Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

Alessandro Tombolesi

Comunicazione della dose di radiazioni

25 posts in this topic

Comincia anche presso le strutture pubbliche il recepimento delle direttive della nuova Euratom 59/2013 sulla radioprotezione. A questo link trovate un articolo a proposito, l'ho ritenuto interessante perché il fisico sanitario di riferimento è anche il presidente di AIFM, quindi sicuramente attendibile in quanto a correttezza delle interpretazioni. 

Nelle vostre strutture avviene già?  Quale dato ed in che modo viene comunicato il dato dosimetrico in TC? 

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites


Per ora più che allegare nelle immagini tac il dose report non facciamo.. rx/mammo zero..anche se a breve ci sarà da adattarsi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

per la TC viene allegato il Dose Report, per gli esami radiografici dobbiamo segnare sulla richiesta la dose ricevuta e quando chiudiamo l´esame pure. La dose viene poi in ogni caso calcolata e mostrata dal sistema (AGFA) non appena viene acquisita l´immagine. A richiesta il paziente richiede il CD ma non e´ obbligatorio consegnarlo.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

interessante cha Agfa mostri la dose, mi spieghi meglio questa applicazione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

lavoro su un DX D 660, in pratica quando viene acquisita l´immagine mostra in un riquadro in basso i parametri usati, kV mAs, le camere di ionizzazione usate e il DAP. . La cosa funziona sia con il digitale diretto che con le cassette.

la foto e´ tratta dal manuale e i parametri visualizzati possono essere impostati a piacere. se ce la fo ti posto una foto di un esame vero e proprio.

agfa.jpg

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma questi dati kV, mAs e dose finale vengono salvati "dentro" all'immagine DICOM?

Share this post


Link to post
Share on other sites

bisogna che controlli domani quando sono a lavoro ma penso di si

Share this post


Link to post
Share on other sites

per la radiologia convenzionale nella tabella degli indici di esposizione parlano di KAP, DAP e ESAK.

per legge bisognerà registrare tutti e 3 o ne basta solo uno?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il Wednesday, April 26, 2017 at 19:58, marco88 dice:

lavoro su un DX D 660, in pratica quando viene acquisita l´immagine mostra in un riquadro in basso i parametri usati, kV mAs, le camere di ionizzazione usate e il DAP. . La cosa funziona sia con il digitale diretto che con le cassette.

la foto e´ tratta dal manuale e i parametri visualizzati possono essere impostati a piacere. se ce la fo ti posto una foto di un esame vero e proprio.

agfa.jpg

Ah,  Agfa DR. Ok. Pensavo col CR 

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

a essere sincero non lo so ti allego due foto la prima e´ un torace con digitale diretto, la seconda un gomito su cassetta

P1040885.JPG

 

P1040879.JPG

 

 

 

 

 

 

 

 

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me usate una cassetta Agfa  DR wireless ;-)

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

da noi tutto automatico, i dati vengono passati al ris ed inseriti automaticamente nel referto ed ovviamente compaiono sulle immagini

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

non ho capito una cosa... questa legge, che se non erro diverrà attiva in Italia dal 2018, impone solo la registrazione su RIS/PACS della dose che quindi deve comparire sulle immagini, o impone anche che questa venga scritta anche sul referto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Tommy27 dice:

non ho capito una cosa... questa legge, che se non erro diverrà attiva in Italia dal 2018, impone solo la registrazione su RIS/PACS della dose che quindi deve comparire sulle immagini, o impone anche che questa venga scritta anche sul referto?

Tutte e due

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok, grazie. chiedo un'altra cosa per chi da già questa certificazione, la dose viene espressa come dose totale o per singola scansione/proiezione.

facciamo un paio di esempi semplici semplici...

1- TC addome superiore quadrifasico

2- Rx cervicale 4P

ed infine un'altra cosa... come ci si comporta in caso di proiezione sbagliata? di solito quando capita l'immagine non viene salvata a PACS ma di fatto la dose al pz. è stata cmq somministrata. Si continua a far finta di niente oppure cambia il modus operandi in questi casi?

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

sicuro separato per modalità anche perché l unità espressa non é la stessa

per le lastre fatte ma non messe non saprei dipende dal sistema ma penso venga contato tutto visto che viene conteggiata anche la scopia

posso fare una prova con il nostro sistema

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

separato

 

per quanto riguarda le lastre sbagliate dovrebbe essere inserito. Da noi non avviene in automatico quindi sta al singolo decidere se inserire anche il numero di proiezioni sbagliate e la dose di queste. Poi qualche radiologo vuole  che tutte le immagini vengano inviate al PACS, perche´ comunque da proiezioni eseguite in maniera ortodossa si possono avere informazioni utili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

forse non mi sono spiegato bene nei miei esempi...

intendevo dire che il dose report darà anche i singoli pesi delle singole scansioni TC (es. scout, a vuoto, arteriosa, portale, tardiva) o solo un conto cumulativo?

idem per Rx, viene espressa la dose per singola proiezione o di tutto l'esame in toto (eventuale scopia, lastre buone, lastre sbagliate)?

nel referto sarà obbligatorio mettere solo la dose complessiva o tutta la lista della spesa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

penso che dipenda tutto dal sistema, il nostro in tc puo inserire i dati delle singole scansioni, ma nel referto mi sembra inutile visto che é riportato nel cd

Share this post


Link to post
Share on other sites

dipende dalla macchina, la GE ad es non riporta la dose della scout, almeno la discovery e la optima 660. per la revolution non so, ma penso che sia implementata anche questa funzione. le singole fasi vengono riportate separate e poi viene mostrato il dlp e il ctdi complessivo.

per le rx anche in questo caso tutto separato, poi la somma la facciamo manualmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo di aver capito che nel referto debbano essere riportati semplicemente i dati presenti sul dose report, quindi se un esame TC è composto di più scansioni ognuna con un CTDI differente ed un DLP totale come già avviene in tutte le TC, gli stessi valori debbano essere riportati sul referto come per certificazione di quel tipo di dato esposizione.

Ma mi riservo di informarmi

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links