Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

Mau

Studio Rx della sacro-iliache

18 risposte in questa discussione

Buongiorno a tutti! Avrei qualche dubbio in merito allo studio Rx delle articolazioni sacro-iliache. Non mi è mai capitato di vedere questo esame e, dai testi che ho consultato, so solo che ci sono due proiezioni dedicate per il loro studio:

un’A-P: paziente supino, raggio caudo-craniale di 20 gradi (molto simile di fatto a una A-P del sacro)

ap sacro-iliache.JPG

e un’obliqua: pz supino con fianco della S.I. in esame sollevato (in modo da prendere l’articolazione d’infilata) e raggio perpendicolare

 sacro-iliache 2.JPG

       A livello “teorico” nessun problema ma ho dei dubbi per quel che concerne il lato pratico:

           1. E' un esame che va sempre eseguito bilaterale?  Ovvero entrambe le S.I. vanno esaminate per confronto o può essere che chiedano di valutare solo una delle due S.I?

           2. Lo studio delle sacroiliache viene sempre richiesto insieme al bacino? Ovvero si tratta di proiezioni complementari da associare sempre a una AP bacino (con quindi richieste del tipo Rx bacino + studio sacro iliache) o può essere richiesto anche un esame dedicato alla sole sacroiliache (es. rx sacro-iliache)?

      3. Per quanto riguarda l'esame mirato (Rx sacro-iliache), se esiste,  è comunque indispensabile rappresentare tutto il bacino nell'immagine, o possono essere eseguite SOLO ed esclusivamente le rx collimate alla sola zona delle S.I (esattamente come raffigurato nelle immagini delle proiezioni che ho caricato poco sopra)?

      Ringrazio in anticipo tutti coloro che sapranno chiarirmi un po' le idee!

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


facendo la dovuta premessa che l'Rx delle sacro-iliache è un esame non particolarmente utile in quanto in grado di dimostrare alterazioni solo ormai in fase piuttosto avanzata (al contrario della RM che consente di fare diagnosi in fasi precoci , chiaramente più facilmente curabili di una forma cronicizzata), posso rispondere che:

1- sempre bilaterale. un elemento diagnostico differenziale tra varie patologie reumatiche è l'interessamento simmetrico o asimmetrico delle SI; quindi come fai a dirlo se ne guardi solo una?

2- generalmente si tratta di una proiezione complementare da non fare di default quando ti viene chiesto "Rx bacino e basta". Può darsi che te lo chiedano esplicitamente sotto forma di richiesta "Rx bacino e sacro-iliache" oppure anche da solo "Rx sacro-iliache" anche se devo dire che come richiesta "isolata" l'ho visto più raramente. Infine può anche capitarti che dopo un esame Rx standard del bacino il tuo radiologo ti possa chiedere un particolare sulle sacro-iliache nel caso abbia visto qualche reperto sospetto.

3- dipende da come decide di gestire la cosa il radiologo. alcuni possono decidersi di limitarsi al solo segmento citato nell'impegnativa e quindi fare esame collimato; in altri casi c'è chi potrebbe comunque volere per completezza un esame completo anche del bacino. Penso che se hai a che fare con pazienti anziani non sia una cosa sbagliata fargli anche una AP completa del bacino in modo da vedere come sta messo a livello di coxo-femorali. In caso di paziente molto giovane sarebbe meglio consigliare RM per i motivi che ho detto prima, ma se proprio insistono a volergli fare le lastre allora ci si può limitare al FOV collimato

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Volendo si può eseguire anche in PA sfruttando così la divergenza del fascio, però solo nel caso di studio specifico della sola articolazione.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
45 minutes ago, Andrea Rivoira said:

Volendo si può eseguire anche in PA sfruttando così la divergenza del fascio, però solo nel caso di studio specifico della sola articolazione.

in tal caso il tubo lo terresti dritto o sempre inclinato di 20° come da manuale per la AP ?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Andrebbe obliquato (in questo caso cranio-caudalmente) in rapporto a quanto il sacro è più o meno parallelo rispetto al piano sensibile, perché a differenza dell'AP si risente del fattore panza.

 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giusta osservazione... talora può dare dei bei problemi in fase di centraggio.

 

 

hqdefault.jpg

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, Tommy27 dice:

facendo la dovuta premessa che l'Rx delle sacro-iliache è un esame non particolarmente utile in quanto in grado di dimostrare alterazioni solo ormai in fase piuttosto avanzata (al contrario della RM che consente di fare diagnosi in fasi precoci , chiaramente più facilmente curabili di una forma cronicizzata), posso rispondere che:

1- sempre bilaterale. un elemento diagnostico differenziale tra varie patologie reumatiche è l'interessamento simmetrico o asimmetrico delle SI; quindi come fai a dirlo se ne guardi solo una?

2- generalmente si tratta di una proiezione complementare da non fare di default quando ti viene chiesto "Rx bacino e basta". Può darsi che te lo chiedano esplicitamente sotto forma di richiesta "Rx bacino e sacro-iliache" oppure anche da solo "Rx sacro-iliache" anche se devo dire che come richiesta "isolata" l'ho visto più raramente. Infine può anche capitarti che dopo un esame Rx standard del bacino il tuo radiologo ti possa chiedere un particolare sulle sacro-iliache nel caso abbia visto qualche reperto sospetto.

3- dipende da come decide di gestire la cosa il radiologo. alcuni possono decidersi di limitarsi al solo segmento citato nell'impegnativa e quindi fare esame collimato; in altri casi c'è chi potrebbe comunque volere per completezza un esame completo anche del bacino. Penso che se hai a che fare con pazienti anziani non sia una cosa sbagliata fargli anche una AP completa del bacino in modo da vedere come sta messo a livello di coxo-femorali. In caso di paziente molto giovane sarebbe meglio consigliare RM per i motivi che ho detto prima, ma se proprio insistono a volergli fare le lastre allora ci si può limitare al FOV collimato

Grazie a entrambi !

Nel caso che avete riportato in cui potrebbero chiedere "rx bacino e sacro-iliache"  andrò quindi sicuramente a eseguire un'AP bacino standard e in aggiunta le due oblique collimate per le sacroiliache (una per la dx e una per la sin) ma poi può aver senso, secondo voi, eseguire anche l'AP dedicata alle sacro-iliache che ho riportato prima  (quella qui sotto)? O dato che abbiamo già l'AP bacino standard (seppur eseguita con tubo dritto) se ne può fare a meno eseguendo quindi, come proiezioni dedicate e collimate alle S.I., le sole oblique (dx e sin)?

Cita

un’A-P: paziente supino, raggio caudo-craniale di 20 gradi (molto simile di fatto a una A-P del sacro)

ap sacro-iliache.JPG

 

 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me ne basta una, perché altrimenti andresti ad irradiare il paziente due volte sulla stessa zona per ottenere poi due immagini che sono quasi identiche.

 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

concordo con Andrea; considera che nell'ambito delle proiezioni mirate per le sacro-iliache, le più importanti sono appunto le oblique dove prendi di infilata la rima articolare e vedi meglio restringimenti ed eventuali erosioni; la AP più che per lo studio della rima articolare serve invece principalmente per verificare la simmetricità (o meno) dei segni di sclerosi ossea e tutto sommato è una cosa che puoi tranquillamente dire anche in una AP a tubo dritto.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come immaginavo grazie, anche secondo me in quel caso ha senso limitarsi a  un' AP bacino e alle  due oblique collimate alle S.I.

Quindi l'unico caso in cui si potrebbe usare questa proiezione AP per le sacro iliache (con tubo caudo-craniale) è quando chiedono lo studio mirato (Rx sacro-iliache) e il radiologo decide di fare tutte le proiezioni collimate senza valutare tutto il bacino?  In questo caso infatti non avremmo già l'AP bacino std di partenza e quindi, oltre alle due oblique collimate alle S.I. , si potrebbe fare come AP quella caudo-craniale anch'essa collimata alla regione delle sacro-iliache (ovvero proprio le due proiezioni da libro che ho caricato all'inizio del post)... che dite?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se rileggi il mio primo intervento, vedrai che ho già risposto a tali quesiti.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giusto mi era sfuggito! Grazie ancora mi siete stati di grande aiuto!! :)

Un'ultima curiosità:  vi dovessero chiedere una semplice Rx bacino con però quesito diagnostico inerente le S.I. (es. sacroileite) i vostri radiologi da voi chiedono, oltre all'AP bacino std, anche le oblique delle S.I.  "di routine" (quindi come se vi chiedessero "Rx bacino e sacro iliache") o le eseguite, in un secondo momento, solo se persistono dubbi dopo che l'AP bacino è stata visionata dal radiologo?

Parlo di Rx bacino richiesta con quesito espressamente inerente le S.I. e quindi con problema già noto e non di un reperto che viene notato "casualmente" in un Rx bacino richiesta per altri motivi (dove chiaramente non si andranno a eseguire le proiezioni per le sacro-iliache già in partenza )

 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

un "Rx bacino per sacro-ileite" prevede una AP del bacino e le 2 oblique mirate per le sacro-iliache.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei sollevare una problematica a proposito di "Rx Bacino e articolazioni sarò-iliache". Ormai, spesso, questa voce del nomenclatore viene usata dai medici di MMG per richiedere uno studio per coxalgia, dove invece sarebbe corretta la richiesta di "bacino per anche". Capita anche a voi di vedere spesso queste impegnative "sbagliate"? Come vi comportate a riguardo?    

Grazie.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sinceramente a me non è mai capitato di vedere richiesto "Rx bacino per sacro-iliache"  quando in realtà era uno studio per coxartrosi.

di solito quando è una richiesta per sacro-iliache è sempre per qualche quesito prettamente reumatologico.

cmq quando vi è una richiesta anatomicamente errata, buona prassi è parlarne con il radiologo che faccia anamnesi corretta per capire che tipo di esame va effettivamente fatto

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 15/10/2017 at 16:00, Roberto Stella dice:

Vorrei sollevare una problematica a proposito di "Rx Bacino e articolazioni sarò-iliache". Ormai, spesso, questa voce del nomenclatore viene usata dai medici di MMG per richiedere uno studio per coxalgia, dove invece sarebbe corretta la richiesta di "bacino per anche". Capita anche a voi di vedere spesso queste impegnative "sbagliate"? Come vi comportate a riguardo?    

Grazie.

Anche a me mai capitato "rx bacino e sacro-iliache" per problemi di coxalgia. Tra l'altro, da quello che ho capito, per uno studio per coxalgia il medico di base  dovrebbe richiedere "rx bacino+ anca dx e anca sin"  (o comunque "rx anca dx + anca sin" se interessano solo le anche). Quando capita la voce "rx bacino per anche" il nostro radiologo preferisce studiare anche le anche (facendo sia il bacino che le assiali a rana delle anche) ma da ASL non credo sia la dicitura corretta da usare in quanto la prestazione richiesta è, teoricamente, solo il bacino (pur essendo palese che devono essere valutate anche le coxo-femorali).

E' un po' come quando chiedono "rx torace per coste":  quando capita, spesso è chiaramente richiesto per una valutazione delle coste ma la prestazione chiesta è in teoria l'rx del torace (con tanto di codice del torace) e non l'emicostato.  Dove lavoro fortunatamente c'è un po' più elasticità  in queste cose ma nei centri convenzionati so che spesso in accettazione erano in difficoltà con questi esami "intermedi" che non penso compaiano nel nomenclatore (ne ho letto uno una volta e non mi è sembrato di leggere prestazioni tipo "rx bacino per anche" o "rx torace per coste")  ma sono "creati" dai medici di base...

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links