Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




Mauro.L

RM e peso immagini

10 risposte in questa discussione

Buonasera gentili tecnici del sito,

vi scrivo per una informazione tecnica: notavo che una singola immagine RM encefalo del mio referto è circa 120Kb, mi aspettavo immagini più "pesanti", volevo sapere se è uno standard corretto ed è normale siano così "leggere" o vi è un problema nel mio CD.

Esame svolto su Philips Ingenia 1.5T

 

Ringrazio per le informazioni.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


il peso di una singola immagine dipende dal FOV e della matrice utilizzzata.

cmq difficilmente in RM troverai immagini che singolarmente pesino più di 1 MB

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille per la sua  risposta, ora ho compreso. Non sapevo..
1) Non essendo pratico però volevo chiedere: in poche parole 120-140 Kb come "qualità" di immagini sono nella media o sotto?

 

2) Volevo porre infine un'altra domanda che non c'entra con quanto dicevo sopra: leggo nell'immagine in altro a sinistra la dicitura POS: 0mm, poi scorrendo alla seconda immagine passa a 6mm e andando avanti a 12mm.. 18mm ecc.. e leggo invece in alto a destra SW 5.00mm, mi chiedevo quindi, ma lo spessore è 5mm o 6mm?

Cosa vogliono dire queste due indicazioni?

 

Spero possa rispondere a queste due domande del post senza disturbarLa troppo, la ringrazio molto.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1- più che sul peso singolo dell'immagine bisogna appunto vedere con che FOV e matrice è stata fatta... la risoluzione dell'immagine (e quindi la sua qualità in termini dettaglio) la evinci dividende l'ampiezza del FOV (field of view) per il numero di pixel da cui è composta la matrice. puoi avere un'immagine con FOV di 25 cm ed una matrice di 256x256 che ti da una risoluzione di circa 1mm per pixel. senza questi numeri non ha senso parlare di qualità di immagine.  a proposito, la RM è stata eseguita su una macchina ad alto campo o su una macchina aperta (basso campo)?

2- presumo che lo spessore di fetta usato sia di 5 mm, i salti di 6 mm che vedi sono dovuti al fatto che tra una fetta e l'altra c'è spesso un gap variabile... io per esempio gli encefali li faccio a 4 mm con gap del 13%, quindi ho fetta da 4mm e spazio di 0.5 mm tra una fetta e l'altra.  se il salto è di 6mm, probabile che abbiano usato spessore di 5mm e gal del 20%

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie ancora per tutte queste spiegazioni :-)

 

Allora ho eseguito lo studio RM encefalo su Ingenia 1.5 T Philips, quindi alto campo. Nei dettaglio trovo DFOV 24,0x24x0 cm e un'alta scritta 480x480 (potrebbe essere la matrice?)

4 hours ago, Tommy27 said:

2- presumo che lo spessore di fetta usato sia di 5 mm, i salti di 6 mm che vedi sono dovuti al fatto che tra una fetta e l'altra c'è spesso un gap variabile... io per esempio gli encefali li faccio a 4 mm con gap del 13%, quindi ho fetta da 4mm e spazio di 0.5 mm tra una fetta e l'altra.  se il salto è di 6mm, probabile che abbiano usato spessore di 5mm e gal del 20%

Deduco che han svolto uno studio non densissimo negli spessori rispetto a quelli che esegue lei. Speriamo siano comunque utili e dettagliate..

Grazie.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che lei Mauro sia un paziente e non un operatore. Detto ciò, siccome alla qualità dell'immagine RM concorrono innumerevoli fattori, e non solo gap,  matrice,  FOV e quantaltro,  cercare di capire da questo se un esame è esaustivo o meno mi sembra praticamente impossibile. Per non parlare poi del peso delle immagini. Non le sembra meglio affidarsi agli specialisti che la seguono che ad elucubrazioni sulla tecnica di esame che non conosce ed è estremamente difficile comprendere?

Questo sito è uno strumento per gli operatori del settore che si scambiano esperienze e consigli al fine di migliorare la propria tecnica nell'interesse del malato, niente di più.

Lo specialista che la segue sicuramente le saprà dire se l'esame è esaustivo per il suo caso e la saprà consigliare per il meglio. Un po' di fiducia non guasta.

In bocca al lupo:)

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

c'è poi da dire che riguardo al "peso" della singola immagine DICOM occorre anche sapere se è salvata con compressione oppure no.

ovvero un'immagine di 500K compressa con algoritmo DICOM lossless diventa anche 200K, quindi oltre la metà.

cmq stare a sindacare se un esame è stato fatto bene o male solo valutando il peso di un'immagine è davvero un azzardo

 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
18 hours ago, Mauro.L said:

Allora ho eseguito lo studio RM encefalo su Ingenia 1.5 T Philips, quindi alto campo. Nei dettaglio trovo DFOV 24,0x24x0 cm e un'alta scritta 480x480 (potrebbe essere la matrice?)

Deduco che han svolto uno studio non densissimo negli spessori rispetto a quelli che esegue lei. Speriamo siano comunque utili e dettagliate..

Grazie.

la macchina usata è di buona qualità. con un FOV di 24 cm ed una matrice di 480x480 la risoluzione spaziale è elevata... parliamo di 0.5 mm per pixel, a meno che non si tratti in realtà di immagini acquisite con matrice 240x240 e poi interpolate successivamente, per cui in realtà la risoluzione reale è di 1 mm per pixel che solo attraverso interpolazione diviene di 0.5 mm

quanto agli spessori di strato, un encefalo si può tranquillamente studiare anche a 5 mm (a meno che non si tratti di studi specifici per orbite, ipofisi o orecchio interno che richiedono spessori più stretti)...

come detto prima, per dire se un esame è ben fatto o meno bisogna analizzare una numerosa serie di parametri, fissarsi solo con un paio di essi può essere fuorviante

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie ragazzi, siete stati chiarissimi e scusate il disturbo sul vostro forum allora :)

Un grazie in particolare a Tommy27, mi hai aiutato con le mie curiosità con chiarezza.

Buona continuazione..

PS: volevo segnalarvi che al momento della registrazione il forum dà la possibilità di scelta tra specialista generico, esperto nel campo radiologia o paziente, però essendo un forum tematico per operatori in radiologia perché lasciare il campo scelta "paziente"? Credo sia fuorviante. non lo dico per far polemica, ma solo per segnalarvi la situazione. Grazie ancora. Rinnovo i saluti :)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chiudo

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links