Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




Roberto

Ottimizzazione t2 tse ax triggerata per addome superiore

66 risposte in questa discussione

Ciao a tutti, vorrei chiedervi un consiglio su come ottimizzereste una t2 tse triggereata per studio dell'addome superiore. Premetto che ho a disposizione una bobina sense body coil, 4 elementi 2 anteriori e due posteriore e lavoro con una Philips intera con release 2.1

i parametri della sequenza iniziale sono:

FOV: 375 (RL) x 262 (AP)

matrice: 400 (RL) x 224 (AP) i voxel rispettivamente sono 0,94x1,17

spessore: 7mm

SENSE (PI): no

N°SL: 25

gap:1mm

direz cod fase: AP

numero minimo di pacchetti: 4

Turbo Factor:28

ordine profile K-spazio: lineare

TE: 100

FA:90

TR: il più corto possibile (1573 allo stato attuale)

half scan: no

partial echo: no

trigger delay: 0

scan time per respiro: 1,6

motion smoothing: si

NAS: 2

scan time: 01:53.3

Appena mi sarà possibile posterò un'immagine ottenuta con questi parametri

Ma vorrei crearne una con almeno 40 fette a 5 mm.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


domanda

vuoi comunque restare su delle TSE e non su delle Single Shot immagino?

e non hai il Multivane giusto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

esatto non ho multivane a disposizione. Mi è appena saltato l'addome che avevo in programma oggi perciò non riuscirò a postare le immagini. Ad ogni modo la sequenza che viene utilizzata di routine è una SingleShot triggerata, io prima di modificare quella ho guardato nel "parco sequenze" Philips è ho trovato una T2 HR, così viene definita da loro con i parametri che sopra vi ho riportato precedentemente. Non voglio mantenere tassativamente la TSE però non vorrei nemmeno cedere troppo sulla risoluzione spaziale che è proprio uno dei punti deboli della sequenza che attualmente viene utilizzata. Appena avrò occasione di mettere delle immagini lo faccio promesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Roby. La prima cosa che mi verrebbe voglia di fare è ridurre la rettamgolarizzazione del FOV. Ovviamente il tempo sale ma dovresti migliorare sia in contrasto che risoluzione in termini visivi (anche se nominalmente non è cosi). Mi sembra che ci sia un 30% di rettangolarizzazione circa giusto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Roby. La prima cosa che mi verrebbe voglia di fare è ridurre la rettamgolarizzazione del FOV. Ovviamente il tempo sale ma dovresti migliorare sia in contrasto che risoluzione in termini visivi (anche se nominalmente non è cosi). Mi sembra che ci sia un 30% di rettangolarizzazione circa giusto?

in philips non é cosi influente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

esatto non ho multivane a disposizione. Mi è appena saltato l'addome che avevo in programma oggi perciò non riuscirò a postare le immagini. Ad ogni modo la sequenza che viene utilizzata di routine è una SingleShot triggerata, io prima di modificare quella ho guardato nel "parco sequenze" Philips è ho trovato una T2 HR, così viene definita da loro con i parametri che sopra vi ho riportato precedentemente. Non voglio mantenere tassativamente la TSE però non vorrei nemmeno cedere troppo sulla risoluzione spaziale che è proprio uno dei punti deboli della sequenza che attualmente viene utilizzata. Appena avrò occasione di mettere delle immagini lo faccio promesso.

dunque intanto tienitele ben strette quelle sequenze, perché nei protocolli philips dell'ingenia non sono più disponibili

ci sono solo le single shot

ti faccio vedere le mie, che sono delle multivane con RT

post-1401-0-38988000-1412004123.jpgpost-1401-0-66069000-1412004136.jpg

ma io preferirei mille volte avere delle vere TSE, perché sono molto più sensibili alle lesioni epatiche e pancreatiche. Purtroppo richiedono sempre l ipotonizzazione e rischiano di venire male se il paziente respira male

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Roby. La prima cosa che mi verrebbe voglia di fare è ridurre la rettamgolarizzazione del FOV. Ovviamente il tempo sale ma dovresti migliorare sia in contrasto che risoluzione in termini visivi (anche se nominalmente non è cosi). Mi sembra che ci sia un 30% di rettangolarizzazione circa giusto?

La percentuale di rettangolarizzazione non è indicata ma basta fare due conti come forse hai già fatto tu Luca, è già presente uno scan percentage dell'80% però, quindi, anche se come dice Andrea in Philips non incide troppo, anche io il FOV lo aggiusterei, non mi preoccupa troppo il tempo perché ho un'ora per fare un addome perciò ci sto abbondantemente, il più è vedere come questo mi andrà ad incidere sullo scan time per respiro. Mi dispiace proprio che mi sia saltato l'addome perché avrei voluto mettere le immagini con e senza modifiche ma sarà mia premura farlo quanto prima.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le tue Andrea sono ottime per essere dell sSH. Anche io preferire riuscire ad ottimizzare una TSE, magari l'ordine di profili lineare si può provare a modificare con un assimmetrico per vedere come reagisce agli artefatti da respiro. Un altro fattore molto importante è il trigger delay che su quelle già impostate è 750ms ma non avendo esperienza in merito non so se sia il caso di metterlo più basso o più alto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una domanda: su Philips non è possibile scegliere il numero di shot per il riempimento del K spazio quando imposti una sequenza?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una domanda: su Philips non è possibile scegliere il numero di shot per il riempimento del K spazio quando imposti una sequenza?

Il turbo factor corrisponde agli shots no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No. Sulla mia apparecchiatura posso impostare sia il numero di Shot che il turbo Factor. Non so se è la stessa cosa per le altre apparecchiature.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comunque domani controllo meglio, per maggior sicurezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non saprei , ma direi di no. Io vedo la lunghezza totale degli shots

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ok. Mi spiego meglio: L' echo Train Length o turbo Factor ti dice quanti echi acquisisci in un TR. Quindi con un turbo Factor di 3 ad es.. Acquisisci tre righe di k spazio. Per riempirlo tutto ai bisogno di ripetere più volte l'acquisizione con turbo Factor di 3. E quelle volte che le ripeti sono gli shot. Non so se mi sono riuscita a spiegare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di fatti se ci pensi bene, una T1, che ha un TR breve, utilizza dei turbo Factor bassi perché utilizza un tempo limitato di Delay time. Una T2 che ha TR elevato può essere una single shot perché in un TR ci puoi infilare un turbo Factor corrispondente a tutta la matrice.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si hai ragione.

Quello che intendo io è che non posso scegliere quanti TR (quindi shot) fare , perchè quelli sono dipendenti da matrice e turbo factor. No? Se tu scegli matrice e turbo factor come fai a scegliere anche gli shots?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il TR dipende dalla matrice, dal turbo factor e dal numero di slice che devi acquisire. Se imposti un TR minimo lo prende in base alle slice. Sulla mia aparecchiatura ho sequenze fast o turbo, dove imposto solo matrice e turbo factor (o numero di treni di echo), sequenze veloci tipo la FASE dove imposto l'inter echo space e il numero di shot, e sequenze 3D tipo la Quick dove imposto l'inter echo space e il numero di segmenti che corrispondono agli shot di riempimento. Nei due casi che ti ho detto il turbo factor non compare, ma lo stabilisce la sequenza in base agli shot che gli dico di acquisire. Tipo se gli dico uno shot fa una acquisizione unica di tutto il K spazio. Mi piacerebbe sedermi alla consolle di altre macchine perchè c'è un mondo da scoprire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sa che forse non sono riuscita a spiegarmi. Con qualche immagine forse mi riesce <_<post-2509-0-33530400-1412093700_thumb.jpgpost-2509-0-38540800-1412093723_thumb.jpgpost-2509-0-85456800-1412093761_thumb.jpgpost-2509-0-29945200-1412093792_thumb.jpgpost-2509-0-81312400-1412093820_thumb.jpgpost-2509-0-41898800-1412093851_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho detto una cretinata quando ho nominato il TR. Ovviamente la mia risposta non centra con quello che hai detto tu. Pensavo contemporaneamente ad un'altra cosa. :cool:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dont'uorri :)

l'errore mi sa che era di entrambi.

Comunque le sequenze con sincro non sono semplici da ottimizzare, e sono troppo legate al paziente che, purtroppo, potrebbe anche non eseguire una respirazione costante durante tutto il tempo necessario. Iniziando bene ma poi iniziando a respirare con frequenza completamente differente a quella prevista

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dont'uorri :)

l'errore mi sa che era di entrambi.

Comunque le sequenze con sincro non sono semplici da ottimizzare, e sono troppo legate al paziente che, purtroppo, potrebbe anche non eseguire una respirazione costante durante tutto il tempo necessario. Iniziando bene ma poi iniziando a respirare con frequenza completamente differente a quella prevista

In effetti per quanto le vuoi ottimizzare a volte il paziente si addormenta durante l'esame e ti sballa tutto il get intervall che hai dato all'inizio. Meglio se dormono già quando cominci, così la respirazione è regolare. Che ne dite se li sediamo prima di cominciare? Il problema è che la sequenza poi ti dura una vita. Non si sa proprio come ci si deve regolare triste-05

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se riesco venerdi proverò ad acquisire qualcosa sia senza che con modifiche, per quanto riguarda il discorso di Rosi, una cosa che mi viene da pensare relativa a Philips è la possibilità di gestire il "number of pakages", correggimi Andrea se dico una castroneria. Questo parametro dovrebbe corrispondere alla possibilità di decidere in quanti "pacchetti", e quindi TR, vuoi spezzare la tua sequenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se riesco venerdi proverò ad acquisire qualcosa sia senza che con modifiche, per quanto riguarda il discorso di Rosi, una cosa che mi viene da pensare relativa a Philips è la possibilità di gestire il "number of pakages", correggimi Andrea se dico una castroneria. Questo parametro dovrebbe corrispondere alla possibilità di decidere in quanti "pacchetti", e quindi TR, vuoi spezzare la tua sequenza.

Vagamente dai ricordi del master, mi pare che il number of pakages sia il numero di concatenazioni, o cover o coperture che dir si voglia e non dovrebbe riguardare il K spazio ma l'acquisizione delle slice. Solo che in questo momento non trovo gli appunti. Se li trovo te lo dico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

separa in quante parti vuoi acquisire la sequenza, diciamo quanti strati vuoi acquisire in ogni sessione

Il problema sulle triggerate é che non ho mai potuto lavorarci a lungo perché da noi si faceva quasi tutto in apnea.

Le single shot attuali ti risolvono tantissimi prblemi in questo senso, anche se sono delle sequenze meno sensibili alle lesioni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si esatto Rox, parlando di seq. SE ad esempio se una T1 per farmi 10 fette con un pacchetto solo mi richiede un TR minimo di 600, ecco che se io metto un number Of pakeges minimo di 2 lui mi acquisirà la sequenza spezzandola in due parti e quindi potrò scendere con il TR a 300. Questo è solo un esempio teorico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links