Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




Slakter

Normativa sul numero di t.s.r.m. operanti su apparecchiatura RM, TC, PET/TC

34 risposte in questa discussione

Buongiorno a tutti! Ho provato a cercare qualcosa nella normativa che riguarda il nostro lavoro, ma non credo di aver trovato nulla (o forse non l'ho visto) che dica esplicitamente quanti tecnici di radiologia ci vogliano assegnati su un'apparecchiatura di tipo tc, rm o tc/pet per lavorare a norma di legge. Ne basta uno o ce ne vogliono due vista la complessità del lavoro che si affronta? Grazie in anticipo a chi risponderà! :confused:

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Per complessità cosa intendi nello specifico?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da noi a volte capita che una chiappa è sulla sedia RM e una sulla sedia TC :)

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e magari vi danno anche una scopa da mettere nel "posto libero" per dare una ramazzata alla stanza (cit. Elio e le Storie Tese)

3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

confermo che nel privato capita spesso di essere soli e di avere un planning strapieno di rm, con qualche esame tac aggiunto

penso che l'unico posto deve siano obbligatori due operatori sia in radioterapia

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per complessità cosa intendi nello specifico?

Per complessità intendo il numero di azioni da compiere, dallo svolgimento dell'esame all'andare a chiamare il paziente successivo, fare giusto un po' di anamnesi, raccogliere/archiviare eventuali esami precedenti, aiutarlo/farlo aiutare a spogliarsi bene se non è autosufficiente; sistemarlo in sala magnete/TC, magari preparare l'iniettore se l'esame lo richiede, fare rifornimento di presidi farmacologici se magari sono finiti, chiamare l'infermiere per reperire l'accesso venoso, mille altre cose che, per esempio, per fare un esame di radiologia tradizionale non sono necessarie! Intendevo questo per complessità.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono consapevole che nel privato queste cose si fanno da soli e in autonomia, mi chiedevo solo, dato che questa cosa viene richiesta anche nell'assoluto rispetto di tempistiche molto strette, se esiste un limite minimo anche dal punto di vista normativo al numero di operatori per lavorare su queste macchine e mantenere il ritmo che desidera il datore di lavoro. Ma immagino che alla fine tutto si risolva in un "accordo" fra le parti più che altro...

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono consapevole che nel privato queste cose si fanno da soli e in autonomia, mi chiedevo solo, dato che questa cosa viene richiesta anche nell'assoluto rispetto di tempistiche molto strette, se esiste un limite minimo anche dal punto di vista normativo al numero di operatori per lavorare su queste macchine e mantenere il ritmo che desidera il datore di lavoro. Ma immagino che alla fine tutto si risolva in un "accordo" fra le parti più che altro...

Ciao! Ci conosciamo ;)?

Comunque...come diceva Andrea il numero minimo di due operatori è un'esclusiva della radioterapia, questo per evitare errori di imperizia o imprecisione dovendo lavorare con apparecchiature ad alte energie.

Che io sappia NON c'è una normativa che fissi un numero minimo di operatori per diagnostica tc o rm (1 operatore); in Italia per per gestione di apparecchiature come Tc ed Rm sono necessari un Trm e, in caso di uso di mdc una figura adibita a "pungere" il pz (in quanto noi trm non possiamo). Il problema delle tempistiche in relazione alla mole di lavoro, che sia ambito pubblico o privato é un "inghippo" che va gestito nel reparto in base alla forza lavoro di cui si dispone..

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e magari vi danno anche una scopa da mettere nel "posto libero" per dare una ramazzata alla stanza (cit. Elio e le Storie Tese)

DrT, la cit. è "Vieni avanti cretino" di Lino Banfi :D.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao! Ci conosciamo ;)?

Comunque...come diceva Andrea il numero minimo di due operatori è un'esclusiva della radioterapia, questo per evitare errori di imperizia o imprecisione dovendo lavorare con apparecchiature ad alte energie.

Che io sappia NON c'è una normativa che fissi un numero minimo di operatori per diagnostica tc o rm (1 operatore); in Italia per per gestione di apparecchiature come Tc ed Rm sono necessari un Trm e, in caso di uso di mdc una figura adibita a "pungere" il pz (in quanto noi trm non possiamo). Il problema delle tempistiche in relazione alla mole di lavoro, che sia ambito pubblico o privato é un "inghippo" che va gestito nel reparto in base alla forza lavoro di cui si dispone..

È sicuramente la cosa migliore!..

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

confermo che nel privato capita spesso di essere soli e di avere un planning strapieno di rm, con qualche esame tac aggiunto

penso che l'unico posto deve siano obbligatori due operatori sia in radioterapia

Perché in radioterapia è normata la presenza di due operatori?
0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per ridurre il rischio di errore che nel caso della radioterapia causerebbe un grave danno.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perché in radioterapia è normata la presenza di due operatori?

All'utilizzo del LINAC, sopratutto per la centratura del paziente..

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questi discorsi hanno poco interesse ai fini pratici. É ovvio che se ti fanno lavorare come un asino é perché o gli altri operatori tengono quei ritmi oppure é perché chi gestisce se ne frega totalmente della qualità minima da tenere.

Entrambe le cose sono molto frequenti.

In ogni caso hai poca scelta, perché anche esistesse una normativa non andrebbero di certo ad applicarla in modo rigoroso e non troveresti altro che la via abbreviata per l uscita.

Cerca di andare a vedere come lavorano quelli che vanno veloce e cerca di fare lo stesso e tenere duro.

3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

confermo che nel privato capita spesso di essere soli e di avere un planning strapieno di rm, con qualche esame tac aggiunto

penso che l'unico posto deve siano obbligatori due operatori sia in radioterapia

Anche in RT non si sa bene..........sarebbe meglio essere in due ma........

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche in RT non si sa bene..........sarebbe meglio essere in due ma........

A quanto pare c'è un ma.. dappertutto.. <_<

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non è possibile centrare accuratamente un paziente da soli in rt. Producete danni ai pazienti operando così

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non c'è una normativa che dice che i tsrm in Radioterapia devono essere in due....Le linee guida indicano il numero di pz per tsrm all'anno e il numero di operatori (tsrm, infermieri, medici e fisici) per struttura in base alle complessità delle tecniche...

3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questi discorsi hanno poco interesse ai fini pratici. É ovvio che se ti fanno lavorare come un asino é perché o gli altri operatori tengono quei ritmi oppure é perché chi gestisce se ne frega totalmente della qualità minima da tenere.

Entrambe le cose sono molto frequenti.

In ogni caso hai poca scelta, perché anche esistesse una normativa non andrebbero di certo ad applicarla in modo rigoroso e non troveresti altro che la via abbreviata per l uscita.

Cerca di andare a vedere come lavorano quelli che vanno veloce e cerca di fare lo stesso e tenere duro.

Sono d'accordo, ma il fatto non è lavorare veloce, riesco a farlo. Il problema è quando chi gestisce se ne frega davvero totalmente della qualità da assicurare e vuole che si lavori velocissimo inserendo mille esami qua e là, amici di questo e amici di quello: si vuole FAR lavorare velocissimo e come viene viene, piuttosto che veloce e bene.

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ergo, é come ti ho detto io, e quindi non ci puoi fare nulla. Impara a segare le sequenze con il minor impatto sulla qualità di immagine. A volte basta pochissimo per recuperare 2-3minuti ad esame, alla fine della giornata fa più di un ora

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Infatti soprattutto nei protocolli più complessi tipo pelvi addome collo massiccio, dove per far contenti tutti i radiologi abbiamo un sacco di acquisizioni su vari piani con varie pesature sia con che senza fat sat, se c'è il medico chiedo a lui altrimenti faccio i tre piani con pesature differenti sui 3 piani poi MDC se è previsto

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non è possibile centrare accuratamente un paziente da soli in rt. Producete danni ai pazienti operando così

concordo sul fatto che sia molto meglio essere in 2 operatori ad effettuare una centratura, purtroppo però la realtà quotidiana può imporre l'esigenza di doverla eseguire da soli...questo costa più attenzione e sicuramente ci vuole più tempo ma non vuol dire che non si possa eseguire in maniera altrettanto accurata senza arrecare danni!

RIPETO è comunque meglio essere in 2!

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caso Bologna e Livorno non ha insegnato ancora nulla.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caso Bologna e Livorno non ha insegnato ancora nulla.

Caso Bologna e Livorno? Raccontaci...:-)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bologna scambio paziente omonimo, Lucca espianto del rene sbagliato, presumo.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links