Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

Ale86

Tc massiccio facciale e dose radiazioni

7 risposte in questa discussione

Buonasera a tutti, sono un paziente. Non so se questa è la sezione adatta per porre il quesito. Chiedo preventivamente scusa se non è così. Qualche giorno fa mi sono sottoposto ad una tac massiccio facciale senza mezzo di contrasto. Al termine della procedura, dopo la mia domanda sulla quantità di radiazioni assorbite, il radiologo mi ha detto che me n'ero "beccato" un bel po'. Sembrava quasi soddisfatto. Quello che chiedo qui gentilmente a voi è se il radiologo può scegliere arbitrariamente dosi alte di radiazioni, anche se non richieste e, soprattutto, se può invece indicare un valore più basso nel referto. Grazie a chi potrà aiutarmi a capire.

 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Nel referto la dose dovrebbe essere indicata automaticamente con un import dall'apparecchiatura. In caso non sia tecnologicamente possibile deve essere riportato il valore fornito dalla macchina.

Il resto delle considerazioni sono inutili perché vanno rivolte al radiologo in questione e o ad un fisico sanitario.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intanto apprezzo la sua gentilezza nell'avermi risposto. So che non era tenuto a farlo perché sono un semplice paziente, quindi grazie ancora. I risultati ancora non li ho avuti. E' stata la risposta di chi ha eseguito l'esame ad avermi spiazzato. Ho letto che per una sinus CT gli mSv si aggirano in media sui 0.7. Ecco perché mi è sorto il dubbio: un operatore "in mala fede", può di proposito aumentare a dismisura le radiazioni? Potrebbe comunque non essere scoperto? Mi rendo conto della natura forse deviata della domanda, quindi mi scusi se glielo chiedo schiettamente. 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un operatore in "mala fede" può arbitrariamente decidere di irradiare anche con dosi decine di volte superiori al necessario. Purtroppo può succedere di trovare malintenzionati esattamente come in tutti gli altri ambiti del genere umano. Ma non credo che sia successo, perché nelle radiologie esistono controlli severi sull'operato delle apparecchiature e degli operatori e difficilmente un tecnico può permettersi di fare ciò che vuole passando inosservato. 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In ogni caso la valutazione non viene fatta in questa sede

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie ancora per le risposte. Naturalmente non riporterò qui i dati del referto. Era giusto per capire i margini di libertà e di arbitrio di chi opera in questo settore. Immagino pure che, se per assurdo mi trovassi dosi spropositate o comunque non giustificate, sarebbe un mio legittimo diritto chiederne conto.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links