Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.

AndForn

RM Encefalo

131 risposte in questa discussione

mi sono innamorata <3

92bfc350-ed74-4bc4-a897-0f14552165bf.jpg

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


Ragazzi, mi piacerebbe porvi una domanda.

Ho appreso che esistono molti protocolli e sequenze diverse per l'RM encefalo senza mezzo di contrasto, questo a seconda del quesito diagnostico di invio del paziente, però mi chiedevo: mettiamo arrivi un paziente che ha un problema nel dominio cognitivo "memoria", l'ipotesi del neurologo è es: "problema nell'area temporo mesiale limbico ippocale", si esegue quindi uno studio per questo problema.

Immaginiamo vi sia un trauma nella storia clinica del paziente ed è questo a generare il problema mnestico (ES:funzioni frontali esecutive di richiamo alla memoria), ora mi chiedo: vi è un errore di invio (caso raro ma comunque possibile), eseguendo una RM encefalo per un altro problema si vedrebbe il problema traumatico?

E nel caso inverso? (ipotesi traumatica e invece problema infartuale nell'area mesiale limbico ippocale?) si vedrebbe?

 

Scusate la domanda stupida ma come dicevo in un altro post sono uno studente e non avendo ancora affrontato l'RM ho molte curiosità.

Grazie :)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io credo che un esame di base ti da il giusto orientamento che ti permette di andare nello specifico. Non faccio molta neuro, ma le sequenze basilari sull'encefalo le fanno tutti quelli che conosco.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

è come dice Rosanna.

in qualsiasi posto esiste una sorta di protocollo base che comprende almeno una T1, una T2, una FLAIR ed una DWI, con orientamento variabile ma comunque comprensivo dei 3 piani (a parte la DWI che si fa sempre in assiale, le altre a seconda dei gusti sono orientate chi in assiale, chi in coronale e chi in sagittale).

poi a seconda del quesito clinico o dei reprti che vedi in corso d'opera si aggiunge qualcosa sia in termini di sequenze (es. FLASH T2* per i cavernomi, MPRAGE T1 per l'epilessia, SPACE T2 per i nervi cranici ecc. ecc.) che come spessori di strato (es. per disturbi della memoria si fanno di solito coronali a 3mm sugli ippocampi mentre gli spessori standard di solito sono tra i 4 ed i 5 mm) o come sequenze volumetriche (es. per la sclerosi multipla si va negli ultimi anni all'utilizzo di FLAIR 3D ad 1 mm... noi facciamo le SPACE FLAIR FatSat ed anche le SPACE DIR)

è un po' come la radiologia tradizionale per un Rx colonna lombare... si parte dalla AP + LL e poi eventualmente si fanno dinamiche o oblique ecc. ecc,

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Ragazzi,

In sostanza con le sequenze base (Flair, DWI ,TSE T1W, T2W),  si vede un po' come procedere in approfondimento, se c'è un problema lo si  approfondisce con le sequenze precise per il protocollo di quel problema?

è davvero interessate, come avrete capito mi piace molto l'applicazione RM neuro, grazie per l'infarinatura. Non vedo l'ora di affrontarle in corso.

 

Buon lavoro :)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dipende. Non sempre sono necessarie sequenze aggiuntive al protocollo di base. 

Inizia ad esserci la tendenza a lavorare con sequenze 3d isometriche t1 e flair, e dietro di post processing nei piani voluti

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links