Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




AndForn

Tumore retto RM

36 posts in this topic

bhe, ma tu devi trovare una via di mezzo tra quello che chiedono loro e quelle che sono le raccomandazioni della letteratura. Inutile prendere queste cose di petto, meglio farle digerire piano piano, magari nei casi più eclatanti

ma si sicuramente, il lo faccio per crescita personale, sperimento, ma poi magari neanche le invio a fine esame

Share this post


Link to post
Share on other sites


Esistono ormai molti studi con B a 2000

Piu lo alzi e piu stressi la diffusivita' ma perdi molto segnale

Già quella con b1400 inizia ad essere scadente... la prossima la provo con b2000!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve, per lo studio del retto in generale vengono scelte come sequenze principali le TSE con pesatura T2? Con e senza la soppressione del segnale del grasso, principalmente nei piani assiale e coronale (oppurtunamente inclinati in modo da essere ortogonale e parallelo rispetto all'asse longitudinale del retto). Altre sequenze da aggiungere? per uno studio del Rm del Retto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

la parte del leone nello staging del tumore del retto la fanno le sequenze T2 da fare nei 3 piani lungo l'asse del retto con strato tra i 3 ed i 4 mm e con elevata risoluzione spaziale.

io di solito faccio TSE T2 coronale e sagittale e TSE T2 DIXON assiale (così ho sia la T2 "pulita" che la T2 con grasso soppresso

poi si possono aggiungere altre sequenze di contorno.

generalemte aggiungo una studio in assiale a fetta grossa da 5mm di tutta la pelvi con sequenze veloci HASTE T2, HASTE IR e VIBE T1 DIXON ed infine una DWI sulla regione del tumore.

l'eventuale mdc poi lo faccio con una volumetrica VIBE T1 SPAIR su tutta la pelvi e con una TSE T1 FatSat sul tumore nel paino che si vede meglio.

ad ogni modo il contributo del MDC nel tumore del retto è poca cosa; la diagnosi la si fa tranquillamente sulle T2 e sul resto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 14/10/2012 at 15:58, AndForn dice:

concordo. aggiungo la DWI

Andrea sulla dwi prostata in che direzione imposti la codifica di fase?

Share this post


Link to post
Share on other sites

di solito in DWI se il piano di acquisizione è assiale la fase va sempre messa in AP; che io sappia è così nell'encefalo ed anche in tutte le applicazioni body.

vi è anche una motivazione tecnica che ora non ricordo più ma ti assicuro che se le metti in RL vengono artefatti notevoli; almeno questa è la mia esperienza, poi sentiamo anche cosa dicono gli altri

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Tommy27 dice:

di solito in DWI se il piano di acquisizione è assiale la fase va sempre messa in AP; che io sappia è così nell'encefalo ed anche in tutte le applicazioni body.

vi è anche una motivazione tecnica che ora non ricordo più ma ti assicuro che se le metti in RL vengono artefatti notevoli; almeno questa è la mia esperienza, poi sentiamo anche cosa dicono gli altri

Ok grazie Tommy... io ho capito che nell'encefalo è categorico mettere la fase in AP perchè la diffusione deve seguire la direzione dei fasci di sostanza bianca che perlopiù si sviluppa in senso anteroposteriore (almeno questo è quello che ho letto in diverse pubblicazioni e in effetti non fa una piega)...considera da poco sto lavorando su un macchinario Philips nuovo di zecca su cui le dwi encefalo erano state impostate in RL e l'immagine degradava di brutto ; mi chiedevo appunto però per il body quali erano le considerazioni da fare ,più che altro se la scelta deve essere fatta come per le altre sequenze semplicemente per evitare gli artefatti movimenti e flussi oppure se ci sono ragioni più tecniche.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Tommy27 dice:

di solito in DWI se il piano di acquisizione è assiale la fase va sempre messa in AP; che io sappia è così nell'encefalo ed anche in tutte le applicazioni body.

vi è anche una motivazione tecnica che ora non ricordo più ma ti assicuro che se le metti in RL vengono artefatti notevoli; almeno questa è la mia esperienza, poi sentiamo anche cosa dicono gli altri

Ok grazie Tommy... io ho capito che nell'encefalo è categorico mettere la fase in AP perchè la diffusione deve seguire la direzione dei fasci di sostanza bianca che perlopiù si sviluppa in senso anteroposteriore (almeno questo è quello che ho letto in diverse pubblicazioni e in effetti non fa una piega)...considera da poco sto lavorando su un macchinario Philips nuovo di zecca su cui le dwi encefalo erano state impostate in RL e l'immagine degradava di brutto ; mi chiedevo appunto però per il body quali erano le considerazioni da fare ,più che altro se la scelta deve essere fatta come per le altre sequenze semplicemente per evitare gli artefatti movimenti e flussi oppure se ci sono ragioni più tecniche.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

come detto, le ho sempre viste pre-impostate con fase AP in tutti i distretti corporei, non solo neuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

come si evince da quell'articolo la parte del leone la fanno le T2 con DWI come sequenza di contorno e T1 per le componenti ossee dello scavo pelvico.

l'utilità del gadolinio in letteratura è dibattuta; secondo questi autori può aiutare nei casi di tumori di stadio avanzato.

ma nella stragrande maggioranza dei casi la diagnosi si fa essenzialmente sul T2.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links