Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

simone9333

tesi colangio rm

19 posts in this topic

salve a tutti sono uno studente di tecniche di radiologia al terzo anno.Dovrei laurearmi tra un mesetto circa , ho impostato la mia tesi di colangio rm su 5 capitoli 1)anatomia e fisiologia delle vie biliari ,2) diagnostica per immagini nelle patologie dell'apparato biliare, 3) percorso diagnostico del pz con patologia delle vie biliari, 4)principi fisici e sequenze rm, 5)studio dell'apparato epatobiliare in rm tecniche e metodiche.

per i punti 2 e 3 non riesco a trovare materiale aggiornato quanto meno al 2014 , potreste darmi una mano? anche qualche esperienza personale sull'argomento sarebbe d'aiuto.

grazie in anticipo simone

Share this post


Link to post
Share on other sites


Manca un mese e l'hai solo impostata? Aiuto!!

Allora andiamo per punti..

2) Le Colangiografie non si fanno più.. Per patologie si fanno Eco-Tac-Rm-Pet..

3) Percorso diagnostico.. Esame elettivo sicuramente Eco Addome; da qui come problematiche  possono emergere o classici calcoli o patologia da specificare...

In caso di sospetto Colangiocancro puoi fare sia TaC  che RM per poi stadiare in Pet-TC.

In caso di Litiasi invece l'esame di approfondimento richiesto è la colangio-RM con sequenze MRCP solitamente utili al chirurgo per eseguire il planning operatorio.

La tesi presumo sia compilativa...Magari inserisci qualcosa sull'uso del succo di mirtillo concentrato e fai un confronto sulla metodica senza e con.. magari diventa un po' più diciamo "specifica" e stimolante.. Se invece i tempi stringono on-line ci sono tanti lavori a proposito con i quali fare un bel decoupage..

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse questa discussione ti può essere utile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna parlare di colangio RM T1 con mezzo di contrasto ad escrezione epatobiliare.

Fare riferimenti alle due differenti tecniche 2D e 3D, fare capire la differenza tra studio del contenuto e studio del contenente, uso di antiperistaltici, ci includi anche il wirsung? ecc....

Share this post


Link to post
Share on other sites

un altro spunto su cui cercare materiale ed articoli è il confronto tra i vari "mdc negativi orali" che si usano per "cancellare" l'intestino.

c'è chi usa il succo di mirtillo oppure l'ananas... tempo fa vidi che esisteva anche un prodotto commerciale della Guerbet, il Lumirem, ma non so se abbia mai avuto molto successo... so inoltre che c'è chi somministra 2 cc di Dotarem diluito in un bicchier d'acqua e sostiene di avere ottimi risultati

un ultimo capitolo che citerei per completezza è la colangio-wirsun-RM con secretina... ovviamente serve per le patologie pancreatiche ma cmq fa sempre utilizzo delle sequenze MRCP

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie a tutti per i consigli.... per la cronaca alan 89 la tesi è quasi finita ;)..... grazie per la dritta andrea penso che farò così per l'ultimo capitolo che mi rimane, parlerò della differenza tra le 2 tecniche 2D e 3D e dell'uso di mdc o di succo di mirtillo e ananas...... vorrei mettere qualcosa anche sulla wirsung....scusate l'ignoranza ma avete del materiale sul protocollo di studio del pancreas?

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi dite gentilmente se queste informazioni sono corrette per una CPRM standard per lo studio dei dotti pancreatico-biliari con acquisizione a respiro sospeso e/o con acquisizione con triggering respiratorio in pazienti incapaci di trattenere il respiro?

protocollo standard CPRM.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora per il Pancreas faccio: T1 ax in/out, Ax T2 dsZoom Multivane,Ax T2Spair dsZoom Multivane, Mrcp cor; Dinamica Gre Fatsat (Thrive mDixon), CoR Thrive mdixon 

*Si sono corrette.. Alla fine le sequenze importanti MRCP sono la 3D per poi fare le ricostruzioni MIP e le HASTE(siemens) disposte radialmente in apnea Breath hold(circa 5-7 sec) che evidenziano da varie angolazioni il decorso dei dotti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, simone9333 dice:

mi dite gentilmente se queste informazioni sono corrette per una CPRM standard per lo studio dei dotti pancreatico-biliari con acquisizione a respiro sospeso e/o con acquisizione con triggering respiratorio in pazienti incapaci di trattenere il respiro?

protocollo standard CPRM.jpg

Scrivile in modo leggibile e la foto del libro non si può mettere

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un esempio di protocollo standardizzato, con Philips da 1,5 T utilizzabile per lo studio dei dotti pancreatico-biliari con acquisizione a respiro sospeso e/o acquisizione con triggering respiratorio è il seguente:

1)  localizzatore su 3 piani per verificare e impostare la corretta copertura anatomica.

2) SSFSE T2p coronale (single shot fast spin echo) con TE 80

3) FSE T2p assiale con trigger respiratorio 1-2 mm spessore

4) DUAL FFE assiale ( Gradient Echo in-out phase)

5) SSFSE SPAIR T2p assiale con saturazione del seganle del grasso

6) sequenza colangiografica 2D centrata sull’assiale T2 SPIR seguendo il decorso del coledoco usando 12 slice da 40 mm

7) sequenza colangiografica 3D  con spessore 1 mm e gap 0 , dall’insieme delle singole partizioni di questa sequenza sarà possibile in post-processing realizzare immagini MIP o VR (volume rendering) per la completa rappresentazione dell’albero duttale.

In presenza di leakage biliare lo studio può essere integrato con acquisizioni 3D GE T1p da 60 minuti a 2 ore dopo la somministrazione endovenosa di mezzo di contrasto paramagnetico ad escrezione epatobiliare ( Gadolinio-BOPTA , Manganese-DPDP) in grado di ridurre il tempo di rilassamento T1 della bile con incremento del segnale.

Fase pre mezzo di contrasto:

- T1 GE in-out phase

- T2p TSE assiale a stato sottile (2 mm)

- T1p GE 3D fat saturation

-DWI

Fase post mezzo di contrasto:

-T1p GE 3D fat saturation

 

 

 

se qualcuno di voi lavora con una philips da 1,5 T potrebbe dirmi se come protocollo è esatto? e soprattutto mi servirebbero delle immagini per abbinarle ad ogni singola sequenza... su internet ho trovato solo SSFSE t2 pesate e  qualche MIP... 

La fase pre e post contrasto l'ho trovata su internet non è il protocollo philips.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io faccio quello che ti ho scritto di sopra, aggiungo la DWI se necessaria; a disposizione ho questa immagine del T2 assiale, se aspetti domani vedo se riesco a caricare qualcosa d altro..

 

 

IMG_0130.PNG

Share this post


Link to post
Share on other sites

il protocollo é corretto, volendo la GRE in out pre contrasto la puoi sostituire con una dixon che ti da lo stesso risultato (ma non puoi farla non in apnea)

per contro non tutte le sequenze che hai messo sono realizzabili con trigger o respiro libero. in particolare le colangio 2D e le dinamiche

non hai accesso ad una macchina? perché parli nello specifico di philips? non riesci a fare un protocollo generale che valga per tutte le marche?

Share this post


Link to post
Share on other sites

curiosità... come fate a fare delle immagini con FOV rotondo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me e' un clip rotondo.... se no il FOV e' rotondo solo nelle acquisizioni radiali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono sequenze Multivane ad acquisizione radiale "blade" per capirci.. Philips attua un FoV circolare, in questo caso che è anche piccolo è più facilmente visibile..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Multivane? che sarebbe? non conosco la nomenclatura Philips.

per caso Multivane è il nome commerciale di quelle che su Siemens si chiamano BLADE?

queste ultime le ho sempre viste con FOV quadrato, mai circolare, ma chiaramente ogni casa ha le sue peculiarità

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie a tutti per la disponibilità.... andrea non ho molto tempo, entro martedì volevo far stampare la tesi, quindi ho preferito mettere il protocollo che ho visto a tirocinio e che mi hanno spiegato alcuni tecnici.

Il problema è che volevo abbinare delle immagini tecniche nel qual spiegavo TE...TR ....flip angle..... i parametri operatore-dipendenti di ogni singola sequenza, ma visti i tempi stretti mi bastano anche solo delle immagini di alcune sequenze con trigger e senza trigger respiratorio e pre e post contrasto....purtroppo non riesco a beccare a tirocinio un giorno in cui ci sia una colangio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Andrea le immagini sull' IDRO RM-COLANGIO RM che ho trovato su questo sito sono perfette, sapresti darmi qualche informazione tecnica su di esse?

L'immagine sulla quale fai una centratura 3d sarebbe una gradient eco pre contrasto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links