Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

Domenico.

Differenza tra immagine reale e magnitudo??

2 posts in this topic

Ciao a tutti,all'università ci insegnarono che in rm esistono tre tipi di immagini: reale,magnitudo o modulo e fase.

Il problema è che non ci hanno mai spiegato la differenza,in particolar modo su alcuni libri mi sono imbattuto su immagini reali e magnitudo ma anche li non spiegano la differenza.

Qualcuno più esperto è cosi gentile da spiegarmelo?

Grazie in anticipo

Share this post


Link to post
Share on other sites


L'immagine modulo, che normalmente si utilizza per l'imaging, è una mappatura punto per punto dell'ampiezza del segnale RM e deriva dalla radice quadrata della somma quadratica  della componente reale e immaginaria  del segnale. Il segnale conterrà quindi  una ampiezza definita  dal modulo.Quando utilizziamo il modulo, non utilizziamo tutte le informazioni che abbiamo a disposizione e che sono contenute nei dati grezzi. Si utilizzano normalmente le immagini modulo perchè sono direttamente correlabili all'anatomia e alla morfologia del paziente, e anche perchè rendono subito evidenti eventuali artefatti presenti. L'immagine di fase non rappresenta più l'ampiezza del segnale, ma si avrà la rappresentazione punto per punto  del valore dell'angolo. Le informazioni sulla fase ( e quindi sull'angolo) e sul verso di rotazione del vettore di magnetizzazione, sono presenti nei dati grezzi, e possono essere utilizzate per specifiche applicazioni. La caratteristica che contraddistingue un angolo rispetto ad una lunghezza è che l'angolo ha un valore periodico e quindi ogni 360 gradi ritorna su se stesso.  Le immagini che otterremo in modulo e fase sono decisamente diverse. 

Grandi linee la differenza è questa.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links