Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




Salvy90

Aiuto urgente, smart prep

28 posts in this topic

I vantaggi tcms, soprattutto con le ultime generazioni, li hai elencati, e forse ultimamente neanche la dose di radiazioni è più tanto alta.
Tuttavia la dsa mantiene un vantaggio che la tcms non potrà mai avere, è selettiva di un vaso alla volta, e soprattutto nell'urgenza, garantisce una maggior rapidità nella diagnosi e permette l'intervento (stent spirali ecc.) nella stessa seduta.

post-3658-0-48307500-1412894631_thumb.jp

Share this post


Link to post
Share on other sites


La GE con l'ultima release del software ha apportato numerosi cambiamenti e miglioramenti.

Uno di questi è la modifica della funzione Smart Prep, prima completamente manuale, mentre attualmente con possibilità di introdurre la partenza automatica al raggiungimento della soglia in UH impostata, come da immagini allegate.

Indipendentemente da come viene impostata, manuale VS automatica, resta comunque indispensabile comprendere il concetto che con le moderne TCMD il monitoraggio del timing del MDC sia per gli esami angio che per tutti gli altri tipi di esami TC con l'impiego del MDC, è fondamentale.

Il rischio di inficiare l'esame ricorrendo ad un delay time manuale, legato alle numerose variabili (condizioni del paziente, gittata cardiaca, flusso, tipo di ago cannula ecc) è molto alto.

Quindi attualmente il Bolus tracking, o smart prep o sure start o care bolus (come ogni casa costruttrice si diverte a chiamarlo) dovrebbe essere impiegato routinariamente.

Vi allego un esempio, a giustificazione di quello sopra affermato, in cui in un paziente cardiopatico la fase arteriosa epatica si identifica intorno a 50 sec, ben oltre il timing corretto, e se non si fosse impiegato lo Smart Prep (nel caso specifico TCMD GE) si sarebbe andati incontro ad un sicuro errore di acquisizione.

post-2478-0-43424200-1412934270_thumb.png

post-2478-0-98012500-1412934281_thumb.png

post-2478-0-00061300-1412934303_thumb.png

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un'ultima domanda, è corretto affermare che in passato la DSA ha rappresentato lo studio gold standard per il willis e tsa, ed oggi grazie all'introduzione della tcms quest'ultima l'ha sostituita, grazie a una invasività minore, migliore definizione di stenosi e una rappresentazione tridimensionale della lesione, mdc minore, costi minori ecc.. ?

o la dsa rappresenta sempre la metodica migliore ? vorrei incominciare così le mie slide...

Grazie

Credo che ormai per lo studio dei TSA (e non solo vedi i vasi degli arti inferiori) la TCMD abbia sostituito nella quasi totalità la DSA dal punto di vista diagnostico. Mentre quest'ultima riveste un ruolo primario nel caso si debba intervenire per eseguire un trattamento o nel controllo immediato al trattamento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links