Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




Alessandro Tombolesi

TC, un approccio consapevole

2 risposte in questa discussione

A_tac.png

 

Abbiamo il piacere di presentarvi l'ultimo sforzo in termini di tempo prodotto da AITASIT e FNR.

Trattasi di un corso FAD accreditato con 30 crediti ECM, disponibile da aprile 2018 su piattaforma AITASIT

Eccovi il razionale:

Negli ultimi 15 anni la TAC ha compiuto enormi progressi: l’aumento della capacità di calcolo dei moderni calcolatori, nuove tecniche di costruzione e nuovi materiali impiegati, hanno reso possibile un salto in avanti di questa tecnologia che nessuno, specialmente all’inizio, avrebbe mai potuto immaginare. Ora possiamo in pochi secondi fare esami con altissime risoluzioni spaziali e di contrasto e, al contempo, erogare basse dosi di radiazioni. Tutto questo ha un prezzo: la tecnologia sempre più spinta tende ad automatizzare i processi, rendendoci spettatori involontari e inconsapevoli di quello che sta succedendo. Ci troviamo così a discutere di esami in cui la “macchina” ha erogato dosi di radiazioni altissime solamente perchè non avevamo capito come impostare correttamente un protocollo o peggio, perché quel protocollo l’abbiamo modificato. Il corso vuole farci tornare padroni di una tecnologia che oggi difficilmente riusciamo a tenere pienamente sotto controllo, troppe le differenze con le prime TAC, troppe le differenze fra le diverse tecnologie e brand.

Si partirà proprio dall’analisi di come siamo arrivati alla attuale evoluzione dei moderni scanner, passando poi per l’analisi puntuale dei parametri che governano le scansioni per arrivare infine alla corretta metodologia per calcolare e misurare la dose. Un ultimo capitolo sarà dedicato anche alla maniera corretta per comunicare con i pazienti e loro familiari, di grande attualità soprattutto per l’imminente entrata in vigore della nuova legge Euratom.  

 

Grazie a tutti per la partecipazione

 

 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Che bella presentazione ragazzi.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links