Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

Francesca24

Indice di dose in Tomografia

7 risposte in questa discussione

Buonasera a tutti,

ho una domanda banale da porvi ma a cui non riesco darmi una risposta: come mai se non interpongo  nessun filtro tra sorgente e paziente in TAC, la dose assorbita dal paziente è  maggiore in periferia e minore al centro dello stesso? Nella regione centrale del  paziente essendoci più  'materiale' non ci dovrebbe essere più assorbimento dei raggi X? È  anche vero che siamo in zona  Compton quindi più materiale equivale ad una maggiore diffusione fotonica e minor assorbimento....

Grazie  a chi risponderà. 

Francesca

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


È molto semplice. 

La dose al centro è di meno perchè i tessuti intorno hanno già assorbito ed attenuato i fotoni X. 

Tieni presente che i raggi X subiscono un attenuazione esponenziale e la loro intensità dimezza per ogni 4-5cm di tessuto.

Percui, considerando un addome, che mediamente ha uno spessore di 25-30cm o più, avrai al centro un intensità di fotoni (ergo, una dose)  attenuata del 90% quasi.

Ho cercato di fare velocemente un disegno per spiegare il concetto...il fatto che il tubo rx in TC gira intorno, non modifica sostanzialnente il principio o i calcoli

2017-03-11-09-28-11.png

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra un fascio ad 80 KV ed uno a 140 KV di quanto si sposta in profondità l'assorbimento (immagino poco) ?

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so a memoria...a naso, sapendo più o meno che il SEV tra 80kV e 140kV radoppia / triplica, direi che a 140kV lo strato di tessuto che dimezza l intensità di dose è intorno 8-10cm invece dei 4-5cm a 80kV...così al centro dell addome del paziente a 140kV arriva ancora il 30 - 40% della dose in ingresso alla cute.

Sono numeri a spanne che dovrei verificare :-)

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie veramente tante per la risposta, adesso mi torna, giustamente l'indurimento del fascio al centro del tessuto rispetto alla periferia è maggiore quindi avrò  un fascio più  energetico che attraversa in misura maggiore il tessuto rispetto ai raggi x che attraversano i lati del tessuto che sono meno filtrati.

Grazie mille ancora

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si infatti.

 Oltre alla riduzione di intensità ha luogo anche la modifica dello spettro energetico. Bada bene che però sono due cose diverse.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links