Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

AndForn

L6- Gradient Eco

25 risposte in questa discussione

La struttura di una sequenza Gradient Eco classica dimostra uno schema molto semplificato, con un impulso di eccitazione ( ad angolo variabile), l'applicazione di 3 gradienti per la decodifica di frequenza strato e fase, e la lettura del segnale di ritorno ad un determinato Tempo di eco.

Per dare una definizione generale delle opzioni tecniche relative a questa famiglia di sequenze possiamo fare un piccolo schema:

-possibili pesature T1 e T2

-possibile acquisizione in FAST

-possibile acquisizione in 2D o 3D

-possibile saturazione spettrale del grasso

Tra le caratteristiche generali troviamo:

-Maggiori artefatti da suscettibilità magnetica

-tempi di acquisizione ridotti rispetto alle TSE: possibilità di sequenze in apnea

-chemical shift più importante

-possibilità di "esasperare" i parametri in modo da ottenere sequenze 3D con voxel isometrico al di sotto del millimetro.

-possibilità di eseguire sequenze di 1 secondo con immagini in tempo reale (scopia per angio-rm, sequenze cine con risoluzione temporale altissima)

-possibilità di eseguire sequenze angiografiche a bolo e in apnea (15-30 secondi)

gradientecostruttura2.jpg

Tra i parametri generali di una classica sequenza gradient eco possiamo trovare:

PESATURA T1

TR 100-500

TE corto/cortissimo

FA 45-90° (a seconda di quanto è il TR......piu è lungo più è possibile aumentare l'angolo)

PESATURA T2*

TR 400-800 (piu aumenti più è pesata T2.....ma diminuisce il SNR)

TE 12-21(piu aumenti più è pesata T2.....ma diminuisce il SNR)

FA 20-35° (piu diminuisci più è pesata T2.....ma diminuisce il SNR)

IN-OUT PHASE

I TE possono essere scelti con valori specifici, in modo che acqua e grasso siano in fase oppure fuori fase ottenendo immagini con aspetto notevolmente differente. Infatti non avremo solo il tipico artefatto da bordo, bianco e nero, ma a livello di alcuni organi come il fegato e i surreni potremo avere un segnale completamente diverso a causa delle interazioni tra acqua e grasso a livello microscopico.

Per le macchine da 1,5T i tempi di eco possono essere:

In fase: TE: 4,7ms , 9,3ms, 13,9ms , 18,5ms , 23,10ms

2,3ms, 6,9ms, 11,5ms, 16,10ms 20,7ms

LE MAGNETIZZAZIONI DOPO UN IMPULSO DI ECCITAZIONE* (vedi in seguito gli effetti dati dalle due tecniche principali)

Inizialmente la magnetizzazione è unicamente longitudinale. Dopo l'applicazione dell'impulso di eccitazione, la magnetizzazione longitudinale diminuisce e contestualmente si crea una magnetizzazione trasversale (la quantità è proporzionale al flip angle), qui inizia il decadimento T2 (e perdita della magnetizzazione trasversale) e contestualmente il recupero T1 (con riacquisto della magnetizzazione longitudinale).

Le Gradient eco si dividono in generale in 2 grandi famiglie: le Unspoiled Gradient Eco e le Spoiled Gradient Eco.

Le Unspoiled Gradient Eco sono chiamate dalle varie case costruttrici: FFE, GRE, GE, FE

Hanno migliori risultati per le pesature T2*

Facendo riferimento alla sequenza di avvenimenti descritta sopra*, in queste sequenze, quando viene ripetuto l'impulso di eccitazione dopo un determinato TR, è possibile che vi sia ancora una magnetizzazione trasversale residua, alla quale quindi si va ad aggiungere la magnetizzazione longitudinale appena ribaltata.

Quindi il recupero dellamagnetizzazione longitudinale sarà dipendente sia qa quella trasversale appena creata che da quella che rimaneva in precedenza.

Le Spoiled Gradient Eco sono chiamate dalle varie case costruttrici: T1-FFE, FLASH, SPGR, RSSG, FE

Hanno migliori risultati nelle pesature T1.

In queste sequenze viene invece applicato un impulso che distrugge la magnetizzazione transversale residua.

GRE T1

GRE_1_SE401_IM17.jpg

GRE T2

GRE_5_SE1501_IM10.jpg

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Mi sorge un dubbio, posto che le Gradient Echo sfruttano un flip angle <90 in cui resta una certa quota di Magnetizz. Long. (Mz) e sfruttano l'inversione della polarità del gradiente in cosa si differenziano le Unspoiled dalle Spoiled?

Io dal mazzucato avevo letto di un angolo di Ernst che caratterizzavano le unspoiled però non ho capito la differenza tra le due.

Altro dubbio quando si parlava delle Spoiled, si diceva che si usava un RF per abbattere la M(xy), ma come viene prodotto allora il segnale?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sorge un dubbio, posto che le Gradient Echo sfruttano un flip angle <90 in cui resta una certa quota di Magnetizz. Long. (Mz) e sfruttano l'inversione della polarità del gradiente in cosa si differenziano le Unspoiled dalle Spoiled?

Io dal mazzucato avevo letto di un angolo di Ernst che caratterizzavano le unspoiled però non ho capito la differenza tra le due.

Altro dubbio quando si parlava delle Spoiled, si diceva che si usava un RF per abbattere la M(xy), ma come viene prodotto allora il segnale?

Ciao Vuze.

Molto semplicemente la differenza fra le spoiled e le unspoiled (no spoiled) risiede rispettivamente nella attivazione o meno dello spoiler per la magnetizzazione trasversale. Può essere fatto sia con gradienti che con radiofrequenza (RF spoiling) e serve per distruggere l'eventuale presenza di magnetizzazione trasversa residua prima del successivo impulso di eccitazione.

Questo significa che l'impulso RF di eccitazione e quello di spoiler sono DIVERSI. Quest'ultimo viene dato dopo la lettura del segnale e prima della cessione del successivo impulso di eccitazione.

Come saprai, la persistenza di MT durante le eccitazioni che si ha generalmente per TR molto brevi, comporta, dopo un determinato numero di impulsi (transient state), la formazione dello STEADY STATE molto utile nelle sequenze che si basano appunto su questo effetto come le TRUE FISP, FIESTA, BALANCED FFE, Balanced Sarge (BAGS), TrueSSFP, 3DHYCE e 3D GBASS (la stessa sequenza per le varie case produttrici.... incredibile :huh: ).

Capisci bene che se vuoi impedire la formazione dello steady state utilizzando dei TR mooolto brevi, devi attivare lo SPOILER... a questo serve....

Dimmi se hai ancora dubbi

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah perfetto grazie mille sei stato chiarissimo e mi hai chiarito anche lo Steady State; essendo alle prime armi è un casino 10 nomi per una stessa sequenza!! :)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah perfetto grazie mille sei stato chiarissimo e mi hai chiarito anche lo Steady State; essendo alle prime armi è un casino 10 nomi per una stessa sequenza!! :)

Perfetto allora. Mi fa piacere.

Alla prossima ;)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Vuze.

Molto semplicemente la differenza fra le spoiled e le unspoiled (no spoiled) risiede rispettivamente nella attivazione o meno dello spoiler per la magnetizzazione trasversale. Può essere fatto sia con gradienti che con radiofrequenza (RF spoiling) e serve per distruggere l'eventuale presenza di magnetizzazione trasversa residua prima del successivo impulso di eccitazione.

Questo significa che l'impulso RF di eccitazione e quello di spoiler sono DIVERSI. Quest'ultimo viene dato dopo la lettura del segnale e prima della cessione del successivo impulso di eccitazione.

Come saprai, la persistenza di MT durante le eccitazioni che si ha generalmente per TR molto brevi, comporta, dopo un determinato numero di impulsi (transient state), la formazione dello STEADY STATE molto utile nelle sequenze che si basano appunto su questo effetto come le TRUE FISP, FIESTA, BALANCED FFE, Balanced Sarge (BAGS), TrueSSFP, 3DHYCE e 3D GBASS (la stessa sequenza per le varie case produttrici.... incredibile huh.png ).

Capisci bene che se vuoi impedire la formazione dello steady state utilizzando dei TR mooolto brevi, devi attivare lo SPOILER... a questo serve....

Dimmi se hai ancora dubbi

Lo steady state è relativo solo alle GRE Unspoiled o anche alle Spoiled? Su aluni libri ho trovato che le INCOHERENT GRE (e quindi le spoiled) presentano lo steady state. Ma come è possibile se possiedono proprio uno spoiler per distruggere la MT residua?
0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo steady state è relativo solo alle GRE Unspoiled o anche alle Spoiled? Su aluni libri ho trovato che le INCOHERENT GRE (e quindi le spoiled) presentano lo steady state. Ma come è possibile se possiedono proprio uno spoiler per distruggere la MT residua?

Dove hai trovato di preciso questa definizione di "inchoerent"?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dove hai trovato di preciso questa definizione di "inchoerent"?

Sul libro "MRI IN PRACTICE". Guardando tra i vari appunti da come ho capito le spoiled hanno o il gradiente o la Rf per abbattere la mt residua. Questo, assieme ai parametri, rende tali sequenze adatte ad una pesatura t1. Le unspoiled non hanno l'abbattimento della residua dunque (con opportuni parametri) si arriva allo steady state. Questo viene sfruttato da sequenze come le SSFP che, a seconda di cpme viene impostata la lettura, possono essere di FID o di ECHO oppure IBRIDE e quindi avere contrasti T2* T1 O T2*/T1.

Dove sbaglio?☺

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sul libro "MRI IN PRACTICE". Guardando tra i vari appunti da come ho capito le spoiled hanno o il gradiente o la Rf per abbattere la mt residua. Questo, assieme ai parametri, rende tali sequenze adatte ad una pesatura t1. Le unspoiled non hanno l'abbattimento della residua dunque (con opportuni parametri) si arriva allo steady state. Questo viene sfruttato da sequenze come le SSFP che, a seconda di cpme viene impostata la lettura, possono essere di FID o di ECHO oppure IBRIDE e quindi avere contrasti T2* T1 O T2*/T1.

Dove sbaglio?☺

Non sbagli nulla. Perfetto

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo significa che l'impulso RF di eccitazione e quello di spoiler sono DIVERSI.

Per fortuna no Luca, non e' necessario utilizzare 2 impulsi in un TR.

Lo spoiling RF si basa sul fatto che, se l'impulso RF di eccitazione ha ogni volta una fase diversa, non c'e' interferenza coerente sul piano trasversale e si riesce a buttar via l'effetto memoria che porta a un contrasto esageratamente T2(*) pesato.

Per cui se l'impulso di eccitazione segue un pattern di fasi in trasmissione accuramente progettato, fa tutto da solo.

Tutto ben spiegato qui (accidenti, sto mri-q diventa meglio ogni giorno che passa):

http://mri-q.com/spoiling---what-and-how.html

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per fortuna no Luca, non e' necessario utilizzare 2 impulsi in un TR.

Lo spoiling RF si basa sul fatto che, se l'impulso RF di eccitazione ha ogni volta una fase diversa, non c'e' interferenza coerente sul piano trasversale e si riesce a buttar via l'effetto memoria che porta a un contrasto esageratamente T2(*) pesato.

Per cui se l'impulso di eccitazione segue un pattern di fasi in trasmissione accuramente progettato, fa tutto da solo.

Tutto ben spiegato qui (accidenti, sto mri-q diventa meglio ogni giorno che passa):

http://mri-q.com/spoiling---what-and-how.html

Grazie Luca, molto chiaro.

Manco mi ricordavo più di aver scritto na boiata del genere...dal 2014 è passata di acqua sotto i ponti...ma ne scrivo sempre di più :dim:

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sbagli nulla. Perfetto

Grazie mille dell'aiuto!!!! Inizio ad avere conferme positive!!!😆😆😆

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate una domanda: nelle gradient, esiste un "eco di spin" e un "segnale FID".. non riesco a capire la differenza tra i 2!

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nelle gradient echo esiste un echo di gradiente e un segnale FID. Il segnale Fid si genera ad ogni impulso di RF quando gli spin ritornano all'equilibrio, l'echo di gradiente si genera con l'inversione del gradiente che rifocalizza gli spin.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quindi in parole povere possiamo dire che nelle gradient-echo l'"eco di gradiente" mi dà una manifestazione della MT, mentre il segnale FID della ML?
E che il segnale FID per definizione è quel segnale che si ottiene quando gli spin ritornano all'equilibrio, indipendentemente del caso delle GE?

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il segnale di FID è una manifestazione del ritorno all'equilibrio, indipendente dalle GRE. L'echo di gradiente è la MT che si genera con la rifocalizzazione degli spin.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ok grazie.. perche leggevo qui

http://fermononrespiri.com/blog/34/entry-261-breve-panoramica-sulle-sequenze-di-acquisizione/http://fermononrespiri.com/blog/34/entry-261-breve-panoramica-sulle-sequenze-di-acquisizione

nel suo blog che il FID veniva generato subito dopo l'impulso e non avevo capito fosse una manifestazione del ritorno all'equilibrio degli spin..

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi dispiace se non sono stata chiara ;)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alla fine dell’impulso RF, il sistema tende a tornare all’equilibrio. La variazione di flusso magnetico genera una corrente elettrica rilevata da una bobina posta in ricezione, e si genera un segnale denominato FID (FREE INDUCTION DECAY)..

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie 1000 per la disponibilità.. Sono io che mi sto schiarendo piano piano le idee, non tu che non sei chiara!

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono uno studente, scrivo per la prima volta ma vi leggo da tempo.. Mi chiedevo se le gradient spoiled, alla luce della distruzione della magnetizzazione trasversale residua, possono essere stady state?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti conviene leggere tutta la discussione e gli eventuali riferimenti. Ti chiarisci le idee con poco, perchè questa cosa è già stata affrontata in questa discussione. Ciao.

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nelle gradient echo esiste un echo di gradiente e un segnale FID. Il segnale Fid si genera ad ogni impulso di RF quando gli spin ritornano all'equilibrio, l'echo di gradiente si genera con l'inversione del gradiente che rifocalizza gli spin.

Dopo aver letto questo post mi è venuto un dubbio...ho letto un articolo che vi incollo, puoi spiegarmi Rosanna cosa dice l'articolo che ho letto quando tratta di:

  • GRE with "FID" refocusing (FISP, GRASS, FFE)
  • GRE with "Echo" refocusing (PSIF, SSFP, T2-FFE)
  • GRE with combined "FID" and "Echo" refocusing (True FISP, FIESTA, Balanced FFE)

Cosa s'intende per FID rifocalizzato e echo rifocalizzato...? E le GRE che combinano entrambi? mi pare di ricordare che avessi parlato di queste sequenze anche nel corso di aggiornamento sul rachide.... aiuto :tifo7:

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dopo aver letto questo post mi è venuto un dubbio...ho letto un articolo che vi incollo, puoi spiegarmi Rosanna cosa dice l'articolo che ho letto quando tratta di:

  • GRE with "FID" refocusing (FISP, GRASS, FFE)
  • GRE with "Echo" refocusing (PSIF, SSFP, T2-FFE)
  • GRE with combined "FID" and "Echo" refocusing (True FISP, FIESTA, Balanced FFE)

Cosa s'intende per FID rifocalizzato e echo rifocalizzato...? E le GRE che combinano entrambi? mi pare di ricordare che avessi parlato di queste sequenze anche nel corso di aggiornamento sul rachide.... aiuto :tifo7:

Sono le tre classi di steady state fre precession.

In ordine T1, T2, T2/T1 con gli acronimi delle varie case produttrici

Se digiti SSFP nella barra di ricerca ti vengono fuori tutte le info

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links