Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

Valprincess

Utenti Inattivi
  • Numero contenuti

    1
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Valprincess

  1. Gentilissimi, sono una paziente che ha effettuato una rmn encefalo e tronco encefalico per parestesie al volto. Il neuroradiologo nel referto riscontra solo un piccolo focolaio di restrizione (circa 4 mm) nel contesto del tegmento pontomesencefalico che definisce dubbio in quanto visibile solo nelle immagini di diffusione e non in quelle a tr lungo. Nelle conclusioni afferma che il reperto è versosimilmente artefattuale. L'esame è stato eseguito con macchinario Siemens magneton aera ad 1.5 tesla (tecniche GR, TSE, FLAIR, SE, DW su piani multipli). In base alla vostra esperienza con che margine di "certezza"è possibile considerare un'alterazione visibile solo in DWI come artefatto? Se fosse stata una lesione demielinizzante (ho fatto l'esame proprio per scongiurare una sm) si sarebbe vista necessariamente nelle altre sequenze? Grazie!!

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links