Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

Santro

D.F.F., nome tecnica rx non a contatto

8 posts in this topic

Buona sera a tutti, da qualche parte nel blog avevo letto un contributo credo dell’ottima collega Irene Rigott, che purtroppo conosco solo di fama, sull’esame radiografico non a contatto, allontanando l’arto dalla cassetta si ridurrebbe la dose, non ricordo il nome di questa tecnica: “grid” ecc., qualcuno può aiutarmi?

Share this post


Link to post
Share on other sites


Ciao

Intendi la tecnica Air Gap?

Trovi da leggere in 

 

 

 

 

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 9/2/2020 at 15:03, Irene Rigott dice:

Ciao

Intendi la tecnica Air Gap?

Trovi da leggere in 

 

 

 

 

Si sì grazie mille, non ricordavo il nome di della tecnica... alzheimer precoce io la uso spesso per studiare lo scafoide.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ora sono incuriosita. Per lo scafoide, con quale ragionamemto lo allontani dal piano del detettore? Con che finalità?

 

La tecnica air gap si può utilizzare in quei contesti dove non hai disponibile una grigia anti-diffusa e devi fare rx del tronco (torace, addome, bacino). In questo modo riduci la parte di radiazione diffusa che colpisce il piano del detettore.

Per rx di estremitá non c'è bisogno di allontanare per ridurre la diffusa. Se si lavora con una modalità air gap per estremità, al massimo ottieni un ingrandimento e maggiore sfumatura geometrica. Inoltre devi aumentare i mAs per compensare per le distanze cambiate con una dose in ingresso alla cute maggiore....

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per lo scafoide la uso talvolta anch'io, cassetta per terra, polso sul tavolo. Viene uno scafoide di dimensioni 18x24 ottimo per i sospetti di frattura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pardon mi sono espresso male io, semplicemente allontano il polso dal detettore facendolo poggiare su di un piano rialzato, (30/40cm) indirettamente e inconsapevolmente mi avvarrei della tecnica air gap, come ha già detto il collega Alex interessa semplicemente sfruttare l'ingrandimento geometrico, se possibile avvicino anche un pò il tubo all'arto, i mAs li riduco, il risultato è un particolare sullo scafoide sufficientemente ingrandito e dal buon dettaglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Invece della air gap per l'ingrandimento geometrico non basterebbe diminuire la SID? Un po' quello che è la plesiografia

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il Sunday, February 16, 2020 at 17:51, Alex Tom dice:

Per lo scafoide la uso talvolta anch'io, cassetta per terra, polso sul tavolo. Viene uno scafoide di dimensioni 18x24 ottimo per i sospetti di frattura.

 

22 ore fa, Santro dice:

Pardon mi sono espresso male io, semplicemente allontano il polso dal detettore facendolo poggiare su di un piano rialzato, (30/40cm) indirettamente e inconsapevolmente mi avvarrei della tecnica air gap, come ha già detto il collega Alex interessa semplicemente sfruttare l'ingrandimento geometrico, se possibile avvicino anche un pò il tubo all'arto, i mAs li riduco, il risultato è un particolare sullo scafoide sufficientemente ingrandito e dal buon dettaglio.

A quindi rx SCAFOIDE ;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links