Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze.  Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Welcome to FermoNonRespiri

Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del sito. Una volta registrato e connesso, sarai in grado di contribuire ai contenuti,inviando nuove discussioni o rispondendo al contenuto esistente. Potrai anche personalizzare il tuo profilo e comunicare con gli altri membri tramite la  casella di posta privata, e molto altro ancora!

Questo messaggio sarà rimosso una volta effettuata la connessione.




***grace

tesi pet rmn

122 posts in this topic

ciao a tutti sono una studentessa di TSRM alla ricerca disperata di un pò di materiale per la mia tesi.....sto provando diversi siti, ma molti danno informazioni solo a pagamento e molti altri non posso accedervi....non sò come fare!!!!

qualcuno saprebbe darmi qualche dritta o addirittura del materiale????

biggrin.gifbiggrin.gifbiggrin.gifbiggrin.gifbiggrin.gifbiggrin.gif

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites


vediamo un po qualcuno di questi siti a cui ti riferisci......

Share this post


Link to post
Share on other sites

si...innanzitutto ammetto che sono un pochetto negata, come hai potuto ben notare, cmq...

i siti che sto visitando sono:

PUBMED su cui credo di aver trovato molti articoli interessanti, ma ti ripeto sono a pagamento, mentre quelli gratis descrivono vari studi fatti con PET/RMN soprattutto sui topi dimostrando l'utilità di tale apparecchiatura;

auntminnie.com ma ho trovato notizie un pò contrastanti: del tipo che la PET-RMN consente acquisizioni simultanee di PET e RMN a differenza della PET/TC e questa è la siemens;mentre la philips dice che è impossibile....

e altri siti casuali...

data la novità dell'apparecchiatura più che descriverne i casi clinici che permette di studiare, mi interesserebbe di più porre l'attenzione sulla struttura (quindi componenti dell'apparecchiatura, materiali, ed evntuali problematiche legate alla compresenza in un solo ambiente del magnete e dei costituenti PET)e paragonare queste ultime poi alla Pet/TC sia in termini economici, sia poi in unltima analis per quanto riguarda l'utilità ovviamente clinica evidenziandone vantaggi e svantaggi.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites
data la novità dell'apparecchiatura più che descriverne i casi clinici che permette di studiare, mi interesserebbe di più porre l'attenzione sulla struttura (quindi componenti dell'apparecchiatura, materiali, ed evntuali problematiche legate alla compresenza in un solo ambiente del magnete e dei costituenti PET)e paragonare queste ultime poi alla Pet/TC sia in termini economici, sia poi in unltima analis per quanto riguarda l'utilità ovviamente clinica evidenziandone vantaggi e svantaggi.

certo sono perfettamente daccordo. anche perchè è ovvio che è sempre meglio avere 2 tipi di informazione piuttosto che solo uno.

Io cercherei anche ti trovare le differenze tra la situazione attuale (quindi costi, tempi di attesa, ecc....) in cui si fanno i due esami separatamente), e la potenziale situazione in cui un paziente può fare i due esami con una sola macchina. E' meglio? Perchè E' peggio? perche....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho partecipato al X congresso AIMN a Rimini dal 18 al 20 marzo e all'interno del congresso si è svolto un workshop della Philips in cui sono stati presentati i risultati di un lavoro sulle applicazioni della RM/PET istallata a Ginevra mentre un'altra è funzionante al Sinai Hospital di NY e se ne stanno istallando altre 2 in Europa, una a Barcellona ed un'altra a Madrid.

Il relatore era una dottoressa italiana che lavora a Ginevra ma credo che contattando Philips si possa avere alcune informazioni.

Comunque in sintesi il problema dell'interferenza è stato risolto da Philips mantenedo i 2 gantry ad una distanza di 3 metri con un unico letto paziente che ruotando evita il movimento del paziente stesso.

non so quanto utile posa essere questo mio intervento ma la cosa mi è sembrata interessante.

Bruno

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bhe sicuramente Bruno hai dato delle informazioni utili, io magari provo a chiedere al mio tecnico di fiducia Philips se riesce a trovare del materiale e se riesce a trovarmi dei contatti con ginevra.

e intanto provo a lanciare un piccolo topic qui, http://www.auntminnie.com/forum/tm.aspx?m=302687&mpage=1&key=񉹟 chissa che possa tirare fuori cose interessanti ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh non posso non ringraziare sia te che bruno per l'aiuto...

sto leggiucchiando un pò questi articoli insieme agli altri che ho trovato!!!

mi piacerebbe leggerne però qualcun'altro di pubmed a cui non riesco ad accedere....

tipo: 1) Combined PET/MR imaging--technology and applications.

2) Multimodal imaging approaches: PET/CT and PET/MRI.

3) Development of a combined microPET-MR system

4) The clinical role of fusion imaging using PET, CT, and MR imaging

5) Combined PET/MRI: a new dimension in whole-body oncology imaging?

6) The current state, challenges and perspectives of MR-PET.

7) PET/MRI: a different spin from under the rim.

mica hai la possibilità di poter leggerli integralmente?

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono tutti pubblicati li?

non hai i link diretti alla sorgente vera e propria?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io avrei un idea abbastanza precisa in merito a questa metodica, ora non riesco a svilupparla completamente ma penso che con due righe capirai cosa intendo.

Secondo me ha molti limiti rispetto ad una PEP/TC, perchè? La risposta è in 2 domande: quanto ci metti a fare un totalbody con una TC e qual'è la qualità finale del dettaglio? quanto ci metti a fare un totalbody con una RM e qual'è la qualità finale del dettaglio?

Quindi in quali casi fare la PET/RM?

Perchè non trovare una console di integrazione di immagini provenienti da modalità diverse che permetta realmente di sovrapporre ed analizzare più tipi di informazioni contemporaneamente anche se non provenienti dalla stessa apparecchiatura?

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh in effetti, ho trovato anche degli articoli interessanti per qquanto rigurda il capitolo "la fusione delle immagini", ma li ho letti vagamente perchè troppo complicati, anche se mi hanno aperto un pò gli orizzonti...nel senso che un'altro argomento interessante potrebbe essere proprio questo cioè la fusione delle immagini in generale...

ma onestamente è per me un qualcosa di completamente nuovo, non saprei neanche da dove iniziare, so giusto qualcosina sulla fusione di immagini ad es. TC e RMN; inoltre dovrei anzi devo già consegnare il titolo della tesi dopo pasqua....insomma sono nel panico!!!

magari potrei giusto farne un acceno alla fine della tesi come probabile soluzione agli svariati svantaggi che la PET/RMN ha tra cui soprattutto i tempi lunghi.

che ne pensi?????? :wacko::wacko::wacko:

Share this post


Link to post
Share on other sites

ah cmq per gli articoli non so mettere i link...

ma se vai sul sito pubmed e cerchi il titolo di ogni articolo così come li ho scritti la ricerca ti darà solo una voce o poche voci di cui la prima sarà quella giusta....mi dispiace ma non sono molto brava con il computer....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo quei link sono tutti relativi ad articoli a pagamento, e io non ho accesso.

Prova a vedere se trovi qualcosa sull'european radiology online o su auntminnie.com , li i contenuti sono tutti gratuiti.

Sinceramente fossi in te rimarrei sull'idea di una tesi sulla PET/RM, ovviamente bisogna passare le giornate sul pc a contattare specialisti a destra e a manca per farsi dare frammenti di informazioni e poi comporre il puzzle.

Se io fossi un insegnate non vorrei sentirmi elencare una solfa di paramatri tecnici, ma vorrei poter farmi una bella idea panoramica su quali sono tutti gli aspetti tecnici (sia della macchina che dei locali che devono accoglierla), sulla preparazione del paziente, materiali utilizzati, sull'organizzazione del personale (anche di segreteria e infermieristico, sull'esecuzione dell'esame, rivoluzione delle conoscenze specifiche dei tsrm che spesso se lavorano in RM non conoscono nulla di PET, limiti più importanti, risultati, trattamento immagini, comparativa con altre metodiche, valutazione dell'impatto economico a livello del singolo a livello locale e a livello del sistema sanitario nazionale.

P.S. per copiare un link basta che una volta che sei nella pagina dell'articolo, copi tutto l'url che c'è in alto nella barra del tuo browser (clic mouse destro, copia indirizzo)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Innanzitutto comunque credo bisognerebbe partire dalla macchina...le declinazioni PET-RM sono molto diverse a seconda delle case che le implementano e dell'epoca di installazione...

Share this post


Link to post
Share on other sites

quest

Innanzitutto comunque credo bisognerebbe partire dalla macchina...le declinazioni PET-RM sono molto diverse a seconda delle case che le implementano e dell'epoca di installazione...

questo è vero...anche se l'unica casa produttrice che è riuscita effettivamente ad avere dei risultati è la philips, per cui non posso che far riferimento a quella, anche se su internet si trovvano molte notizie sulla siemens;

cmq ho saputo che al congresso a rimini è stata fatta una gran bella presentazione sulla pet - rmn c'è qualcuno che vi abbia partecipato????

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grace se ti occorre puoi prendere qualcosa dalla mia tesi, anche se si parla di pet e pet/tc e non di pet/RM.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al Congresso ho sentito parlare di RM-PET ed erano della Siemens...Siemens se ne stanno installando in giro da quello che ho sentito...dai una occhiata anche a loro...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per cominciare a sgombrare il campo da equivoci è importante sapere che ci sono due tipi di PET/MR .

1)Acquisizione sequenziale : sono due macchine distinte e separate anche geograficamente (una in una stanza e una in una altra) con due esami distinti e separati eseguiti in tempi diversi. Le due immagini vengono poi fuse insieme. Questa è la soluzione Philips, ma non ci vuole poi molto a fare questa macchina perchè in realtà non è una macchina ma sono due. Quindi chiunque abbia una PET ed una RM si compra un software di fusione e dice di avere la PET/MR

2)Acquisizione simultanea . Questa è la vera PET/MR perchè è una macchina MR da 3T con dentro una PET e le due acquisizioni avvengono simultaneamente con un mondo di applicazioni che si apre dietro. Questa è la soluzione Siemens.

La presentazione Siemens del congresso di Riccione l'ho scritta io ma non riesco a caricarne qui neanche un estratto delle slide che parlano di PET MR perchè mi dice che è troppo grande (400kB) . Inoltre, sempre a Riccione, sono stato co-autore di una presentazione di una mia ex-studentessa che ha presentato un lavoro dal titolo "Protocollo di esame per lo studio dei gliomi con sistema ibrido PET MR da 3 Tesla" tratto dalla sua tesi di laurea.

Se hai bisogno di materiale contattami e vedo come fartelo avere: non è vero che non si trova niente. Io sono stato relatore di due tesi ( un TSRM ed un ingegnere biomedico: due 110 e lode ) e ho diversi GB di materiale.

Spesso gli studenti digitano il titolo della tesi in google e come primo risultato vorrebbero tutta la tesi già bella, scritta e divisa in capitoli.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Magnetom e grazie dell'intervento :).

Ho controllato ed in effetti c'era un limite per gli upload, ora l'ho tolto, si dovrebbero poter caricare file più grandi. Al limite si può usare http://www.megaupload.com/ e poi li carico io via ftp.

Vedo che da quello che dici siemens ha attualmente la soluzione più alll'avanguardia , ma tu in generale cosa ne pensi di questa metodica d'insieme? A parte il discorso ovvio che più informazioni si hanno in un unico esame, ma secondo te sarà una tecnologia alla portata di molti ospedali? oppure rimarrà un esclusiva delle strutture d'eccellenza?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come tutte le metodiche innovative dobbiamo attendere un po' soprattutto che i prezzi scendano .

Non credo sarà tanto di nicchia perchè tutto sommato è una RM da 3 T con dentro la sezione PET: si può, ad esempio, lavorare 4 giorni alla settimana con la RM e solo due (quando arriva il radiofarmaco che non è sempre FDG ma anche FET) in PET RM

chi deve comprare oggi una 3T farebbe bene a prendere in considerazione la variante PET MR.

E' stato alzato il limite di up-load e colgo l'occasione per postare la presentazione del congresso di Riccione 2011.

So già che non è una presentazione ma una cisterna di benzina perchè tratta molti temi high tech edivamperà l'incendio nel forum.

Ma siamo qui per imparare. o no??

Quindi, benvenuti commenti e critiche !!Riccione 2011 Siemens.pdf

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì è la presentazione a cui mi riferivo io...complimenti e grazie per averla postata sul sito...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho una parola sola: STRATOSFERICO!

Penso che per criticare bisogna essere competenti e almeno io competente in questa materia non sono. Sono un amante delle immagini e quindi non posso che levarmi il cappello.

Credo comunque che un'apparecchiatura di questo genere non sia per tutti, ma per chi ha la moneta per potersela permettere.

Mi associo ai ringraziamenti di Jacopo: ogni contributo, anche se piccolo, serve a far crescere tutta una categoria.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto interessante soprattotto in 2 punti. Quella delle misure dei tubi e dei magneti aperti (magari farò un piccolo articoletto da mettere sul sito perchè i pazienti veramente sono male informati)

e l'ultima parte della PET/RM

perchè la siemens non può fare la tof?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La natura stessa dei detector utilizzati (APD) non permette di misurare il tempo . Gli APD sono simili ad un tubo Geiger e sfruttano l'effetto valanga. Ma si sta gia'lavorando ad un cosiddetto Solid State PM che non ha questi problemi.

Se avessi 2 settimane di tempo finirei di scrivere il libro sulla PET MR.....

Grazie x i complimenti ma i veri scienziati sono ben altri ed io ho avuto l'onore di lavorare con alcuni di questi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.medical.siemens.com/siemens/en_GLOBAL/gg_mr_FBAs/files/MAGNETOM_world/talks/7T/uhf_pichler/37_pichler.html

http://health.siemens.com/mr/7th-magnetom-world-summit/pichler/pichler.html

questi sono due link che collegano a due presentazioni sulla pet/rm

creado siano interessanti, ma data la mia ignoranza in inglese e l'impossibilità di utilizzare un traduttore non riesco ad utilizzarne i contenuti....

cmq per chi era interessato alla pet/rm e conosce bene l'inglese potrebbero essere utili!!!!

:P:P:P

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

FERMONONRESPIRI.COM

Benvenuti nella community dedicata alle differenti specialità radiologiche.

Progetti Parallelis

Social Links