Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

AndForn

RM Encefalo

131 risposte in questa discussione

QUESTIONARIO CLINICO:

Interventi chirurgici alla testa o a parti anatomiche limitrofe?

Traumi?

Qual'è il motivo specifico per cui viene eseguito l'esame?

Antecedenti famigliari di aneurismi o di tumori cerebrali?

Link a pagine anatomia esterne

PREPARAZIONE DEL PAZIENTE:

Il paziente deve essere a digiuno da 4 ore (in relazione all'eventuale iniezione di mdc).

E' consigliabile predisporre un accesso venoso da utilizzare al momento dell'eventuale somministrazione di mdc.

BOBINE UTILIZZATE E CENTRATURA:

Se disponibile la bobina phased array dedicata in alternativa la bobina della testa standard

Posizionamento del paziente:

Supino. Head first .Per il posizionamento della bobina vedere le specifiche tecnica della propria apparecchiatura.

Centratura: generalmente al centro della bobina o a livello dell’arco zigomatico.

esame_rm_testa.png

PIANI DI SCANSIONE

Le scansioni assiali sono in numero da 20 a 30 a seconda dello spessore utilizzato; il primo strato è posizionato a livello del forame occipitale e l’ultimo a livello del vertice.

Sul reperaggio assiale verificare che la scansione copra l’area di interesse.

Sul reperaggio coronale gli strati devono essere perpendicolari al piano sagittale mediano e deve essere verificata la posizione in RL .

Sul reperaggio sagittale ci sono 2 correnti diverse

- gli strati devono avere un obliquità perpendicolare alla linea del bordi anteriore del quarto ventricolo e deve essere verificata la posizione in AP

- gli strati devono avere un obliquità parallela ad una linea tangente ai bordi inferiori della testa e della coda del corpo calloso e deve essere verificata la posizione in AP

cranio%20ax%20%20per%20ax.pngcranio%20cor%20per%20ax.png

cranio%20sag%20per%20ax1.pngcranio%20sag%20per%20ax2.png

Nelle scansioni assiali si ha una buona visualizzazione di: cervelletto, emisferi cerebrali, talamo, seno sagittale mediano(tratto verticale).

Le scansioni coronali, in numero da 20 a 30 a seconda dello spessore utilizzato; il primo strato è posizionato a livello dei seni frontali e l’ultimo a livello del margine posteriore del lobo occipitale.

Sul reperaggio assiale gli strati devono essere perpendicolari al piano sagittale mediano e deve essere verificata la posizione in RL .

Sul reperaggio coronale verificare che la scansione copra l’area di interesse.

Sul reperaggio sagittale gli strati devono avere un obliquità perpendicolare ad una linea tangente ai bordi inferiori della testa e della coda del corpo calloso e deve essere verificata la posizione in SI .

cranio%20ax%20%20per%20cor.pngcranio%20cor%20per%20cor.pngcranio%20sag%20per%20cor.png

Nelle scansioni coronali si ha una buona visualizzazione di: cervelletto, emisferi cerebrali, talamo, seno sagittale mediano (tratto orizzontale), ipofisi .

Le scansioni sagittali devono avere un obliquità parallela al piano sagittale mediano, si utilizzano un numero di strati dispari di cui quello centrale posizionato sulla linea mediana, in numero da 13 a 25 a seconda dello spessore utilizzato e del volume che si vuole coprire.

Sul reperaggio assiale deve essere verificata la posizione in AP e la copertura degli strati in RL.

Sul reperaggio coronale deve essere verificata la posizione in SI e la copertura degli strati in RL.

Sul reperaggio sagittale verificare che la scansione copra l’area di interesse.

cranio%20ax%20%20per%20sag.pngcaranio%20cor%20per%20sag.pngcranio%20sag%20per%20sag.png

Nelle scansioni sagittali si ha una buona visualizzazione di: ponte, bulbo, mesencefalo, ipofisi,epifisi, corpo calloso.

DECODIFICA DI FASE e PRESATURAZIONI

I risultati più accurati si ottengono con queste impostazioni:

Sagittale: direzione della fase AP, presaturazione inferiore.

Coronale: direzione della fase RL, presaturazione inferiore.

Assiale: direzione della fase RL, persaturazione inferiore ed eventualmente superiore.

CARETTERISTICHE DELLE SEQUENZE (vedi anche caratteristiche generiche delle sequenze):

tse%20T1_10_SE901_IM11.pngSE o TSE T1:

Vantaggi: Utile per effettuare valutazione comparativa pre e post contrasto. Ottima valutazione delle strutture ossee. Alta sensibilità per le emorragie intraparenchimali subacute.

Svantaggi: basso contrasto dei parenchimi. Molti artefatti da pulsazione dopo mezzo di contrasto.

tseT1fs_11_SE1001_IM12.pngSE o TSE T1 con soppressione del grasso

Vantaggi: utile per valutare le eventuali strutture grassose.

Svantaggi: basso contrasto dei parenchimi, disomogeneità della soppressione del grasso a livello del mmassiccio facciale.

dpTSE_9_SE1101_IM10.pngSE o TSE DP

Vantaggi: erano utilizzate prima dell'avvento della FLAIR perché ha caratteristiche simili.

Svantaggi: meno sensibile della FLAIR alle lesioni infiammatorie

flair_12_SE301_IM13.pngFLAIR

Vantaggi: alta sensibilità alle lesioni parenchimali, soprattutto se corticali.

Svantaggi: artefatti da flusso del LCR, sensibilità alle lesioni cerebellari lievemente inferiore.

tset2_12_SE501_IM13.pngTSE T2

Vantaggi:. Pochi artefatti da pulsazione. Buona visualizzazione delle strutture arteriose e venose. Buona sensibilità per le lesioni della fossa posteriore.

Svantaggi: difficile valutazione delle lesioni corticali (segnale simile al liquido limitrofo)

TSE T2 FAT SAT

Vantaggi: al contrario delle STIR possono anche essere eseguite dopo mdc (nel caso fosse necessario ripetere una sequenza mossa)

Svantaggi: poco utilizzate perché sostituite dalle STIR con più elevata sensibilità.

WMonly_12_SE901_IM13.pnggmOnly_12_SE801_IM13.png IR

Vantaggi: soppressione di un tessuto specifico

Svantaggi: molto soggetta ad artefatti da pulsazione sanguigna. tempi di scansione lunghi. In

STIR T2

Vantaggi: Buone informazioni delle strutture circondate da grasso. Ottima valutazione delle strutture ossee. Buona sensibilità alle lesioni cerebellari e del tronco encefalico. Buona differenziazione tra sostanza bianca e sostanza grigia.

Svantaggi: molto soggetta ad artefatti da peristalsi intestinale e pulsazione sanguigna.

ffeT1_10_SE801_IM11.pngGRE T1:

Vantaggi: Utile per effettuare valutazione comparativa pre e post contrasto. Artefatti da pulsazione molto limitati, anche dopo contrasto. Breve tempo di acquisizione.

Svantaggi: basso contrasto dei parenchimi. Minore sensibilità alla detezione di enhancement rispetto alle Tse T1. Maggiori artefatti osso-aria.

ffeT2_5_SE1201_IM6.pngGRE T2*:

Vantaggi: Alta sensibilità per le lesioni emorragiche. Alto differenziazione T2 sostanza bianca-sostanza grigia. Alta sensibilità alle calcificazioni.

Svantaggi: bassa risoluzione spaziale. Artefatti osso-aria molto elevati.

adc_7_SE602_IM60.pngdiff_14_SE601_IM60.pngdiff_15_SE601_IM64.png

DIFFUSIONE

PERFUSIONE

ss_6_SE1101_IM7.pngSingle Shot T2:

Vantaggi Utile nei pazienti poco collaboranti.

Svantaggi: poco utilizzate negli studi di routine. Bassa sensibilità alle lesioni parenchimali.

Bffe_7_SE1301_IM8.png B-ffe T2:

Fgre T1 3d

grase_6_SE1401_IM7.png GRASE:

PROTOCOLLI DI STUDIO:

Studio dell’encefalo senza indicazioni particolari:

APPUNTO: sarebbe indicato eseguire la somministrazione di mdc 4 o 5 minuti prima dell'acquisizione delle sequenze T1 dopo mdc. In questo modo si ottiene un impregnazione efficace delle lesioni e si diminuiscono gli artefatti da pulsazione. Una tecnica per arrivare a questo scopo è quella di eseguire la T1 pre-mdc come prima sequenza, eseguire l'iniezione, ed eseguire la FLAIR(attenzione in questa sequenza si può notare il mdc a livello dei plessi corioidei) ma soprattutto le altre T2 prima di acquisire le immagini T1 dopo mdc. Nelle immagini sottostanti si puo osservare come nelle T1 dopo contrasto acquisite 5 minuti dopo l'iniezione (immagine più a destra) gli enhancement sono più evidenti che nella stessa sequenza acquisita poco dopo l'iniezione (immagine centrale)

contrasto_0_se301_im24.jpgcontrasto_1_se401_im22.jpgcontrasto_3_se1001_im22.jpg

Se prevista la somministrazione di mdc:

Tutte le sequenze dei protocolli di base hanno scansioni da 3,5 a 5 mm

AX FLAIR

AX GRE T1

AX TSE T2

SAG GRE T2*

Somministrazione di mdc

AX GRE T1

COR TSE T1 FS

Se NON prevista la somministrazione di mdc:

AX FLAIR

AX GRE T1

AX TSE T2

SAG STIR T2

COR GRE T2*

-------------------modifiche al protocollo di base per patologie specifiche---------

Verigini:

AX FLAIR

AX GRE T1

AX TSE T2

SAG TSE T2

AX 3D T2 (……….) sulle rocche petrose.

Somministrazione di mdc

AX TSE T1 3mm su tutto il cranio (oppure AX GRE T1+AX TSE T1 2mm sulle rocche petrose)

COR TSE T1 FS

Cefalee

AX FLAIR

AX GRE T1

AX TSE T2

SAG GRE T2*

CE arteriosa+venosa su tutto il cranio

Somministrazione di mdc

AX GRE T1

COR TSE T1 FS

Epilessia

AX FLAIR

AX GRE T1

AX TSE T2

SAG GRE T2*

COR IR O STIR

Somministrazione di mdc

AX GRE T1

COR FGRE T1 3D

Parkinsonismi

AX FLAIR

AX GRE T1

AX TSE T2

SAG TSE T2 2-3mm sul mesencefalo

COR STIR 4mm con una leggera inclinazione lungo l’asse delle vie piramidali

AX GRE T2* 3mm dal corpo calloso al forame occipitale

Somministrazione di mdc non necessaria

Degenerazione senile

AX FLAIR

AX GRE T1

AX TSE T2

SAG TSE T2

COR STIR 4MM su tutto il cranio oppure COR FGRE T1 3D

Sospette metastasi

AX FLAIR

AX GRE T1

AX TSE T2

Somministrazione di mdc

AX GRE T1

SAG TSE T1

Tardiva a 30 min dall’iniezione

COR TSE T1 FS a strato sottile su tutto il cranio

Deficit del 3° 4° 5° 6°

AX FLAIR

AX GRE T1

AX TSE T2

AX TSE T2 2-3mm con strati dal margine superiore della sella turcica al margine inferiore del ponte

COR STIR 3mm con strati dal centro del ponte all’inizio delle cavità orbitarie

Somministrazione di mdc

AX TSE T1

COR TSE T1 FS 3mm

Angioma cavernoso/ emorragia

AX FLAIR

AX GRE T1

AX TSE T2

SAGTSE T2

COR GRE T2*

Somministrazione di mdc

AX TSE T1

COR TSE T1 FS 3mm

Modificato da Andrea Forneris
3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


i post relativi all 'ipofisi sono stati spostati nel topic specifico

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perchè l'intensità di segnale della sostanza bianca e grigia è invertito nelle pesature T1 e T2 dell'encefalo?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Perchè l'intensità di segnale della sostanza bianca e grigia è invertito nelle pesature T1 e T2 dell'encefalo?

Dipende dalle curve di decadimento di segnale T1 e T2 dei due differenti tessuti.

wmgm.jpg

Come vedi nella pesatura T1 (grafico di sinistra) in corrispondenza della freccia nera e cioè a TR utilizzati per la pesatura T1, l'intensità della sostanza bianca è maggiore di quella della grigia.

Il meccanismo è invertito nel grafico di destra riferito alla pesatura T2 dove, a TR abbastanza lunghi i valori si invertono.

(scusaci per il disegno fatto a mano.... :confused: )

Modificato da Andrea Forneris
0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Dipende dalle curve di decadimento di segnale T1 e T2 dei due differenti tessuti.

wmgm.jpg

Come vedi nella pesatura T1 (grafico di sinistra) in corrispondenza della freccia nera e cioè a TR utilizzati per la pesatura T1, l'intensità della sostanza bianca è maggiore di quella della grigia.

Il meccanismo è invertito nel grafico di destra riferito alla pesatura T2 dove, a TR abbastanza lunghi i valori si invertono.

(scusaci per il disegno fatto a mano.... :confused: )

I valori si invertono perchè il rilassamento T1 e T2 della bianca e grigia è differente.La sostanza bianca è composta per la maggior parte da lipidi e quindi il grasso in T1 e iperintenso.La sostanza grigia da cosa è composta per avere un segnale ipo in T1 e lievemente iper in T2? Quali sono i valori di rilassamento? Percheè non fate una sezione dove si spiegano tutti i parametri tecnici e loro uso?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

I valori si invertono perchè il rilassamento T1 e T2 della bianca e grigia è differente.

piu precisamente honno delle curve di rilassamento con pendenze invertite tra la prima metà e la seconda metà per la ponderazione T2 (vedi disegno sopra)

La sostanza bianca è composta per la maggior parte da lipidi e quindi il grasso in T1 e iperintenso.La sostanza grigia da cosa è composta per avere un segnale ipo in T1 e lievemente iper in T2?

Il T1 e T2 di ciascun tessuto dipende comunque da molti fattori:

-quantità di acqua

-quantità di lipidi

-eventuale presenza a livello microscopico di sostanze paramagnetiche

-movimento macromolecolare

-perturbazioni del movimento dell'acqua

Quali sono i valori di rilassamento?

La sostanza bianca ha un T1 d 500ms e un T2 di 70ms

Mentre la sostanza grigia ha un T1 di 600ms e un T2 di 90ms

Modificato da Team Consulenti Tecnici
0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Perchè non fate una sezione dove si spiegano tutti i parametri tecnici e loro uso?

in effetti la sezione in cui trovare i parametri sarebbe quella delle sequenze , anche perchè ciascun parametro va analizzato nel contesto di ciascuna sequenza specifica.

Provvederò a implementare le sequenze gia inserite e me ne ricorderò quando inserirò quelle che mancano. :confused::confused:

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quindi prevale la quantità di acqua nella sostanza grigia avendo questi valori invertiti se non sbaglio.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per posizionare una TOF 3D no multislab si segue la linea del corpo calloso come nelle sequenze standard? Nei pazienti che tendono ad avere una iperestensione del mento che problematiche ci sono con obliquità estreme?Non dovendo studiare il parenchima cerebrale ma una struttura di vasi quale il poligono con un flusso sanguigno si cerca di posizionare il capo in modo da non inclinare troppo lo slab?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Per posizionare una TOF 3D no multislab si segue la linea del corpo calloso come nelle sequenze standard?

E' preferibile restare perpendicolari al margine anteriore del quarto ventricolo, in modo da essere perpendicolari al decorso delle carotidi e della basilare

Nei pazienti che tendono ad avere una iperestensione del mento che problematiche ci sono con obliquità estreme?

se l'obliquità supera i 45° in effetti potrebbe esserci un errore nella modifica che la macchina dovrà apportare automaticamente alla presaturazione (superiore che diventerà posteriore) e al ramp pulse (che da S->I, potrà diventare A->P).

A parte questo l'unico cambiamento potrebbe essere un lieve aumento del TR *

Non dovendo studiare il parenchima cerebrale ma una struttura di vasi quale il poligono con un flusso sanguigno si cerca di posizionare il capo in modo da non inclinare troppo lo slab?

con le macchine moderne non ci sono grosse limitazioni. (vedi asterisco della risposta sopra)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sono io rimbambito o sulla GE nelle coronali mettendo LR mi ribalta come se fosse in SI

e nelle sagittali mi ribalta come se fosse SI mentre io metto AP

ovvio che lasciando i pacchetti cosi come sono non ribalta niente ossia SI per le sagittali e SI per le coronali

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

che tipo di sequenza? 2d o 3d?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2d le sagittali t1 e coronali t2

vorrei smanettare un po di piu ma essendo novizio quando escono errori del genere gli altri si...

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

allora, rileggendo bene il tuo primo messaggio (e visto che dici di essere novizio) ti chiedo subito una cosa: lo sai che su General Electric NON si imposta la direzione di decodifica di fase, ma si imposta la Direzione di dicodifica della frequenza? perchè praticamente sono una l'opposto dell'altra: se tu, per esempio in una coronale, imposti quel parametro che si trova a metà altezza dello schermo sulla destra, mettendo RL, significa che stai mettendo la frequenza in RF e la fase di conseguenza in SI. E quindi (se non hai il foldover suppression attivo) allora per forza ti ribalta sopra sotto.

Ti chiedevo se erano per caso delle 3D, perchè nelle 3D puoi avere un artefatto da ribaltamente nel senso degli strati, e quindi avere l'impressione che sia stato ribaltato Sup Inf, ma non penso sia il tuo caso.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao grazie andrea è proprio come dici...infatti mi sembra tutto l'inverso della philips...quindi per tutti i distretti vale lo stesso?

nelle 3d non ho ancora avuto problemi

quindi per esempio le assiali del ginocchio se le volessi fare in RL io devo "vedere" selezionato AP?

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

esatto. e vale ovviamente per tutti i distretti, quindi devi per forza ragionare al contrario

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

buongiorno a tutti...volevo sapere se esiste una risonanza per lo studio della dinamica del liquor..e se si come si fa? grazie in anticipo!! :D

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
buongiorno a tutti...volevo sapere se esiste una risonanza per lo studio della dinamica del liquor..e se si come si fa? grazie in anticipo!! :D

Ciao, certo che si e' una phase contrast con il gating cardiaco

Devi farla in un esame?

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sequenze specifiche per lo studio dei Meningiomi? :huh:

Ciao valentina, scusa il ritardo.

Ho aperto una discussione apposita nella sezione discussioni rm

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, certo che si e' una phase contrast con il gating cardiaco

...o con il monitoraggio della pulsazione al dito...

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate, mi chiedevo una cosa banale.. Perché il paziente deve stare a digiuno? Grazie! :)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

digiuno 3-4 ore per il probabile mezzo di contrasto. Onde evitare vomitamenti nel tunnel

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ahh ok!!! :D Era più semplice di quel che pensassi!!! :D

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links