Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

Alessandro Tombolesi

Quiz metallico

21 posts in this topic

Quiz per neopatentati :

post-3658-142062940372.jpg

Sembra un soldo bucato, ma quale può essere il suo utilizzo in radiologia e perché è importante che sia forato?

PS: senza non saprei come fare :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites


Soluzione
Una guida per segnare qualche centratura di interventistica? Nel buco fai il segno dove deve pungere il radiologo
2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo usi per fare gli scherzi ai colleghi della RM. Ma non mi spiego il buco

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quiz per neopatentati :

attachicon.gif1420629398349.jpg

Sembra un soldo bucato, ma quale può essere il suo utilizzo in radiologia e perché è importante che sia forato?

PS: senza non saprei come fare :-)

Non so la risposta...noto che usi un euro-cent di provenienza germanica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un possibile uso di un oggetto metallico ad anello è per determinare la perpendicolarità di una proiezione tipo la corretta inclinazione di un ago...???

Noi in fisica usiamo un fantoccio simile x determinare che il raggio centrale incida in modo ortogonale al rivelatore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grande Irene, non per niente ho la tessera n1 del fuan club, e confermo che il prossimo quiz si chiamerà Quiz per Francesco Broggini, perché quanto a preparazione è difficile starvi dietro :-)

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco un paio di esempi di utilizzo:

post-3658-142063563339.jpg

post-3658-142063564467.jpg

Siamo nel campo dell'interventistica TC guidata, e quella moneta è il miglior repere che abbiamo trovato.

Il buco serve proprio a fare un segno col pennarello... :-)

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma scusa, non capisco a che ti serve. Tu fai la scansione, decidi dove pungere, prendi le coordinate, fai il segno sulla pelle

No?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma certo che sarebbe sufficiente, dovendo però documentare ogni passo della procedura, sei costretto ad usare qualcosa di radiopaco

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

bho, non capisco però bene cosa cambia, una volta che pianti l'ago di qualche millimetro fai uno strato per vedere se va bene la posizione e l'inclinazione

Share this post


Link to post
Share on other sites

bho, non capisco però bene cosa cambia, una volta che pianti l'ago di qualche millimetro fai uno strato per vedere se va bene la posizione e l'inclinazione

Serve a non piantare l'ago più di una volta.

La centratura più difficoltosa non è quella sull'asse z, perché a quella arrivi con pochi tagli di TC, quella più problematica è sempre quella DX - SIN, perché spesso la finestra d'azione per l'ago è di pochi mm onde evitare di attraversare strutture nervose o vascolari.

Se poi consideri che l'intera procedura, ad eccezione dei bambini, si fa sotto anestesia locale, si cerca di bucare una volta sola.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noi usiamo delle graffette unite con il cerotto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

a noi non succede quasi mai che il punto d'entrata non sia corretto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

no, forse è questione di tempi

se tu lasci passare molto tempo tra il momento in cui posizione il paziente e fai la prima scansione, ed il momento in cui poi il Radiologo va a pungere allora è più alta la probabilità che il paziente magari si sia mosso.

No?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non capisco la necessità del repere... Noi scegliamo la fetta in cui si vede bene la lesione e che sia adatta per l'attraversamento delle strutture vicine con l ago..

Su quella fetta il radiologo sceglie il punto di ingresso, valuta l'inclinazione, misura la profondità e la distanza dx-sn rispetto al centro. Ci segnano il n della fetta (es I 50) e posizioniamo il lettino esattamente su quella fetta.

Accendiamo il laser.

Con il righello il radiologo ripete le distanze sulla cute e punge. La profondità giusta è data dalle tacche millimetrate segnate sull'ago.

Poi scansioni di controllo su quella fetta e sulle prime contigue e se ha centrato il bersaglio preleva/inietta e stop.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un simpatico Piombino di quelli utilizzati per la pesca (i pesetti per uintenderci) uno fissato con cerotto fa miracoli;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links