Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

Tommy27

DWI in ambito body. quali i valori di TR e TE ottimali?

10 risposte in questa discussione

ciao, una curiosità... quali sono i valori di TR e TE che voi consigliate ottimali per sequenze DWI addominali?

intendo esami dell'addome superiore o pelvi o anche nell'ambito di DWI total-body.

mi interessa sapere quali sono considerati i range di valori entro cui NON sforare sia come TR che come TE.

leggevo nell'ultima versione del PI-RADS che consigliano TR > 3000 e TE < 90.

questo vale anche per altri distretti addominali che non siano la prostata?

non mi interessa la questione dei "b-value", vorrei proprio sapere come TR e TE se esistono dei "paletti"

grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


io ho sempre saputo del TE che va tenuto il più basso possibile, per il resto non saprei

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sul TE "più basso possibile" l'ho sentito dire spesso anche io ma sempre in termini molto generici (basso fino a quanto?) ad eccezione del PIRADS dove parlano appunto di stare sotto ai 90.

ma sull'influenza del TR non ho mai sentito parlare...

su una TSE T2, ho ben chiaro cosa cambia nell'immagine se faccio una sequenza con un TR di 3000 ed uno di 6000, ma non saprei in che termini gli stessi valori possano dare differenze in DWI visto che lì la genesi del segnale segue altre regole.

qualcuno di voi ne sa qualcosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vuoi vedere se qui c'è qualcosa che ti possa essere utile? Io non ho ancora letto questo articolo, ma parla specificatamente dei parametri e quindi magari è utile al tuo quesito. 

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4712890/

Appena ci riesco faccio qualche ricerca anche io, perchè l'argomento è interessante.;)

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ho letto l'abstract e sembra proprio fare al caso mio. dopo che l'ho letto per bene ti faccio sapere cosa ne penso. grazie della dritta!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Articolo interessante…. Nello screenshot le conclusioni finali…

 

per quanto riguarda il TR, valori troppo bassi (meno 3000 msec) possono alterare le mappe ADC ma questo effetto può essere minimizzato usando impulsi di preparazione RF (mi piacerebbe capire come si fa alla "console" per agire su questo parametro) e quindi lavorare anche con TR bassi.

 

Per il TE c'è un certo effetto negativo sulle mappe ADC se si lavora con TE molto alti, ma tutto sommato l'entità della variazione è modesta; meglio ad ogni modo usare il TE più basso possibile.

 

Sulle NEX invece la sorpresa, una volta che la sequenza ha un numero di NEX sufficienti ad avere un buon SNR, aggiungere ulteriori NEX non da vantaggi significativi ma anzi fa solo perdere tempo.

 

L'unico dubbio sulla bontà dello studio è che oltre ad essere un phantom study (e che quindi in vivo le cose possono essere diverse), hanno fatto i test su sequenze DWI con b-value di 0 e 600.

 

penso sarebbe stato più interessante usare quelli che sono i valori "più in voga" nella pratica radiologica ovvero 0 e 1000…

 

un b-value di 600 è un valore non particolarmente elevato, e garantisce un SNR di base già abbastanza alto… con un b1000 invece dove il SNR di fondo è decisamente più basso, sarebbe stato interessante vedere se le varie combinazioni di parametri davano gli stessi risultati ottenuti sul b600. Ad ogni modo, una lettura interessante.

 

 

DWI.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

resta da capire qual è il rapporto SNR accettabile.

Io personalmente ho sempre perplessità sulle dwi pelvi ed addome superiore, e non capisco se le img non mi piacciono per un scarso SNR (lavoro con almeno 6 nex) o se per una scarsa risoluzione spaziale (pixel 2,5 mm credo, vado a memoria).

Voi che risoluzioni usate su questi distretti ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

domani ci guardo... non ricordo a memoria i valori.

cmq le DWI non devono "essere belle" ma devono "essere efficaci"

ovvero devono farti accedere la lampadina dove c'è la patologia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quella delle nex la sapevo anche io, e riguarda tutte le sequenze, non solo le DWI. Per la validità della sequenza sono daccordo con Tommy. Le DWI devono essere efficaci non belle, ma se sono anche belle ben venga;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 hours ago, AlbertoBonfante said:

.........

Voi che risoluzioni usate su questi distretti ?

addome superiore e pelvi -> pixel da 2.47 x 1.98 mm in acquisizione che poi la macchina ricostruisce a 2 x 2 mm (poi se uno vuole può ulteriormente interpolare ad 1 x 1 mm)

prostata -> pixel da 2.05 x 2.05 ricostruito a 2 x 2 mm ed eventuale interpolazione a 1 x 1 mm

mammella -> pixel da 2.22 x 2 ricostruito a 2 x 2 mm ed eventuale interpolazione a 1 x 1 mm

 

la risoluzione spaziale è chiaramente molto più bassa delle sequenze anatomiche ma cmq è più elevata delle immagini PET...

anche le PET fanno schifo a guardarle dal punto di vista iconografico ma se correlate all'anatomia (che ti da la maschera TAC) ed all'elevata sensibilità per le patologie allora sono utilissime.

lo stesso discorso vale per la DWI

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links