Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




Tommy27

TR e TE ottimali per T2* del polso

15 posts in this topic

ciao, volevo confrontarmi con voi...

quali sono secondo voi i valori di TR e TE ottimali per sequenze coronal gradient T2* (FLASH su Siemens, GRE su General Electric, FFE su Philips) da fare sul polso per studio del legamento scafo-lunato e della fibrocartilagine triangolare del carpo?

intendo il range di valori entro cui stare per avere un buon contrasto e segnale di tali strutture.

la vostra esperienza?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Tommy, io personalmente uso una sequenza ad eco mediato per fare questa cosa. MEDIC su simens, MERGE su GE. Hai mai pensato di provarla?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao Rosanna, le MEDIC le uso già sul cervicale... posso sicuramente provarle anche sul polso. 

cmq la mia domanda riguarda specificamente le FLASH T2* e mi chiedevo il range di TR e TE ottimale che mi interessa di sapere proprio su questa specifica sequenza .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora non ti posso aiutare. Non lavoro su Siemens e non so quali siano i parametri giusti che utilizzano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

riformulo la domanda... forse mi sono spiegato male

in genere su una FLASH T2* che è una classicissima sequenza  gradient-echo muscolo-scheletrica usata un po' dappertutto e che hanno tutte le macchine (magari oggi soppiantata dalle MEDIC o similari) quali sono più o meno i range di TR e TE ottimali da usare in ambito MSK?

per quanto riguarda le TSE T1, DP, T2 e STIR so bene quali siano i range ottimali per ottenere un buon contrasto dell'immagine...

qui ci sono alcuni esempi che riguardano le FLASH T2* in ambito neuro...

http://mriquestions.com/spoiled-gre-parameters.html

non ho invece ben chiari quali siano gli effetti finali se stiamo ai limiti "estremi" del range della pesature...

ovvero se per una T2* parla di un range di TR tra 200 e 800, quando usare i 200 e quando gli 800?

lasciamo stare il discorso fette che ora non mi interessa...

cosa mi cambia all'atto pratico tra fare una T2* con TR 800 ed 1 concatenzione , oppure un TR da 400 con 2 cancetanazioni ?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusa, ma con flip angle così alto non tende ad essere una T1?

da quello che leggo nel link precedente il FA determina la pesatura T1 o T2*.... alto per T1 (es. 50) e basso per T2* (es. 10)

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Tommy27 dice:

scusa, ma con flip angle così alto non tende ad essere una T1?

da quello che leggo nel link precedente il FA determina la pesatura T1 o T2*.... alto per T1 (es. 50) e basso per T2* (es. 10)

Fai una prova e vediamo se il contrasto ti soddisfa

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi hai sicuramente incuriosito e proverò...  ma all'atto pratico che tipo di pesatura ne risulterebbe con un TR da T2* ed un FA da T1 ?

leggevo in quel link di una cosiddetta "pesatura H" che a quanto leggo non è altro che la densità protonica, e che si avvale di TR alto e di FA basso... cmq non ho mai visto utilizzare delle FLASH DP in vita mia...  probabilmente non hanno grande utilità (al contrario delle TSE DP che fanno la parte del leone in RM muscolo-scheletrica)

questa che proponi tu che pesatura è?  una "T3"  ? :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Tommy. Scusa se non avevo capito la tua domanda.

Ti do il range di parametri che abbiamo studiato al master per le conventional GRE :

GRE T2: TR 500-900 ms, TE 20-50 ms, FA 20-30°;

GRE T1. TR 200-500 ms, TE 5-20 ms, FA 60- 80°;

Ovviamente, non essendo tutte le apparecchiature uguali, in termini anche di omogeneità di campo magnetico ecc... sono parametri che vanno provati per trovare la quadra sulle nostre necessità. 

Per quanto mi riguarda, sulle GRE convenzionali T2 io utilizzo un TR di circa 600, un TE di 20 e un FA di 35°, considerando che è il FA che determina maggiormente la pesatura. 35° mi da un buon compromesso tra pesatura e quantità di segnale.

Ma preferisco sempre le MEDIC per uno studio di dettaglio su tutta l'osteo articolare, spalla compresa.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mescolanza dei vari parametri determina il contrasto che vuoi ottenere, ma è soggettivo il fatto che ti può piacere o meno un determinato contrasto piuttosto che un altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie per i vostri contributi; appena mi ricapita un polso faccio qualche prova

Share this post


Link to post
Share on other sites

un altro consiglio.... sempre rimanendo in tema polso, per fare una coronale T2* che copra la fibrocartilagine triangolare del carpo ed il legamento scafo-lunare bastano poche fette ma per avere un contrasto buono bisogna cmq lavorare con dei TR oltre i 500...

vi è quindi un importante divario tra il tempo necessario ad avere una buona pesatura ed il tempo che basterebbe per coprire tale regione anatomica... cosa potrei fare per ottimizzare il tutto?  con le TSE di solito si agisce sul turbo factor o si usa il restore... con le GRE c'è qualche strategia analoga che permette di avere un TR lungo ma un tempo di aquisizione cmq ridotto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

A parte usare l'imaging parallelo dove possibile e ridurre l'antiribaltamento dove presente non mi viene in mente nulla in questo momento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche utilizzare l'half Fourier eventualmente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links