Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

Sonoscarso

Osservazione fistole artero-venose durali alla risonanza magnetica

3 risposte in questa discussione

Ciao a tutti, scusate se la domanda che sto per farvi vi sembrerà banalissima ma temo proprio di non aver minimamente inquadrato e fatta mia la diagnostica per immagini. Sono un semplice studente, preciso, e imbattendomi nello studio delle fistole artero-venose durali ho letto che alla RM con mezzo di contrasto si vedrà un riempimento venoso troppo rapido (opacità) che starà ad indicare la presenza di shunt tra arteria e vena. 

Ora: cosa significa questa opacità? io ero rimasto che alla RM distinguiamo strutture in base alla intensità, mentre nella TAC in base alla densità (e qui almeno mi aiuta la scala di Hounsfield). Questo opacità mi ha mandato in confusione… corrisponde un colore (bianco, grigio, nero) a questa opacità? Se ho capito un minimo, i fluidi come il sangue sono evidenti alla RM in T2, quindi dovrebbero apparirmi bianchi (ditemi se sbaglio), quindi questa opacità, in questo caso, è sinonimo di bianco? oppure siccome usiamo mezzo di contrasto il sangue non lo vediamo più bianco? come vedete non ho capito davvero nulla e un po' mi vergogno anche di disturbarvi con queste cose ma non so come uscirne.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


A che anno sei degli studi? 

Dove hai visto scritto quello che hai riportato? 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'era un errore nelle slides del professore, invece di essere scritto "angiografia digitale" c'era scritto RM. Successivamente, invece, chiamava la tecnica col nome esatto. Ora è più chiaro, o è sbagliato a prescindere?

Comunque sto studiando da sbobine del professore con parole sue dette a lezione e registrate e dalle slides, oltre al libro di testo: DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA - Cittadini.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links