Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

AndForn

RM Encefalo

131 risposte in questa discussione

Anche io concordo. Tutte devono avere la stessa geometria per una comparazione corretta. 6 minuti mi paiono troppi, cala le medie e utilizza un po' di parrallel imaging semmai.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Ho provato un po' a smanettare ma di protocollo abbiamo delle spin echo t1 e non dà la possibilità di sense, quindi a parte aumentare voxel e ridurre le medie non saprei che fare (portando il TR a shortest si guadagna molto in tempo ma ho paura di alterare la pesatura della sequenza nella mia inesperienza..)

Consigliereste di sostituire le SE con le TSE o GRE t1 ?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dipende da quanti strati fate. Se hai molti strati tipo 36 non penso che fare le TSE serva. Se hai meno strati allora le TSE diventano convenienti.

Cmq abbassare il TR su una T1 non ti crea problemi, puoi arrivare a 400

La scelta delle gre invece deve essere proprio voluta anche con i radiologi

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Considera che le TSE danno una maggiore iper intensità del grasso, ma se lo sai le puoi usare con un fattore turbo non superiore a 3 direi. Quanto è lo spessore della fetta che utilizzi e il gap? E per caso hai inserito l'over sampling?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Abbiamo (su Philips 1.5T) strati da 5mm gap 0.3, più una a 3mm con gap maggiore sempre SE t1. Poi un altro mio "dramma" in questi casi è fino a che punto posso aumentare il voxel. .

Ma come mai a meno strati sono meglio le TSE?

Abbiate pazienza ma è un mondo un po' nuovo per me :)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente per una ax SE T1 uso 25 stati da 5 mm con gap di 1, matrice 224 per 320 e un FOV mediamente di 24 per 24. Medie 1.3 (le posso frazionare ) per una durata di 2minuti e mezzo. Niente oversampling. TR 580 e TE 12. Per quanto riguarda le TSE io non vedo il problema dei meno strati, perchè su tanti strati il problema è il TR minimo che ti alza il TR per fare tanti strati e la sequenza ti diventa una DP. Basta non inserirlo ed eventualmente fare la sequenza con più coperture e TR adeguato al numero di strati. La grandezza del voxel dipende da FOV e matrice impostata. A parità di matrice più aumenti il FOV e più avrai un voxel più grande, oppure a parità di FOV più cali la matrice e più avrai un voxel più grande. Non ho capito che intendi per "fino a che punto posso aumentare il voxel"....

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente per una ax SE T1 uso 25 stati da 5 mm con gap di 1, matrice 224 per 320 e un FOV mediamente di 24 per 24. per una durata di 2minuti e mezzo. .

Su una 1,5T una matrice del genere con FOV di 240 mi sembra bassina sommato alla rettangolarizzazione sensibile della stessa...riesci a postarcene una Rosanna?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente per una ax SE T1 uso 25 stati da 5 mm con gap di 1, matrice 224 per 320 e un FOV mediamente di 24 per 24. Medie 1.3 (le posso frazionare ) per una durata di 2minuti e mezzo. Niente oversampling. TR 580 e TE 12. Per quanto riguarda le TSE io non vedo il problema dei meno strati, perchè su tanti strati il problema è il TR minimo che ti alza il TR per fare tanti strati e la sequenza ti diventa una DP. Basta non inserirlo ed eventualmente fare la sequenza con più coperture e TR adeguato al numero di strati. La grandezza del voxel dipende da FOV e matrice impostata. A parità di matrice più aumenti il FOV e più avrai un voxel più grande, oppure a parità di FOV più cali la matrice e più avrai un voxel più grande. Non ho capito che intendi per "fino a che punto posso aumentare il voxel"....

nel senso di guadagnare segnale per poi accorciare i tempi modificando altri parametri. . Il nostro applicator ci ha detto che si può lavorare su questo ma non ci ha dato un range preciso settore per settore anatomico
0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Su una 1,5T una matrice del genere con FOV di 240 mi sembra bassina sommato alla rettangolarizzazione sensibile della stessa...riesci a postarcene una Rosanna?

Appena ne faccio una la posto, al momento non ne ho sotto mano.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve ragazzi

Da "paziente" devo sottopormi ad alcuni esami di risonanza magnetica, in particolare all'encefalo, dorsale e lombare:

Quella cervicale l'ho fatta con macchinario a basso campo, e non è venuta malaccio, solo che ogni volta i medici dicono sempre che questi esami non sono come vorrebbero...

Quali macchinari risultano migliori per tali esami?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La qualità di un esame dipende dall'apparecchiatura (performante e di ultima generazione), dall'assenza di artefatti, dalla collaborazione del paziente, e dalla capacità di eseguire lo studio corretto della patologia da parte del team. Esistono apparecchiature a basso campo che producono immagini di buona qualità, esistono apparecchiature ad alto campo usate male e che fanno esami che fanno schifo.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sarà ma io devo ancora vedere una RM a basso campo far venire un esame meglio di una RM da 1.5 T...

se qualcuno con un 1.5 T riesce a far venire un esame peggio che con uno 0.4 T allora è proprio un fenomeno e gli andrebbe tolta la qualifica di TSRM

per quanto riguarda le Rm di encefalo e rachide, esistono le linee guida della società italiana di neuroradiologia che dicono chiaramente che lo standard di riferimento clinico è l'1.5 Tesla e che le RM fatte su macchine sotto lo 0.5 T sono da considerarsi scarse o insufficienti a seconda del distretto.

qui il link: http://www.ainr.it/linee-guida-neuroradiologia/

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Però c'è da dire che a parità di Tsrm c'è differenza se una macchina è trattata bene con la giusta manutenzione sia per mantenere il campo omogeneo sia per la qualità delle bobine utilizzate la versione software...per esempio da poco abbiamo fatto l'aggiornamento software e a parità di macchina è di protocollo c'è molta differenza con il nuovo software e con una nuova bobina 8canali encefalo rispetto alla "vecchia" head neck che utilizzavamo con il vecchio software, e ce n'è anche con la stessa macchina dove non viene fatta la manutenzione

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sarà ma io devo ancora vedere una RM a basso campo far venire un esame meglio di una RM da 1.5 T...

se qualcuno con un 1.5 T riesce a far venire un esame peggio che con uno 0.4 T allora è proprio un fenomeno e gli andrebbe tolta la qualifica di TSRM

per quanto riguarda le Rm di encefalo e rachide, esistono le linee guida della società italiana di neuroradiologia che dicono chiaramente che lo standard di riferimento clinico è l'1.5 Tesla e che le RM fatte su macchine sotto lo 0.5 T sono da considerarsi scarse o insufficienti a seconda del distretto.

qui il link: http://www.ainr.it/linee-guida-neuroradiologia/

tommy, quello che dici è tranquillamente possibile, gia visto più volte.

quelle linee di riferimento non mi piacciono per niente ( sag t1 pre contrasto essenziale poi?) , come non mi piacciono quelle dell'ACR.

Se una determinata macchina ha una qualità di indagine scarsa per studiare tale distretto, bhe , allora NON deve essere autorizzata ad eseguire l'esame a priori.

Però c'è da dire che a parità di Tsrm c'è differenza se una macchina è trattata bene con la giusta manutenzione sia per mantenere il campo omogeneo sia per la qualità delle bobine utilizzate la versione software...per esempio da poco abbiamo fatto l'aggiornamento software e a parità di macchina è di protocollo c'è molta differenza con il nuovo software e con una nuova bobina 8canali encefalo rispetto alla "vecchia" head neck che utilizzavamo con il vecchio software, e ce n'è anche con la stessa macchina dove non viene fatta la manutenzione

si, è quello che intendo

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dunque mi pare di capire che una macchina ad alto campo riesce a dare risultati migliori in tutti i casi rispetto ad una a basso campo...

Aldisotto di quale intensità di campo magnetico è individuata a basso campo ?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vengono definite basso campo da 0,5 in giu.

Io piuttosto che cercare una macchina con un determinato campo cercherei un buon team di radiologia

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

l'unico reale motivo per cui c'è chi utilizza ancora macchine a basso campo sono i ridotti costi di acquisto e sopratutto gestione.

l'unico vantaggio è quindi per chi ci guadagna a farci esami a basso costo ed allo stesso tempo di bassa qualità, perchè una RM a basso campo per quanto usata bene non sarà mai al livello di 1.5 tesla usato con criterio e se c'è chi riesce a fare degli esami sull'1.5 tesla qualitativamente inferiori ad uno 0.4 tesla allora ha davvero sbagliato mestiere.

d'altra parte ci sarà un motivo per cui queste macchinette aperte a basso campo sono usate pochissimo in ambiente ospedaliero ed universitario....

ci sarà un motivo per cui se sfogliate qualsiasi giornale scientifico radiologico, di letteratura RM seria fatta usando queste macchinette non c'è praticamente niente...

ci sarà un motivo per cui la società italiana di neuroradiologia giudica che studiare l'encefalo ed il rachide con tali macchine sia di livello scarso/insufficiente...

quindi nell'ottica di un pz, che deve sottoporsi ad un esame, è ovvio che è meglio farlo su di un 1.5 tesla ed in un centro dove ci sia un bravo tecnico che esegue l'esame ed un buon radiologo che lo referta.

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
.....

Se una determinata macchina ha una qualità di indagine scarsa per studiare tale distretto, bhe , allora NON deve essere autorizzata ad eseguire l'esame a priori.

...

infatti secondo me certi esami dovrebbero essere vietati su quelle macchine...

proprio ieri ho visto una RM dorsale fatta su uno 0.4 Tesla in pz. con disturbi sensitivi...

fette da 5 mm, matrice infima, artefatti ovunque, ma refertato negativo (con tanto pelo sullo stomaco aggiungo io)...

peccato che ripetendo sull'1.5 Tesla si vedesse chiaramente che c'era una placca nel midollo che spiegava i sintomi...

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una placca nel midollo lisciata a 0.4 non depone a favore né della macchina né del tsrm

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

purtroppo è un circolo vizioso...

se sei un centro che non bada alla qualità della macchina, molto spesso non hai nemmeno dei buoni tecnici nè dei bravi medici...

ci saranno sicuramente delle eccezioni, ma la triste realtà è che il livello medio del basso campo è spesso subottimale in tutti i sensi

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tommy con me sfondi una porta aperta, in queste cose concordo al 100%

Ma non posso esprimermi sulle basso campo perché non le ho mai usate

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è da dire che in alcuni casi non sono fatte per studiare il midollo, al limite le vertebre e i 4 o 5 mm potrebbero essere anche giustificati

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

questo è un discorso che non ha alcun senso. non puoi sapere a priori se in uno studio del rachide il midollo può avere o non avere dei problemi.

tu devi fare un esame che sia in grado di dare qualsiasi risposta, sia che il pz. abbia una banale artrosi, o un tumore midollare o una malattia demielinizzante, senza contare che anche nella semplice patologia erniaria devi essere in grado di poter dire se il midollo ha segni di sofferenza (quindi indicazione alla chirurgia) oppure no

quindi se queste macchine non sono in grado di dare certe risposte che la smettano di fare certi esami.

perchè ne va a scapito della salute dei pz. che ricevono diagnosi sbagliate o ritardi diagnostici.

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

questo è un discorso che non ha alcun senso. non puoi sapere a priori se in uno studio del rachide il midollo può avere o non avere dei problemi.

tu devi fare un esame che sia in grado di dare qualsiasi risposta, sia che il pz. abbia una banale artrosi, o un tumore midollare o una malattia demielinizzante, senza contare che anche nella semplice patologia erniaria devi essere in grado di poter dire se il midollo ha segni di sofferenza (quindi indicazione alla chirurgia) oppure no

quindi se queste macchine non sono in grado di dare certe risposte che la smettano di fare certi esami.

perchè ne va a scapito della salute dei pz. che ricevono diagnosi sbagliate o ritardi diagnostici.

Pienamente daccordo

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho effettuato oggi la RM che descrivevo sopra, da Encefalo a zona lombare (Tutta la colonna in pratica...), il macchinario era il seguente: "RISONANZA MAGNETICA BRIVIO MR355 PREMIUM 1,5 TESLA "

A vostro modo di vedere come lo giudicate? A parte poi ovviamente che andrebbe valutata la bravura del tecnico...

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links