Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




conte89

Tesi UROTC o URO-RM

16 posts in this topic

Buon giorno, sono Michele e sono un nuovo iscritto. Frequento il 3° anno di radiologia e proprio in questo periodo stiamo iniziando a parlare di tesi. Trovato relatore e guida tecnica, ora manca l'argomento della tesi. Pensavo di fare qualcosa circa il confronto tra uro-tc ed uro-rm con particolare attenzione alla radioprotezione e alle tecniche di esame in tc e alle sequenze in rm. Pensavo poi di fare alcuni cenni sull'ottimizzazione di utilizzo di queste due metodiche. che ne pensate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' un argomento richiestissimo...;-) Quasi quasi lo studio anch'io...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vi ringrazio per l'aiuto datomi. Finalmente sono riuscito a terminare il mio lavoro.

Rimane l'ultimo ostacolo, ossia trovare immagini decenti da allegare alla mia tesi.

Se potete inviarmi qualcosa (scansioni TC in fase arteriosa, venosa, tardiva, escretoria per esempio) vi ringrazio, in quanto non sono riuscito a trovare molto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Conte, contattami in privato così mi dici esattamente che ti serve... Ho gia pronta un po' di roba.

Share this post


Link to post
Share on other sites

le uniche che ho sottomano di RM sono queste:

la prima è T1 con gado

le altre sono T2 senza gado ovviamente

non ci farà dispiacere avere i riferimenti sulla tesi ;)

post-1401-0-38936900-1348058192_thumb.jp

post-1401-0-72659600-1348058471_thumb.jp

post-1401-0-44503600-1348058473_thumb.jp

post-1401-0-41114300-1348058474_thumb.jp

Share this post


Link to post
Share on other sites

Michele vedi che Andrea ce le aveva?:D

Comunque ti ripeto che se vuoi ho dei filmati di urorm T2 nell'eventualità volessi utilizzarli per la discussione qualora tu la faccia in power point.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vi ringrazio per le immagini.

Per il filmato vedrò che fare perchè il power point devo ancora realizzarlo.

Comunque se deciderò di utilizzare le immagini sicuramente vi metterò come fonte nella tesi :cool:

Intanto grazie. Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

c'e un bell articolo su AJR degli ultimi mesi sull'ottimizzazione della tecnica tc pet lo studio delle vie escretrici

mezzo di contrasto a bassa concentrazione

iperidratazione per via orale

furosemide

e infusione di fisiologica

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come ci piace stare tra le fonti delle tesi a noi... Soprattutto ad Andrea che è il più carino e ci tiene tanto a fare vedere quegli improponibili occhiali!

Andrè, da quando ho scoperto che le angiotc vengono perfettamente anche col flusso 1 io agli articoli non ci credo più :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti.

Avrei una domanda in merito al protocollo split-bolus applicato allo studio uro-TC.

So che si esegue tramite iniezione di due boli distinti a circa 6 minuti l'uno dall'altro e che i due boli permettono l'acquisizione distinta (ma contemporanea) delle fasi nefrografica e escretrice.

Ma mi sorge un dubbio: non si effettua uno studio arterioso con questo protocollo?

In attesa di una vostra risposta,

Vi ringrazio.

Michele

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Michele... Come in tante cose non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca... Se fai uno studio con 2 boli come hai descritto tu lo fai per risparmiare una scansione e per vedere ureteri e una fase contrastografica in una sola volta.

In questo modo, però, non puoi tipizzare le lesioni che si comportano diversamente nelle varie vasi vascolari come gli epatocarcinomi o gli angiomi epatici. Con le moderne apparecchiature multidetettore la tecnica si deve adattare al quesito clinico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links