Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

Francesca patanè

I DOSE E IMR

5 posts in this topic



Ciao Francesca. Personalmente non sono molto ferrato in TC, aspettiamo quindi gli esperti. 
Per quello che so, sia  IMR che iDose sono metodi iterativi per il denoising; il primo è il più diffuso e conosciuto, l'altro è ibrido.
Da quel poco che conosco in letteratura mi sembra che l'IMR sia il più utilizzato. Non so se ci sono delle situazioni specifiche nel quale l'ibrido è preferibile...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel frattempo che a rispondere si faccia avanti un utilizzatore Phillips, posso dirti che IMR è un algoritmo model based che migliora la visione del basso contrasto rispetto ad idose, quindi teoricamente migliore per i parenchimi cerebrali o per i parenchimi addominali. Trattasi peraltro di un'evoluzione delle ricostruzioni iterative quindi non disponibile su tutte le apparecchiature Philips. 

In particolar modo cosa vorresti sapere? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tratto dal libro "Computed Tomography, Approaches, Applications and Operations", Ehsan Samei Norbert J.Pelc Editors, Springer :

Schermata 2019-11-23 alle 19.29.41.png

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

IDOSE è un algoritmo iterativo ibrido di ricostruzione della casa produttrice Philips. In breve, durante il processo di ricostruzione, grazie ad un modello che include le statistiche di conteggio dei fotoni, viene attribuito un peso ridotto alle misure più rumorose, mentre i contorni vengono preservati. Si può forse definire un "miglioramento iterativo della FBP".

IMR, è un algoritmo iterativo model based puro.  A differenza di IDOSE, non lavora solo sul rumore, ma anche sulla statistica dei dati, delle immagini e sui modelli di sistema durante il ciclo iterativo. In pratica tiene in considerazione le caratteristiche dello scanner tipo macchia focale, velocità di rotazione, corrente erogata ecc.
Esso utilizza un approccio definito "knowledge" ovvero basato sulla conoscenza dell'anatomia di modelli statistici. Consente di generare le immagini direttamente dal dominio dei dati grezzi omettendo l'utilizzo della retroproiezione.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links