Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

IlrattoVolante

Utenti Attivi
  • Numero contenuti

    15
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di IlrattoVolante

  1. Il nuovo ordine multi-albo dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione sta per entrare in funzione. Cosa ne pensate?
  2. Salve a tutti. L'argomento del topic è semplice, si tratta dell'evoluzione della figura del tsrm. Alcuni dicono che con la sempre più forte digitalizzazione un giorno diverremo degli informatici (come accadrà per molte altre professioni), altri dicono che un giorno il gap tra medici e professioni sanitarie sarà minore, altri sono più pessimisti. Cosa ne pensate?
  3. http://www.quotidianosanita.it/m/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=60935 Cosa ne pensate di questo articolo? È molto recente e interessante
  4. Riguardo il pezzo che ho citato o sulle competenze esclusive del medico ?
  5. In particolare trovo questa parte molto discutibile :"Non considerando che anche altre professioni sanitarie laureate, magari con percorso formativo clinico (e non tecnico), in base agli stessi (ignoti) principi potrebbero 'rivendicare' competenze acquisite o acquisibili in campo tecnico radiologico - prosegue Mati -. Cosa tra l’altro molto più sensata e fattibile una volta che i protocolli sulle singole apparecchiature radiogene siano stati ottimizzati in una visione dellamedicina automatica ed automatizzata.
  6. Ho letto un articolo su come un software sia in grado di legge alcune immagini radiografiche, addirittura diagnosticando malesseri e patologie. Credete sia un'utopia o una prossima realtà? Non intendo dire che sostituiranno i radiologi, assolutamente. Ma secondo voi vedremo, nei prossimi anni, tali programmi nelle sale radiologiche?
  7. Sai darci delle delucidazioni di come, e se, cambieranno i ruoli di radiologo e tecnico? Che il radiologo sia una professione ormai attaccata da molte altre (vedi come molti medici ormai prescrivono gli esami radiologici senza il coinvolgere il radiologo) è risaputo, ma un programma comporterebbe una riduzione di fondi inimmaginabili per una azienda privata rispetto all'assunzione di un medico radiologo. Credi che il radiologo sarà sostituito o saprà ri-inventarsi?
  8. Interessante quanto preoccupante direi
  9. Quando parli di profili professionali che potrebbero scomparire ti riferisci ai radiologi? Mi sembra un po' azzardato affidare una diagnosi ad una macchina senza alcun supervisore: in tale caso, se vi fosse un errore, chi va a parlare in tribunale, il programma?
  10. Eh si oramai la tecnologia avanza, e speriamo noi con essa
  11. Prospettate un futuro grigio? Io credo serva un profondo cambiamento, nel corso di laurea in primis
  12. Salve a tutti sono uno studente TSRM. Entro nel forum per restare aggiornato e chiedere anche delucidazioni. In particolare, essendo un tipo che pensa molto al futuro (troppo), voi pensate che ci sarà un'evoluzione della nostra professione? Intendo dire che con la tecnologia che avanza, avete idea di come si modificherà il nostro ruolo? Grazie per l'attenzione
  13. Si, devo dire che è destabilizzante sapere quanto il progresso tecnologico sta avanzando. Spero che la nostra professione riesca a tener piede a tutto ciò... Di fatti io credo che dovremo abbracciare completamente il nostro lato tecnico, ossia di custodi di questi splendidi apparecchi. È inutile ormai girarci intorno, il mondo va verso L automazione, e i ruoli che resteranno saranno di supervisione, sempre meno pratici e più gestionali ( gestionali di robot e macchinari fra L altro).
  14. Grazie per le risposte intanto. Io da una parte sono fiducioso, dato che con le nuove apparecchiature le dosi stanno calando sempre più, e magari un giorno, chissà, una tac o un altra metodica diverranno esami alla portata di tutti o addirittura di routine per la prevenzione della maggior parte di patologie. Sono anche fiducioso che tali tecniche miglioreranno anche dal punto di vista di qualità delle immagini, fino a portarci a una visione del corpo umano quasi come se lo avessimo aperto davanti a noi. La cosa che mi spaventa, però, è che la tecnologia, invece di evolversi verso un miglioramento delle prestazione e complessità dei protocolli, faccia un percorso opposto, rendendo molti esami troppo "macchina dipendenti". Lo so che già oggi alcune metodiche sono standardizzate, ma non vorrei che un giorno in reparto radiologia ci siano dei robot al posto di tecnici e radiologi. Tu cosa ne pensi invece?

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links