Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




Alexde

Rapporto con il paziente

5 posts in this topic

Buongiorno  colleghi, Vorrei chiedere il vostro modo di porvi nei pazienti ipocondriaci. Molte volte quando concludete un esame strumentale il paziente viene da voi e vi chiede "Allora come è andata?", "Che cosa ha visto?", "Cosa ho?" Ho visto anche chi non voleva uscire dalla stanza se non veniva a sapere cosa era apparso nelle immagini. Mi sono capitati in tirocinio, in base alla situazione di forte ansia che si percepiva , chi ha voluto esprimere il suo giudizio, tranquillizzando il paziente, chi invece diceva che non lo sapeva e che poi avrebbe atteso il referto. Io sono molto empatico e non so come comportarmi in quelle situazioni. Qual è il vostro comportamento verso il paziente ipocondriaco?

Share this post


Link to post
Share on other sites


"La macchina sta ricostruendo le immagini, non le ho ancora viste"

Per quanto mi riguarda non dico mai nulla, in primo luogo perché non è il mio mestiere, secondo perché in caso di giudizio divergente fra il mio e quello finale del radiologo sarebbe quantomeno spiazzante, potendo provocare anche effetti non controllabili. Non dire nulla non è cattiveria ma serietà dal mio punto di vista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per la risposta. Si la frase è quella ufficiale. Anche in presenza di un esame  francamente negativo faresti così?

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Alexde dice:

Grazie per la risposta. Si la frase è quella ufficiale. Anche in presenza di un esame  francamente negativo faresti così?

Personalmente sempre: il fatto che per te sia negativo non significa che il radiologo non potrebbe segnalare cose diverse. Unica voce per quanto mi riguarda.
Ognuno poi è libero di fare e dire quello che vuole

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

a dare anticipazioni c'è solo da rimetterci...

tra la prima impressione che si ha dell'esame, basata sul guardare velocemente le immagini man mano che escono, e la vera revisione approfondita che si fa in fase di refertazione (e che spesso si basa anche con confronto di esami precedenti) spesso le cose cambiano e quasi sempre in peggio...

quindi dire "va tutto bene" può dare un'iniziale conforto al paziente ma che poi diventa un boomerang incredibile se poi alla fine nel referto finale arriva la doccia gelata...

e non di rado mi è capitato di trovare dei problemi anche in un esame "francamente negativo" in prima battuta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links