Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




Tommy27

trucchi del mestiere per un RX LL perfetto del ginocchio (senza scopia)

48 risposte in questa discussione

ciao, chi di voi ha qualche trucchetto affidabile per far venire delle belle laterali del ginocchio con condili ben sovrapposti anche senzo l'utilizzo della scopia (con quella siamo capaci tutti...) ?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Ciao Tommy! Io di solito cerco di sentire la forma delle ossa toccando con mano (ovviamente nei pz non traumatizzati) e piú o meno mi faccio un'idea... a seconda della morfologia chiedo al pz di appoggiare o alzare il tallone (se pz supino) o di spostare la punta del piede a dx o a sin (se pz in ortostasi). Inoltre inclinare un filo di default il tubo caudio-craniale spesso aiuta ad allinearli.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

interessanti questi trucchetti...

spiegami meglio la questione della punta del piede... facciamo finta di fare un Rx ginocchio destro...

sei in appoggio sul potter dal lato del perone... la punta del piede gliela fai deviare verso il potter o verso il tubo?

e quel filino di inclinazione caudo-cranio in quanto me la quantifichi? 5°, 10°, altro?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Tommy27 dice:

interessanti questi trucchetti...

spiegami meglio la questione della punta del piede... facciamo finta di fare un Rx ginocchio destro...

sei in appoggio sul potter dal lato del perone... la punta del piede gliela fai deviare verso il potter o verso il tubo?

e quel filino di inclinazione caudo-cranio in quanto me la quantifichi? 5°, 10°, altro?

Allora se il pz è in ortostasi inizio a posizionarlo per fare la laterale (quindi con il lato esterno del ginocchio che guarda verso il potter). Poi sento con le mani come sono posizionati i due condili e chiedo al pz di spostare verso il detettore o verso il tubo la punta del piede (diciamo che a un buon 90% dei pz chiedo di spostare la punta verso il detettore e ai restanti verso il tubo.. dipende un po' dalla morfologia del ginocchio e da come si posiziona il pz quando lo metti di lato)... Stesso discorso per quando li eseguo da supino: li metto in laterale, sento con mano i condili e poi chiedo al pz di alzare o abbassare il tallone per muoverli e allinearli. Per quanto riguarda l'inclinazione del tubo diciamo un 4-5 gradi caudo-craniale per quasi la totalità delle rx ginocchia che mi capitato, a volte può essere che non sia necessario inclinare e quasi mai (mi sarà capitato max una decina di volte) ho inclinato cranio-caudale... Credo che per decidere l'inclinazione perfetta del tubo un colpetto di scopia sia necessario, se la macchina non lo consente se inclini caudo-craniale 4-5 gradi difficilmente sbagli... 

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie. sperimenterò con i miei tecnici e faremo tesoro delle tu dritte.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Tommy27 dice:

grazie. sperimenterò con i miei tecnici e faremo tesoro delle tu dritte.

Figurati :) per curiosità: voi in che modo eseguite le LL del ginocchio sottocarico? Gamba controlaterale in avanti o indietro?

ho letto in qualche post che voi eseguite sempre le ginocchia sotto carico anche se non riechieste.. seppur sempre con pz in piedi,  le eseguite in modo differente quando sono effettivamente richieste in carico o sempre allo stesso modo?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

le facciamo sempre allo stesso modo,  ovvero ginocchio da studiare in LL contro al potter e l'altro ginocchio piegato a 90° in avanti in appoggio su di un panchetto

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, Tommy27 dice:

le facciamo sempre allo stesso modo,  ovvero ginocchio da studiare in LL contro al potter e l'altro ginocchio piegato a 90° in avanti in appoggio su di un panchetto

Quindi con tutto il peso sul ginocchio in esame (cioè in monopodalico in pratica)?

Mentre per le AP? Fate appoggiare entrambe le gambe?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

in LL alla fine il carico è principalmente sul lato in esame, l'altro sta sul panchetto giusto per dare stabilità.

in AP facciamo di solito appoggio bipodalico a meno che non sia espressamente richiesto appoggio monopodalico

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Capito... per la LL del ginocchio in carico faccio anche io come te (gamba controlaterale in avanti appoggiata su un supporto e peso principalmente sul lato in esame). Vedevo alcuni colleghi che per la LL del ginocchio in carico facevano tenere, col pz in piedi, il ginocchio in esame in avanti e il controlaterale indietro (così il peso era distribuito più uniformemente su entrambe le ginocchia e non solo su quello in esame)... é un metodo sbagliato secondo te?

Mi è sempre stato detto che in realtà per la LL il "carico" sia davvero poco importante poichè la differenza carico-scarico si vede principalmente in AP...

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io di default con pz coricato inclino 6gradi e difficilmente sbaglio; inoltre il pz deve stare in decubito laterale perfetto senza tentare di girarsi verso l operatore od altro in quanto causa di disallineamento dei condili.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se il paziente è in decubito laterale mi assicuro che il margine esterno della rotula non tocchi il tavolo, faccio passare due o tre dita tra rotula e tavolo, poi cerco di giocare con il tallone, cercando di allineare i condili con le mani. Per aumentare la stabilità l'arto controlaterale è flesso ad almeno 90° e portato in avanti, così da allineare anche il bacino. Se il paziente è in ortostatismo (nel mio centro le facciamo sempre sottocarico, AP e LL), l'arto non in esame è dietro rispetto a quella in esame. L'arto in esame va posizionato cercando di far allineare i condili e di solito si fa extraruotare il piede di qualche grado. Di solito una piccola inclinazione  caudo craniale per sproiettare meglio il piatto tibiale.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 hours ago, A.DeryckTSRM said:

Capito... per la LL del ginocchio in carico faccio anche io come te (gamba controlaterale in avanti appoggiata su un supporto e peso principalmente sul lato in esame). Vedevo alcuni colleghi che per la LL del ginocchio in carico facevano tenere, col pz in piedi, il ginocchio in esame in avanti e il controlaterale indietro (così il peso era distribuito più uniformemente su entrambe le ginocchia e non solo su quello in esame)... é un metodo sbagliato secondo te?

Mi è sempre stato detto che in realtà per la LL il "carico" sia davvero poco importante poichè la differenza carico-scarico si vede principalmente in AP...

volendo si può fare tenendo l'altra gamba all'indietro come fanno i tuoi colleghi... l'importante è però che la gamba in esame stia dritta a 90° rispetto al pavimento... con il metodo della gamba all'indietro secondo me si rischia che invece di stare a 90° il femore tenda ad essere un po' inclinato all'indietro ed inoltre nei pz. molto obesi con la gamba all'indietro secondo me hai più problemi di possibili sovrapposizioni dei tessuti molli. secondo me è più semplice dissociare le 2 gambe facendo appoggiare in avanti sul panchetto la gamba non in esame. ma è questione di abitudini.

come detto prima io faccio le LL sotto carico perchè cmq parto già da una situazione tubo-potter impostata per la AP sotto carico e quindi la LL la faccio nello stesso decubito principalmente per comodità.

la LL sotto carico è ovviamente meno importante della AP sotto carico per quel che riguarda le rime femoro-tibiali che ovviamente vedi bene solo nella AP.  quello che invece ti può dare la LL sotto carico è la valutazione della posizione della rotula (alta o bassa)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Tommy27 dice:

volendo si può fare tenendo l'altra gamba all'indietro come fanno i tuoi colleghi... l'importante è però che la gamba in esame stia dritta a 90° rispetto al pavimento... con il metodo della gamba all'indietro secondo me si rischia che invece di stare a 90° il femore tenda ad essere un po' inclinato all'indietro ed inoltre nei pz. molto obesi con la gamba all'indietro secondo me hai più problemi di possibili sovrapposizioni dei tessuti molli. secondo me è più semplice dissociare le 2 gambe facendo appoggiare in avanti sul panchetto la gamba non in esame. ma è questione di abitudini.

come detto prima io faccio le LL sotto carico perchè cmq parto già da una situazione tubo-potter impostata per la AP sotto carico e quindi la LL la faccio nello stesso decubito principalmente per comodità.

la LL sotto carico è ovviamente meno importante della AP sotto carico per quel che riguarda le rime femoro-tibiali che ovviamente vedi bene solo nella AP.  quello che invece ti può dare la LL sotto carico è la valutazione della posizione della rotula (alta o bassa)

Si in effetti col metodo del portare la gamba non in esame in avanti (piuttosto che indietro) la gamba in esame risulterà più dritta...Come mai è importante avere la gamba dritta a 90° rispetto al pavimento nelle LL in carico? Sempre per il discorso del far "risaltare" la posizione della rotula rispetto a una LL con pz supino?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sì. ad ogni modo l'importanza della LL sotto carico nell'ottica globale dell'esame è minoritaria rispetto alla AP sotto carico

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 9/4/2017 at 10:37, Tommy27 dice:

sì. ad ogni modo l'importanza della LL sotto carico nell'ottica globale dell'esame è minoritaria rispetto alla AP sotto carico

Capito... 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 9/4/2017 at 10:37, Tommy27 dice:

sì. ad ogni modo l'importanza della LL sotto carico nell'ottica globale dell'esame è minoritaria rispetto alla AP sotto carico

Leggevo oggi questo posto molto interessante sulle rx richieste con i diversi appoggi monopodalici e bipodalici

Ho un dubbio a riguardo: se non è specificato dal prescrivente il tipo di appoggio per l'rx in carico richiesta (es. un generico "piedi in carico" o "ginocchia in carico") le rx secondo te possono essere eseguite con il tipo di appoggio che il tsrm e il radiologo che referta preferiscono?   

Es. un generica radiografia in carico ( "piede in carico", "ginocchio in carico", "caviglia in carico", ...) può essere eseguita, indifferentemente, sia con entrambe le proiezioni (AP e LL) in monopodalico, sia con entrambe le proiezioni in bipodalico, sia con un "mix" del tipo AP in bipodalico e LL in monopodalico (che mi sembra di aver capito sia quello che usi tu ad es. per il ginocchio)?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se non c'è indicazione specifica, uno le può fare come meglio crede.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 11/4/2017 at 06:16, Tommy27 dice:

se non c'è indicazione specifica, uno le può fare come meglio crede.

Grazie mille immaginavo!

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 11/4/2017 at 06:16, Tommy27 dice:

se non c'è indicazione specifica, uno le può fare come meglio crede.

Per quanto riguarda invece le richieste di rx ginocchio in cui è specificato effettivamente il tipo di appoggio, con le LL come vi comportate? Per l'AP è facile (se richiedono "appoggio monopodalico" basta far alzare la gamba controlaterale mentre se richiedono "appoggio bipodalico" basta farle appoggiare entrambi), ma per le LL?  

Per il monopodalico si potrebbe usare il metodo che usi tu solitamente descritto prima (gamba controlaterale portata avanti e appoggiata su un supporto, con il peso appoggiato interamente al ginocchio in esame)?

Mentre il per il bipodalico mi viene in mente a quello di cui parlavamo prima che ho visto usare da alcuni colleghi: pz che porta avanti gamba in esame e gambra controlaterale indietro... che dici?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/4/2017 at 20:00, A.Dery dice:

Ho un dubbio a riguardo: se non è specificato dal prescrivente il tipo di appoggio per l'rx in carico richiesta (es. un generico "piedi in carico" o "ginocchia in carico") le rx secondo te possono essere eseguite con il tipo di appoggio che il tsrm e il radiologo che referta preferiscono?   

Es. un generica radiografia in carico ( "piede in carico", "ginocchio in carico", "caviglia in carico", ...) può essere eseguita, indifferentemente, sia con entrambe le proiezioni (AP e LL) in monopodalico, sia con entrambe le proiezioni in bipodalico, sia con un "mix" del tipo AP in bipodalico e LL in monopodalico (che mi sembra di aver capito sia quello che usi tu ad es. per il ginocchio)?

 

Il 11/4/2017 at 06:16, Tommy27 dice:

se non c'è indicazione specifica, uno le può fare come meglio crede.

Anche secondo me, se non specificano il tipo di appoggio e ti chiedono semplicemente "piedi in carico", "caviglie in carico", "ginocchia in carico"... uno può scegliere di farle con il tipo di appoggio (monopodalico piuttosto che bipodalico) che preferisce a secondo delle preferenze e del macchinario a disposizione. 

Questa cosa @Tommy27 può valere seoncondo te, teoricamente, ance per l'rx anca richiesta in carico? Cioè quando non specificano il tipo di appoggio (ma ti chiedono un normale "rx anca in carico") uno può teoricamente decidere di eseguirla sia con appoggio monopodalico sia con appoggio bipodalico a seconda delle preferenze e della macchina?  Parlo dell'anca, se chiedono invece il bacino in carico ovviamente si andrà ad eseguirlo per forza con l'appoggio bipodalico.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

una fa come vuole. ma non ho in effetti mai visto una richeista di Rx anca sotto carico monopodalico.

si tratta di una dicitura che ho sempre visto fare per il ginocchio.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, Tommy27 dice:

una fa come vuole. ma non ho in effetti mai visto una richeista di Rx anca sotto carico monopodalico.

si tratta di una dicitura che ho sempre visto fare per il ginocchio.

Anche a me mai capitata. Quando ci chiedono un generico "rx anca in carico"  (senza nient'altro specificato) noi la eseguiamo col pz che appoggia entrambe le gambe (quindi in appoggio bipodalico), sia che sia richiesta l'anca singola sia che siano richieste entrambe le anche (nel caso di richiesta bilaterale in pratica eseguiamo un AP bacino prendendo entrambe le anche in AP in un'unica immagine).  Anche voi?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@MickyB

Si esiste, è la proiezione Flamingo views, può essere incentrata o solo sul bacino o su tutti gli arti inferiori purché l'appoggio sia monopodalico.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 2/6/2017 at 17:38, Alan 89 dice:

@MickyB

Si esiste, è la proiezione Flamingo views, può essere incentrata o solo sul bacino o su tutti gli arti inferiori purché l'appoggio sia monopodalico.

Interessante…

1. Cercando in rete, questa proiezione Flamingo Views sembra però essere indicata più che altro per studiare l’instabilità della sinfisi pubica (tutte le rx che ho trovato erano infatti collimate più che altro nella zona del pube) che l’anca in sé…no?

2. Quando ti chiedono un “rx anca in carico”, per la proiezione AP tu esegui questa Flamingo Views o fai una normale AP dell’anca con pz in piedi?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links