Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

pelle84

Buongiorno a tutti

32 posts in this topic



cavolo mi sono allontanato per un paio d'ore e guarda che bordello :haha:

comunque nessuna paura :D è un discorso che sento molto spesso, e penso che il tutto vada regolato secondo il buon senso e l'esperienza..spesso qualcosa di "già visto" può sistemare una situazione spinosa(e parlo di ambiti lavorativi totalmente diversi da questo, non essendo ancora professionista)

per quanto riguarda la tesi, per evitare qualsiasi tipo di problema preferisco non farla fuori dal vaso (in primis il relatore), prima che possa venir contestata (è successo in passato), ma ciò non toglie che la parte clinica che sta dietro a tutto quello che descrivo è assolutamente affascinante (e anche utile!).

credo nel lavoro NON meccanico, fatto con totale consapevolezza, e non perchè "si è letto il libro" , perchè ad essere meno flessibili tutti sappiamo che ci si spezza :D nel futuro prossimo spero di poter sostenere un discorso più "settoriale" a riguardo :)

detto questo.. posso cambiare facoltà ed iscrivermi a musicologia :haha:

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa professione tratta di fisica e clinica, secondo me un tecnico dovrebbe sapere più clinica di un fisico medico e più fisica di un radiologo per potersi confrontare con gli altri due attori della radiologia. Detto questo, ai fini della tesi, avendola appena fatta, il mio consiglio è di non preoccuparti perchè comunque vada sarà un successo, perchè nella nostra professione è un esercizio inutile. Lo capirai appena uscito.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per la tesi forse non serve preoccuparsi troppo, ma sicuramente per lavorare si. E non servono 20 anni per accorgersene, ne bastano molto meno. In bocca al lupo per la tesi Demetrio, ma soprattutto in bocca al lupo per la tua successiva carriera lavorativa. Mi scuso se ti ho buttato in faccia un po' di problemi lavorativi ma la consapevolezza è più utile dell'incoscienza. Ciao.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie tante Rosanna, da quanto ormai leggo dappertutto credo che la tesi sarà l'ultimo dei miei problemi.. ma affrontiamone uno per volta :)

hai detto giusto per quanto riguarda queste problematiche.. e la consapevolezza mi piace :) nessun bisogno di scusarsi davvero !

Vi terrò aggiornati !

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links