusto? 2. a questo punto mi viene da chiederti: se a un radiologo (o un ortopedico) metto di fronte due immagini LL dello stesso pz, una eseguita con pz supino e una eseguita con pz in carico, sarebbe in grado di dirmi quale è stata eseguita in un modo e quale nell'altra?
  4. E per quanto riguarda il conteggio delle vertebre dorsali il radiologo riuscirebbe comunque a contarle correttamente anche avendo a disposizione solo l'AP e la LL della dorsale (se non avesse modo di visionare l'rx lombosacrale precedente intendo...)?
  5. Molto gentile grazie @Tommy27 un ultimo quesito se posso: sapevo per certo (anche leggendo sul forum) che la LL sotto carico del ginocchio non desse informazioni in più, rispetto alla LL con pz supino, per quando riguarda le rime articolari (perchè appunto si vedono solo in AP). Ero però convinto che quello che potesse "dare in più" una LL sottocarico rispetto a una LL da supino, fosse la valutazione della rotula e del suo assetto; ma da quel che ho capito (anche guardando le diapositive che ci siamo inviati poco fa) sono valutazioni che anche con la LL con pz supino si riescono a fare... no? O ho capito male io e queste valutazioni della rotula si riescono a fare correttamente solo nella LL sotto carico (ovvero solo col peso del pz che sta in stazione eretta)?
  6. Difatti ci capiterà proprio settimana prossima una pz con solo la dorsale richiesta per morfometria, ma effettivamente, guardando la carta dello specialista, la pz ha già eseguito la lombare in precedenza (quindi la dorsale è effettivamente un completamento). In questo caso è fondamentale, affinchè il nostro radiologo possa refertare la dorsale ed eseguirne la morfometria, che il pz porti il precedente con la lombare eseguita altrove, giusto?
  7. Sempre inerente la morfometria vertebrale: per questo tipo di esami richiedono chiedono sempre dorsale e lombosacrale associati? O può capitare che chiedano solo la lombosacrale o solo la dorsale x morfometria?
  8. Ahh ho capito... si trattava quindi semplicemente di una tua preferenza personale Dunque per rispondere alla mia domanda, a livello di correttezza, la proiezione LL sotto carico può essere eseguita sia con il ginocchio flesso (con il ginocchio flesso tipo la LL con pz supino) sia con ginocchio dritto (con femore-tibia sullo stesso asse)? Ovvero potrà essere eseguita posizionando la gamba non in esame in avanti su sgabello oppure con la gamba controlaterale retroposta rispetto a quella in esame?
  9. Si esatto mi riferivo a quell'indice (l'ho letto su queste slide https://www.artroprotesionline.it/filealbum/342_0.pdf) e in effetti leggendo meglio viene calcolata con la LL in flessione 30° (penso addirittura si riferisca alla LL eseguita da supino). A questo punto se questo indice si calcola con quel tipo di flessione allora non capisco per quale motivo hai consigliato, nell'esecuzione della LL del ginocchio in carico, di eseguirla con ginocchio non flesso (con femore e tibia sulla stessa retta)? I vostri ortopedici preferiscono averla così?
  10. Nella LL del ginocchio in carico è davvero così importante far tenere il ginocchio del pz senza flessione (ovvero in modo che tibia e femore siano sulla stessa retta)? Io per ora (guardando anche i vari colleghi) ho sempre eseguito la LL del ginocchio in carico facendo tenere la gamba non in esame retroposta, dicendo al pz di spostare il peso sulla gamba in esame. Dando per scontato che nella LL in carico non si vedessero le rime articolari l'ho sempre eseguita senza troppi accorgimenti e senza badare troppo alla flessione del ginocchio (nel modo in cui le ho eseguite finora il pz praticamente teneva il ginocchio flesso più o meno come nella LL del ginocchio eseguita con pz supino). In effetti leggendo su alcune slide di un sito ortopedico ho letto che eseguono diverse misurazioni sulla posizione della rotula e sulla sua altezza: è per questo motivo che è meglio eseguire la LL sotto carico con il ginocchio senza flessioni (ovvero con l'asse femore-tibia dritto)?
  11. Grazie Tommy e grazie anche a tutti gli altri utenti che hanno risposto!
  12. Capito grazie mille @Irene Rigott mi confermi anche tu che gli unici esami in cui sia usata una distanza maggiore rispetto ai circa 100-110 cm soliti (ovvero in cui sia usata la tecnica della teleradiografia (sia per esigenze di macchina sia per ottenere le strutture più reali e più vicine possibili alle dimensioni reali)) sono rx torace (e il telecuore), rx rachide in toto panoramico, rx arti inferiori in carico e rx telecranio?

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links