Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

MickyB

Morfometria dorsale e lombare con radiografia

84 risposte in questa discussione

l'ortostasi può fare modificare una spondilolistesi ma non l'altezza di una vertebra... sono 2 cose diverse.

anche in un crollo recente la vertebra deformata rimane sostanzialmente uguale sia che la guardi in clinostasi che in ortostasi... ricordati che è sempre tessuto osseo e che non fa la "fisarmonica" a seconda del decubito.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


30 minuti fa, Tommy27 dice:

l'ortostasi può fare modificare una spondilolistesi ma non l'altezza di una vertebra... sono 2 cose diverse.

anche in un crollo recente la vertebra deformata rimane sostanzialmente uguale sia che la guardi in clinostasi che in ortostasi... ricordati che è sempre tessuto osseo e che non fa la "fisarmonica" a seconda del decubito.

 Vero hai ragione :lol:!

In quel centro dove il radiologo preferisce dorsale e lombare in clinostasi allora, anche se l'esame è chiesto per morfometria/osteoporosi, lo eseguirò anche in questo caso con pz supino come da "routine".

Molte grazie Tommy ^_^ buona giornata!!

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 5/6/2017 at 16:58, Tommy27 dice:

2. si cerca di correggere l'eventuale scoliosi del pz. facendo appoggiare dal lato convesso della curva e posizionando eventuali cunei di gommapiuma (anche per questo è utile avere la AP; anzi noi facciamo sempre prima la AP apposta). se sono molto scoliotici si cerca di fare una LL in 2 pezzi, una senza sproiettare le vertebre alte ed una per le basse. quale extrema ratio uno può anche giocarsela con qualche grado di  inclinazione del tubo.

 

 

Il 6/6/2017 at 07:12, Tommy27 dice:

di solito basta semplicemente che la fai in appoggio diverso... ovvero se sono venute male in appoggio destro, la ripeti in appoggio sinistro, magari centrandoti proprio sulla zona di interesse.

ovvero fai una LL standard dorsale dove vedi bene le vertebre alte, poi ti sposti più in basso e fai in appoggio controlaterale il passaggio dorso-lombare ed infine una LL standard del lombare dove cerchi di prendere bene di infilata le vertebre lombari medio-distali.

io di morfometrie ne faccio parecchie e in questo modo ci riesco quasi sempre a cavare i piedi...

Stavo leggendo i tuoi consigli dato che anche a me capitano spesso pazienti con forti scoliosi ^_^  Oltre a far appoggiare il lato convesso della scoliosi (trucco che già uso), hai parlato della possibilità di fare un' ulteriore LL con il pz che appoggia l'altro fianco. 

Consideriamo di dover eseguire uno studio dorso-lombare con un pz fortemente scoliotico: andrò a eseguire le due LL standard (di dorsale e lombare) facendo appoggiare al pz in entrambe il lato più convesso della scoliosi. Quindi, avendo queste due LL la centratura "standard" , indicativamente prenderò con la dorsale da C7 a L1 e con la lombare da D11-D12 al sacro (più o meno ovviamente...). Supponiamo poi che in un tratto della colonna sia meglio eseguire un'ulteriore proiezione con il lato controlaterale appoggiato perchè vedo male delle vertebre: questa LL aggiuntiva secondo te, per il miglior riconoscimento delle vertebre,  è meglio che abbia riferimenti ossei  come nelle LL centrate "standard" (tipo il sacro per la lombare) o, dato che ci sono già le LL centrate in modo standard, posso semplicemente centrarla e collimarla prendendo solo il tratto di colonna che mi serve studiare meglio? 

Mi spiego meglio: anche non avendo particolari riferimenti ossei,  il radiologo riesce a riconoscere le vertebre esaminate nella LL aggiuntiva semplicemente andando a confrontrarla con le due LL centrate in modo "standard" (che hanno invece riferimenti ossei per contare le vertebre)?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se hai già le "LL" centrate in modo standard puoi anche fare una 3° proiezione LL (magari del passaggio dorso-lombare se è quello il punto critico che vuoi studiare) centrata in modo diverso e con FOV in asse z collimato più stretto... generalmente tra elementi costali e becchi osteofitari si riesce praticamente sempre ad avere dei reperi che consentano di contare le vertebre

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 29/11/2017 at 05:49, Tommy27 dice:

se hai già le "LL" centrate in modo standard puoi anche fare una 3° proiezione LL (magari del passaggio dorso-lombare se è quello il punto critico che vuoi studiare) centrata in modo diverso e con FOV in asse z collimato più stretto... generalmente tra elementi costali e becchi osteofitari si riesce praticamente sempre ad avere dei reperi che consentano di contare le vertebre

mmm quindi vediamo se ho capito bene <_<:

1- In uno studio di dorsale e lombare, tu le due LL centrate e collimate in modo "standard" (la prima prendendo indicativamente da C7 a L1 e la seconda da D11-D12 al sacro) le fai sempre e poi al limite ci aggiungi una terza LL mirata nel punto che ti serve (eventualmente in appoggio controlaterale)?  Chiedo perchè, coi pz molto scoliotici, ho visto anche fare le LL usando una cassetta 35x43 diviso 3 facendola in 3 scatti separati più "piccoli" ma secondo me così era molto più complicato riconoscere le vertebre dato che nessuno degli scatti aveva i riferimenti di un LL standard...

2- Ti porto un esempio classico di pz molto scoliotico con una scoliosi convessa a sin nel tratto dorsale e convessa a dx nel tratto lombare.  Con un pz del genere io farei una LL della dorsale, centrata standard (con collimazione circa da C7 a L1) con pz in appoggio sin e poi una LL della lombare, sempre centrata standard (con collimazione circa da D11-D12 al sacro) con pz in appoggio dx. Dopodiché,  se ad esempio mi accorgo che nella parte bassa della dorsale non vedo bene alcune vertebre col primo tipo di appoggio che ho tentato, posso aggiungere una LL con appoggio controlaterale (quindi in appoggio destro in questo caso) centrata e collimata solo quel punto...  Ti torna?

 

scoliosis_1.jpg

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1. mai fatto in 3 pezzi piccoli.

2. come ho già detto prima, fai 2 pezzi larghi standard e poi un 3° pezzo collimato e centrato sulla zona che si vede male con appoggio dal lato convesso della scoliosi.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Tommy27 dice:

1. mai fatto in 3 pezzi piccoli.

2. come ho già detto prima, fai 2 pezzi larghi standard e poi un 3° pezzo collimato e centrato sulla zona che si vede male con appoggio dal lato convesso della scoliosi.

Perfetto ti ringrazio^_^ ti chiedo solo le ultime due cose che non mi sono ben chiare

1. così come hai detto x il terzo perzo in aggiunta collimato, anche  i 2 pezzi larghi "standard" li fai facendo appoggiare al pz il lato convesso della scoliosi?  Cioè tipo nel pz che ti ho riportato con quella scoliosi ad "S" (con curva a sin dorsale e dx lombare), tu faresti appoggiare per la LL standard della dorsale il fianco sin e per la LL standard della lombare il fianco dx?

2. supponiamo di aver acquisito, con un pz molto scoliotico, 3 immagini come dicevamo prima (di cui magari due in appoggio dx e una in appoggio sin), secondo te è buona cosa ruotare in post-processing le immagini tutte "nello stesso verso"? Se sì, è indispensabile in questo caso indicare con una lettera il lato di appoggio del pz nei singoli "pezzi"?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1. si fa sempre appoggiare il pz. scoliotico sul lato convesso della scoliosi per ottenere immagini vertebrali più "dritte".

2. per miglior resa iconografica io girerei tutte le laterali rivolte dallo stesso lato; scegliete voi come siete abituati a presentare le imamgini della colonna (c'è chi le fotografa rivolte a ds. e chi a sn.) ma indicare il lato di appoggio della radiografia secondo me non è indispensabile.  l'importante è che la radiografia sia ben fatta e le vertebre ben misurabili; il resto sono finezze... se hai voglia e tempo di aggiungere una "tag" come appoggio ds. o appoggio sn. sei libero di farlo ma all'atto pratico della refertazione non serve a niente.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links