Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




albertone

RX piedi in carico, che lato appoggia?

26 risposte in questa discussione

Per eseguire la LL del piede con pz sdraiato va appoggiato il lato esterno del piede. Ma per quanto riguarda le laterali del piede in carico, è meglio appoggiare alla cassetta il lato interno ("tibiale" per intenderci) o il lato esterno ("peroneale") del piede? o è indifferente?

Chiedo perché, se non sbaglio, ho visto eseguirle in entrambi i modi

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Io faccio appoggiare il lato mediale .

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente mi metto nelle stesse condizioni della RX LL in clinostatismo, mi pare più logico no?. Questo è particolarmente importante nel caso in cui l'ortopedico richieda l'esame sia in clino che in orto. Se si cambia la lateralità variano anche i fattori di ingrandimento.

3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sempre il lato laterale (esterno) anche per un discorso prettamente anatomico e di comodità tecnica.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chi ha solo il telecomandato deve per forza farlo con il perone appoggiato al piano

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non usando cassette ho sempre usato l'esterno perché non avevo scelta. Non mi sono mai trovata davanti a richieste specifiche di un lato piuttosto che l'altro.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dal merril's: si fa poggiare alla cassetta il lato mediale col piede non esposto dietro la cassetta. Altrimenti non è un vero carico a meno di non far stare il paziente su una gamba sola: Cosa pericolosa. Se si ha un dr si è costretti a fare nell'altro modo

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Provate a fare la radiografia a una settantenne obesa in piedi sul tavolo a 1 metro d'altezza... Tecnicamente è corretto l'appoggio laterale, ma dipende dalle strumentazioni accessorie a disposizione.

PS: Luigi Caputo, voglio il like se no col cazzo che ti promuovo :D

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dal

Merrill's Atlas of Radiographic Positioning and Procedures

post-3941-0-52955300-1445877772_thumb.png

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti per le risposte! Mi sembra di capire quindi che si possono fare in entrambi i modi a seconda delle apparecchiature, no? Ciò confermerebbe quanto visto a tirocinio dove appunto alcuni lo facevano in un modo e alcuni nell'altro

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

penso che nessuno possa accorgersi della differenza di esecuzione analizzando solo il risultato

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io rimango del parere che la proiezione ottimale è quella con il lato mediale aderito alla cassetta. Principalmente per due fattori: comodità del paziente e per il fattore radioprotezione in quanto il piede opposto si trova dietro alla cassetta...

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io rimango del parere che la proiezione ottimale è quella con il lato mediale aderito alla cassetta. Principalmente per due fattori: comodità del paziente e per il fattore radioprotezione in quanto il piede opposto si trova dietro alla cassetta...

Non direi...le cassette CR non sono piombate.

Qualcosa arriva al piede controlaterale.

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quello che dice Irene è giusto dato che le cassette non sono piombate. Però mettendo il piede dietro alla cassetta i fotoni che arrivano sono pochi a confronto nella proiezione dove il piede opposto e situato vicino al piede preso in esame in quanto è sottoposto alla radiazione diffusa... Questo è quello che penso io ma posso tranquillamente sbagliarmi quindi aspetto delle delucidazioni dai colleghi che hanno mooltaa più esperienza di me! :D

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quello che dice Irene è giusto dato che le cassette non sono piombate. Però mettendo il piede dietro alla cassetta i fotoni che arrivano sono pochi a confronto nella proiezione dove il piede opposto e situato vicino al piede preso in esame in quanto è sottoposto alla radiazione diffusa... Questo è quello che penso io ma posso tranquillamente sbagliarmi quindi aspetto delle delucidazioni dai colleghi che hanno mooltaa più esperienza di me! :D

Tenendo conto che i dati si aggirano attorno ai 50 kv/5 mAs, credo che la radiazione diffusa può dirsi pressoché (che non vuol dire totalmente) nulla.

Comunque io preferisco far poggiare la superficie mediale ove possibile come protocollo richiede; ove sia infattibile, la necessità, che è madre dell'invenzione, ha suggerito l'appoggio della superficie laterale.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chiederei perché la rx diffusa è pressoché nulla...

La radiazione diffusa è frutto dell'effetto Compton che è caratteristico per fotoni con energia superiore ai 50 kv; al di sotto di questa tensione si verifica l'effetto fotoelettrico che invece accentua il contrasto naturale dei tessuti.

Vuoi che ti dica anche in cosa consistono i due effetti? :D

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cita Platone e risponde giusto... Irene hai creato un mostro :D

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ora la sparo una delle mie....ma se faccio appoggiare il lato laterale, scussate il giuuuoco, e faccio alzare l'altra gamba, la volta plantare si altera molto considerando che diventa un monopodalico?

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una volta un professore scemo disse:

"Fate domande! Ogni domanda, anche se sembra banale, porta a un risultato".

Lo stesso vale per le cose che si azzardano ;-) .

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ora la sparo una delle mie....ma se faccio appoggiare il lato laterale, scussate il giuuuoco, e faccio alzare l'altra gamba, la volta plantare si altera molto considerando che diventa un monopodalico?

Probabilmente visto che ho avuto sottomano richieste in appoggio monopodalico per lo studio in telemetria dell'arto inferiore nella sua interezza e mai per lo studio degli archi longitudinale e trasversale del piede. Ma la mia esperienza è assai limitata per poterlo affermare con assoluta certezza.
0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno colleghi un consiglio:

in una diagnostica dove lavoro hanno un telecomandato con detettore DR (quindi niente cassette da utilizzare). Per quanto riguarda le LL dei piedi in carico quindi le eseguo, per comodità del pz, con quest’ultimo che appoggia il lato esterno del piede al detettore (quindi con incidenza medio-laterale). Essendo un DR senza cassette non mi è infatti possibile utilizzare il classico metodo del pz che tiene la cassetta tra i piedi nel divisore del supporto di legno.

Ogni tanto mi capita però qualche ortopedico che mi chiede rx piede in carico: proiezione AP e latero-mediale...

dite che in questi casi posso eseguire la LL del piede in carico col mio solito metodo (ovvero con incidenza medio-laterale) o sarebbe meglio che mi inventassi qualche modo per eseguirle in latero-mediale come da richiesta?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da noi chiedono solo quella in teoria

Fai appoggiare la parte interna del piede al piano del telecomando non hai molte altre soluzioni

 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links